durante la vita intrauterina, sia al momento del parto, provocando anche patologie gravi.

Fortunatamente lo streptococco risponde molto bene alla terapia antibiotica: se il tampone evidenzia la presenza del germe, basta avvisare il ginecologo (e il neonatologo quando il parto è vicino) per iniziare la giusta terapia.

L’esame va poi ripetuto alla 34esima36esima settimana di gravidanza, o prima in caso di rischio di parto prematuro.