Bravi Bimbi > In vacanza con i bambini > Mare > Cristal Resort, Paje – Zanzibar

Cristal Resort, Paje – Zanzibar

Scritto da barbapapa il 23 Agosto 2015

Il Cristal Resort si trova a Paje, a sud est di Zanzibar.
Ci abbiamo soggiornato per 7 giorni dal 6 al 13 agosto 2015.

L’ingresso della struttura, lungo la strada, è fatiscente e appena lo abbiamo varcato ci siamo un filo preoccupati sulla scelta. Quando il van che ci portava dall’areoporto si è fermato (ci vuole circa un’ora), dei masai ci hanno aperto un cancello malandato e ci hanno dato il loro benvenuto “Jambo!”. Ci siamo riguardati pensando: “Eh, dai, su, sopravviveremo no? E dire che avevamo letto delle opinioni positive online…”

Poi in realtà tutto il resto del Cristal, che conta 20 camere in tutto, è tenuto bene. Abbiamo dormito nella “Eco” 6 che non ha nessun tipo di confort moderno: niente aria condizionata, televisione, porta del bagno, porte della doccia, porta sapone… tutto molto spartano. Ma ci siamo abituati subito, arrivando ad amare tutte quelle cose che avevamo criticato dal primo istante.

Abbiamo fatto un giro con il motorino lungo tutta la spiaggia fino ad arrivare a Jambiani (più giù) e ti possiamo dire che ci sono tante altre strutture ma davvero pessime. Magari tenute anche bene ma in posizioni orrende, con poca spiaggia e piena di alghe.

Il Cristal è nella posizione migliore di tutti i resort di Paje che abbiamo visto. E’ immerso nella natura e ha un sacco di spazio e una spiaggia che sembra borotalco (non ne troverai altre così).

Si mangia bene anche se il curry e le loro spezie dopo un po’ cominciano ad uscire dagli occhi 🙂
La colazione è un filo scarsa. Quasi tutti si sono andati a comperare la Nutella nell’unico supermercatino vicino.
C’è la connessione wifi gratuita nel corpo centrale (dove c’è il ristorante, reception, piscina).
La piscinetta non è nulla di speciale ma per i bambini va più che bene.
I teli da bagno sono compresi quindi puoi anche non portarti il tuo.
Umidità molto alta: non la percepirai tu quanto i tuoi vestiti. Che fossero in valigia o negli armadi… i nostri puzzavano, un po’ come quando lavi male qualcosa e la metti via umida. Attenzione anche alle apparecchiature elettroniche.
C’è sempre vento ma non è fastidioso. Il fenomeno delle maree è bello evidente ma, anche in questo caso, non dà problemi di sorta
(davanti ad altre strutture affiorano rocce su rocce, da noi solo sabbia).

Bisogna fare solo attenzione al largo dove ci sono tanti ricci di mare. Se ti piace fare delle camminate nell’acqua (si tocca per centinaia di metri), le scarpette non sono raccomandate, sono proprio obbligatorie. Puoi metterti anche a fare snorkeling ma mi sorprenderebbe se tu vedessi qualcosa (non abbiamo mai visto pesci, stelle marine o altro, solo tanti granchietti a riva).

Queste alcune foto del posto:

Durante il giorno i “beach boys” ti avvicinano per venderti le loro collanine o i tour. Ti conviene fare amicizia con uno di loro così gli altri ti lasceranno in pace. A noi è toccato “Adriano Celentano”, un ragazzo giovane la cui simpatia è stata però proporzionale ai giorni rimanenti del nostro soggiorno. Con lui abbiamo fatto l’escursione a “Prison Island” 80 dollari in tre, siamo andati al ristorante “The Rock” (20 dollari in tre) e ci ha procurato il motorino per la giornata (30 dollari in tre).

Al Cristal Resort non c’erano altri italiani, erano per lo più francesi e tedeschi. Ma anche in spiaggia, nessun italiano e, in generale, decisamente meno turisti che a Kiwengwa dove ci sono (troppi) resort pieni di italiani (vedi Veratur e Bravo su tutti).

Il personale è sempre stato gentile e parla inglese e anche un pochino di italiano.

Se i tuoi figli, a pranzo o a cena, vogliono qualcosa di particolare puoi provare a chiedere in cucina. La nostra è andata avanti a riso e pollo 🙂

Ah: portati un antizanzare: si manifesteranno con il calar del sole ma solo per qualche ora.

Di seguito la nostra recensione video.

Se hai domande sul Cristal o su Paje scrivici utilizzando i commenti qui sotto, ti risponderemo il prima possibile!

 

Il sito ufficiale: www.cristalresort.net

Informazioni per appassionati di Kitesurf:

Si può fare direttamente di fronte al resort. La spiaggia è grande e non ci sono problemi di sorta nel lanciare e atterrare i kite. Non c’è nessuna facility (niente compressore) o pompa dell’acqua per sciacquare. Ad agosto, che è uno dei mesi consigliati per il kite, purtroppo ho sempre trovato pochino pochino. 13-15 nodi. Una giornata ne ha fatti 20 ed ero fuori felice come una pasqua con la mia 12, altrimenti mi toccava stare sconsolato su una sdraio odiando un tedesco e la sua 17 sempre in mare. Si tocca praticamente ovunque ma attenzione ai ricci! (il mio tallone destro lo dice per esperienza).

 





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «In vacanza con i bambini, Mare» e tag «, , , ».

Commenti

12 commenti a “Cristal Resort, Paje – Zanzibar

  1. che bel posto 🙂 quelle casette di legno mi piacciono, mi sembra di essere più a contatto con la natura! certo non c erano tutti i confort, ma con quel mare stupendo, ci si rifà!
    purtroppo non riesco a vedere il video, deve essere un problema del mio pc ! ma le foto sono molto belle!

  2. In effetti eravamo proprio a contatto 🙂
    Dopo un giorno ci eravamo abituati benissimo: niente più scarpe, in costume tutto il giorno e alla sera una semplice maglietta e via. Easy proprio.
    Il video dovrebbe andare, è semplicemente un video caricato su youtube, questo il link diretto: https://www.youtube.com/watch?v=MLrTApivj5w oppure basta che clicchi sull’icona di Youtube nella colonna di destra e li troverai tutti.

  3. Ciao!
    Forse non ti ricorderai, ma ti avevo scritto lo scorso anno per avere info sul Vila do Farol di Sal. Grazie ai tuoi consigli siamo partiti con tranquillità e la vacanza è stata perfetta.
    Cercando info su Zanzibar su YouTube, mi sono imbattuta nel tuo video e ovviamente ora sono di nuovo qui ad approfittare della tua esperienza!! Giuro, non sono una stolker!
    Dunque: questione malaria. Ho sentito molti pareri con opinioni contrastanti. Voi come vi siete comportati? Avete fatto la profilassi?
    Sicurezza: in molte guide viene detto che c’è molta criminalità… A voi cosa è sembrato?

  4. Ciao Sara, la mia stalker preferita! 🙂
    Questione malaria: non abbiamo seguito nessuna profilassi. Per precauzione non siamo andati al parco delle scimmie e basta. Tutto il resto l’abbiamo fatto con molta disinvoltura 🙂
    Non c’è nessuna criminalità. Certo se vai a Stone Town, la notte, da sola e ti infili un un vicolo buio…
    L’isola è tranquillissima. L’abbiamo girata un pochino, mai avuto nessun problema. L’unica noia sono i beach boys, che sono ragazzi del luogo che campano sui turisti. Alcuni di loro sono davvero insistenti e arrivano a dare davvero tanto fastidio. Ti chiamano di continuo e se incroci lo sguardo… sei finita (nel senso che proveranno a venderti qualunque cosa). Se puoi stai più giù, vero Paje. Non andare, stai proprio alla larga, da Kiwengwa. Non c’è nulla di che. E’ una colata di resort e basta. Paje è più selvaggia. Io ti consiglio davvero il Cristal Resort e… esplora altre zone! Vai tranquilla davvero.

  5. Perfetto!
    Da quanto ho capito avete trovato wifi in entrambe i resort, ma il segnale non era dei migliori; pensavo di comprare una loro sim in modo da avere una connessione dati migliore. Visto che lasciamo nuovamente i bimbi ai nonni (genitori degeneri!!!) loro vogliono avere almeno la certezza di poterci contattare in qualsiasi momento!
    Altra domanda: all’incirca quanto vi hanno chiesto i beach boys per le escursioni? Indicativamente… Per sapere quanti dollari cambiare!
    Abbiamo deciso di imbarcare una valigia con solo cose da regalare, consigli? Vestiti, cancelleria, cibo?

  6. Ciao Sara, wi-fi… sì, non puoi farci troppo affidamento. La sim locale è sempre la soluzione migliore. Lascia ai nonni anche il telefono del resort e così sei a posto. I beach boys accettano anche euro. Il problema è che fanno il cambio 1:1. Ovvero 30 dollari = 30 euro. Che a noi non conviene. I costi però delle escursioni che abbiamo fatto con loro (oltre a quelli che vedi nel post) non me li ricordo più.
    Vestiti sicuramente e cancelleria per i bambini. E ti direi palloni da calcio ma sono difficili da mettere in valigia 🙂

  7. Bella idea i palloni!
    Adesso cerco di capire come farli stare in valigia!
    Grazie dell’aiuto. Magari ti stresso ancora prima di partire!
    Intanto buona giornata e buona settimana!

  8. Ciao ti ricordi se al cristal resort tutti gli eco bungalow erano vista mare ? Abbastanza vicini al mare? O rischio che mi capiti qualcosa di lontano dalla spiaggia? Grazie

  9. Ciao Emanuela, se guardi il video più o meno si vede come è disposta la struttura. Ci sono alcuni bungalow più vicini al mare, non sono tutti vista mare ma perchè sono magari “girati” in un senso per cui le finestre non danno sul mare. Gli ombrelloni saranno a non più di 30 o 50mt. All’interno della struttura (ma non abbiamo avuto problemi di sorta anche fuori) non ti capiterà niente, è completamente vigilata e controllata. Vai serena. Paje è la parte più bella in assoluto di Zanzibar. Quando siamo andati al nord ci siamo trovati malissimo.

  10. Ciao! Sono Cristina e sono stata a kiwengwa l’anno scorso e il prossimo vorrei provare Paje. Domanda, secondo te va bene questo Resort per un bimbo di un anno? Ci sono farmacie o ospedali nelle vicinanze (per emergenze che uno spera sempre di non avere) .. inoltre volevo sapere se ci sono scuole kite vicino e se consigli lo spot per principianti .. ho fatto un po’ di lezioni a kiwengwa ma tra bassa marea e ricci non l’ho trovata così bella come spiaggia.. grazie 1000!

  11. Ciao Cristina, Paje è decisamente meglio di Kiwengwa, non c’è paragone proprio. Mentre a kiwengwa trovi una colata di villaggi turistici uno di seguito all’altro, a Paje respiri un’altra aria. Dove siamo stati noi eravamo nella sabbia e tra le palme. Una sistemazione più spartana di un villaggio turistico ma… più reale, più vacanziera. Nei paraggi però c’è davvero poco. Un supermercatino e nulla di più. Farmacie e ospedali… non li ho visti, non mi sento di escludere che ci siano ma… non ci farei affidamento. Per le emergenze magari c’è qualche resort con guardia medica in loco ma dovresti chiedere specificatamente. Nel nostro sicuramente non c’era. Ci sono le maree anche lì ma non come a Kiwengwa. Purtroppo quando siamo stati noi non c’è stato vento tutti i giorni e non ho testato bene lo spot ma ti posso dire che ci sono ricci anche lì. Si vedono, per carità, io ho fatto kite senza scarpette e mi è andata bene ma… consiglierei i calzari per evitare brutte sorprese. Non so se quelli li affittano, la massimo vai da Decathlon e prendi un paio di scarpette ma i calzari specifici andrebbero meglio, danno meno fastidio una volta che sei sulla tavola. Vicino al Cristal c’erano due scuole di kite. Sul fatto di poter fare lezione non mi farei problemi. Il vento non è mai forte quindi direi che per imparare il posto va più che bene. Quasi quasi ho una punta di invidia! 🙂 Noi però sto giro si prova ad andare nello Sri Lanka 😉

  12. Grazie 1000!! Wow lo Sri Lanka😍 ho visto posti bellissimi dove fare kite quindi l’invidia ce l’ho io 😜 però è più lontano e c’è il jet lag, con il bimbo così piccolo per quest’anno mi sa che provo Paje. grazie delle info e buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi