panoramica fiesta beach spiaggiaIl sea club Fiesta Beach è una esplosione di energia. Un villaggio in Tunisia di Alpitour/Franco Rosso pieno tutto l’anno, che sa come intrattenere i suoi ospiti.

Le attività proposte, durante l’arco della giornata, sono davvero tante: catamarano, windsurf, canoa, pedalò, beach volley, acqua gym, tennis (si può giocare anche in notturna), tiro con l’arco, calcetto, freccette, minigolf, bocce (ci sono 6 campi!), palestra, corsi di ballo, giochi aperitivo, stretching, miniclub e chi più ne ha più ne metta.

5 le piscine: quella centrale, enorme e ideale anche per i bambini piccoli perché perfettamente degradante, quella “relax” (più isolata e tranquilla), quella del mini club dotata di 2 bellissimi scivoloni per i più piccoli, una coperta e una termale.

I teli da mare li fornisce e li cambia una volta al giorno il villaggio. Perfetto.

La spiaggia del Fiesta è grande e ventilata. Il mare purtroppo è spesso pieno di alghe (o almeno così l’abbiamo trovato noi negli ultimi 15 giorni di agosto): è caldissimo e, in stile Adriatico, è piacevolmente degradante. A pochi passi è possibile noleggiare le moto d’acqua, fare un giro con il classico paracadute tirato da un motoscafo o un giro a cavallo/dromedario.
Ci sono tanti Tunisini che, solo sul bagnasciuga che è distante dai lettini, provano a vendere cianfrusaglie. Basta dirgli di no e non insistono.

Il sole: picchia, tanto. Nelle ore più calde è consigliabile schiacciare un pisolino sotto l’ombrellone o, meglio, nelle camere climatizzate.

Le camere: spartane e essenziali. Con televisione (si vede rai1 e italia1). Sufficientemente pulite e tenute in ordine.

Il Fiesta Beach è un villaggio all inclusive: ci sono diversi bar (oltre al frigo bar in camera) che offrono gratuitamente drink e caffè (che fa un po’ schifo) fino a notte fonda. Birra e coca cola vanno per la maggiore.

Come si mangia? Così così, dopo un po’ i loro piatti speziati e piccanti stancano. I dolci sono sempre eccezionali ma il resto lascia un po’ a desiderare anche se di sicuro non si muore di fame. Ci sono due ristoranti fondamentalmente (quello vicino alla piscina, chiamato Dolce Vita) e quello centrale sopra la reception. A pranzo si può mangiare anche in spiaggia. Snack vari verso le 16 (crepes, ciambelle e gelato) e a notte fonda.
Vino, birra e bevande sempre gratuite. Acqua gasata in bottiglia e naturale dai boccioni.
Altri due ristoranti a pagamento (uno di pesce – da evitare – e uno di carne (Da Mario, buono)) completano l’offerta. Seggioloni per bambini a volontà.

L’animazione, che come ho già detto, è infinita, è discreta: se non vuoi partecipare non ti assillano come succede spesso in altri villaggi.

Attenzione però: qui si parla prevalentemente francese e quindi gli spettacoli, la sera, anche se sono sempre spesso solo dei grandi balli coreografati, sono in lingua. Poi c’è la discoteca per i più giovani (o il biliardo, il narghilè o 4 chiacchiere, dipende dai gusti!)

Un grandissimo punto a favore del Fiesta Beach per chi ha figli? L’animazione del mini club completamente dedicata. Uno staff instancabile (sono davvero bravi) gestisce bambini dai 4 ai 17 anni. I genitori li affidano a loro al mattino e li rivedono la sera. Tutto il giorno vengono coinvolti in giochi e attività di ogni tipo. Davvero impressionante, mai vista una cosa del genere. Nel mese di giugno va forte il babysitteraggio per i più piccoli: 2,5€ all’ora.

Ci sono due internet point a pagamento (2,5€ per un’ora di connessione da consumare in 3 giorni) che spesso però non funzionano. Se vi portare dietro un netbook wi-fi invece non ci sono problemi (anzi, vicino al campo di tiro con l’arco ho scoperto un hotspot gratuito!).

A pagamento c’è anche un centro benessere super completo.

Se avete bisogno di latte per i più piccoli che hanno ancora bisogno del biberon… ve lo danno loro ai diversi bar. E’ latte italiano.

Cosa non funziona: per poter prendere una sdraio in piscina bisogna alzarsi alle 6/7. Alle 8, sono misteriosamente già tutte occupate con i teli da mare. Uno scandalo. Le persone non ci sono ma le sdraio sono tutte prese. Non è un comportamento ammissibile. Anche in spiaggia gli ombrelloni migliori sono già occupati senza che vi sia nessuno…

Ogni tanto c’è una puzza di acqua marcia che va e viene. Ci si fa l’abitudine ma non è il massimo!
Abbiamo scoperto poi che ci sono altre camere fuori dal complesso principale del villaggio. Se si dovesse capitare là… che sfiga!
Qualcuno ci ha parlato male dell’aria condizionata in camera, non riuscivano a regolarla, troppo freddo. A noi, però, andava alla perfezione.

Attenzione alle prese: qui hanno solo quelle a due fori. Se avete, come è successo a me, una presa a tre, siete rovinati. Portatevi un adattatore da casa, è meglio.

L’attrezzatura windsurf è messa maluccio, se non la rinnovano non so quante altre stagioni possa fare.

Infine: questa recensione l’ho scritta un maschio 🙂
Mia moglie sarebbe stata molto più dura sul cibo, sul mare con le alghe e la spiagga che, verso riva, è spesso piena di cacche di cammello e cavallo 😀

Ed ora… una recensione video della struttura: