Abbiamo passato la settimana di ferragosto al Margarita Village a Kalpitiya, nel nord ovest dello Sri Lanka. Eravamo lì in 11 e in questo post cercherò di raccogliere un po’ le impressioni di tutti.

Chi sceglie questa destinazione lo fa perchè vuol fare kitesurf e noi non facciamo eccezione.

In questa recensione troverai quindi delle informazioni sia sulla struttura sia qualche indicazione per chi fa kitesurf.

Sei pronto? Via!

Il Margarita Village è una struttura molto spartana a Kalpitiya, un paesino con un enorme potenzionale a 2,5 ore di macchina dall’areoporto di Colombo.
Noi lo abbiamo raggiunto prenotando in anticipo un trasferimento dall’areoporto, accordandoci proprio con Ruben, il proprietario del Margarita.
Un comodo minivan ci ha fatto raggiungere il villaggio che è proprio sperduto nel nulla: a piedi non puoi andare da nessuna parte e se affitti un motorino (cosa che ti consigliamo, costa solo 1000 rupiee al giorno, circa 5,5€) puoi comunque al massimo andare al paese dove troverai… poco o niente. Giusto dei negozietti dove fare la spesa e una farmacia molto fornita.

Il Margarita Village è un complesso di 5 bungalow, di cui 4 in legno e uno in muratura che ospita più persone (ci ha dormito una famiglia di nostri amici ed erano in 5).
Il contesto è spettacolare, si è veramente immersi nella natura con tutti i suoi pro e i suoi contro.

Se decidi di soggiornare al Margarita Village devi mettere in conto che… ti dovrai abituare a tante cose. E alcune di questo potrebbero, anzi, dovrebbero, essere migliorate.

Ad esempio:

La notte è difficile addormentarsi: il vento soffia forte e ci sono i versi di tanti animali, soprattutto corvi. Le zanzare danno noia ma sono soprattutto insetti e formiche che si potrebbero infilare nel letto a creare problemi. Le camere non hanno alcun isolamento e quindi è un po’ come dormire nella giungla. Alle 4.30 il gallo comincia a cantare e va avanti fino alle 8. La luce entra subito perchè non ci sono tendaggi pesanti. Vengono pulite una sola volta alla settimana. Potresti svegliarti anche con il fumo in stanza perchè i simpatici locali del posto hanno deciso di bruciare cose a caso (e nessuno gli dice niente…). E’ una esperienza indimenticabile ma ha, come puoi immaginare, i suoi contro. Non è per tutti.
Il bagno è all’aperto. Lo vedi nel video. La pressione dell’acqua e poca e non esiste l’acqua calda. Esce come esce e devi cercare di lavarti così.
L’illuminazione interna è davvero scarsa, non si riesce a leggere nemmeno un libro e questa è un po’ una pecca.

Alla colazione si è invasi da api e mosche. Non so se si possa provare a fare una qualche disinfestazione o se si possa spruzzare qualcosa prima dell’arrivo degli ospiti ma… sono fastidiose.

colazione con api e mosche

I ritmi dei locali sono davvero diversi dai nostri. E ci sta ma se vogliono lavorare con i turisti dovrebbero imparare almeno ad apparecchiare e servire i tavoli. Ne abbiamo discusso davvero tanto tra di noi ed io sono dell’idea che è il gestore, Ruben, a dover insegnare le cose, a controllare. Invece tutto è lasciato un po’ al caso e alla loro buona volontà.
Faccio un esempio.
Alla mattina dobbiamo fare colazione. Sulla tavola non c’è nulla. Ti siedi e aspetti. Con calma, molta calma, arrivano le cose ma loro non sembrano capire i concetti base: se porti una bottiglia d’acqua… devi portare anche i bicchieri. Invece loro prima portano la bottiglia d’acqua, poi magari i piatti con il cibo, poi i bicchieri, poi le posate, magari i tovaglioli… è tutto un po’ un macello. E’ un peccato e, secondo me, lo staff è in gamba e molto gentile ma… non ce la fa. Deve essere formato.
Cucinano bene ma dopo una giornata di kite io sono affamato, mi sbranerei anche un tavolo, non mi puoi portare solo una pescetto con due patate e stop.

La connessione wifi va e viene ma è una costante in tutte le strutture, ti conviente prenderti una sim locale che troverai non appena scendi dall’aereo a Colombo direttamente dentro l’areoporto. Costa tipo 8 euro e hai 3 giga.

margarita-village-sri-lanka

Come scritto all’inizio la struttura è bella isolata e se alla sera non vuoi cenare al Margarita, l’unica è quella di andare in altri resort oppure andare alla caccia di qualche ristorante in centro a Kalpitiya. Mangerai molto riso, riso speziato, riso piccante e pesce sempre molto condito. Preparati perchè, fidati, dopo un po’ non ce la farai più 😉

Alla ricerca di un posto in cui mangiare a Kalpitiya

Alla ricerca di un posto in cui mangiare a Kalpitiya

Sembra che mi stia lamentando e basta ma… secondo me dormire qualche notte al Margarita è una esperienza davvero unica che consiglio. Non ci passerei magari più di una settimana, ecco, quello proprio no.

La laguna, il vero motivo per cui ti trovi a Kalpitiya, è a 10 minuti di macchina o di Tuk Tuk o di motorino dal Margarita. La strada è tutta sterrata e piena di buche ma è assolutamente fattibile.
Le condizioni non sono proprio ottimali, ci siamo rimasti un po’ male. Il vento era rafficato. Ho utilizzato una 9 tutti i giorni (peso 80kg) uscendo anche in mare aperto per provare a vedere se il vento fosse più costante o disteso ma… niente. E’ così, rafficato. Peccato.
I colori sono marroncini, verdoni. Non ti aspettare assolutamente un paesaggio caraibico. Quello lo dovresti forse trovare a dicembre (con molto meno vento), non ad agosto.
Ti consiglio di affittarti un motorino. Costa 1000 rupie al giorno ma ogni volta che prendi un tuk tuk sono mediamente 500 rupiee. Quindi se hai voglia di essere indipendente e divertirti e girare e andare a curiosare… prendi il motorino.

Un altro suggerimento è quello di andare, se non devi imparare a fare kite, a are kite all’isola di Wella (acqua flat e vento costante) e al Dream Spot (un po’ più di chop ma vento sempre meglio che in laguna). La differenza tra le due è che la prima è a un’ora abbondante di barca e al rientro, con il mare contro, non ti passa più. Il dream spot è più accessibile, a circa 15/20 minuti di barca.
Queste due escursioni costano, rispettivamente, 40€ e 30€.
Attenzione al dream spot: mi sono aperto un piede come un deficiente. Se porti le scarpette, potrebbe non essere male. Lo so che è da sfigati, che hai meno sensibilità ma… non rischi di rovinarti la vacanza.

Wella Island

Wella Island

Per le famiglie:
mi sposto con moglie e figlia. Che non fanno Kite. E a Kalpitiya l’unica soluzione è quella di andare a passare la giornata in altre strutture che hanno la piscina (ad esempio l’Horizon o il Blue Whale resort). Questo soprattutto perchè il mare non è bello e non è sicuro per via delle correnti e delle onde.

Kalpitiya si sta trasformando. Stanno cominciando a costruire ovunque. Fra 10 anni probabilmente ci saranno più strade asfaltate e più servizi. Anche adesso ci sono delle strutture super belle (come il Blue Whale resort dove abbiamo anche cenato una sera) ma sono molto costose per essere in Sri Lanka.

Una alternativa al Margarita Village, per quello che ho visto, può essere l’Horizon: una struttura direttamente sul mare, a 5 minuti dalla laguna e con piscina. Il costo era di circa 50€ al giorno per una famiglia con un solo figlio.

Se hai domande non esitare a scrivere qui sotto che proverò a risponderti!

Piscina del Blue Whale Resort

Piscina del Blue Whale Resort

 

piscina Horizon

piscina Horizon beach hotel