E’ un manuale semi-delirante scritto da chi è abituato a comandare in grandi aziende: qualcosa di buono c’è, qualcos’altro è invece un po’ di aria fritta e grandi parole con l’intento di impressionare il lettore. Per lui, sul lavoro (ma probabilmente anche nella vita) non ci sono mai risorse umane da salvaguardare. Perchè,  "L’uno, ormai, vale l’altro".

Sintetizzando in un paragrafo tutto il suo libro basta ricopiare poche righe di pagina 62: "Scalare la carriera richiede determinazione, una buona prestanza di carattere e l’attitudine a utilizzare tutte le occasioni per affermare sè stessi, la propria visione del mondo, il proprio dominio strumentale delle regole, la propria distanza dagli altri. Nel salire verticalmente, come è inevitabile se si vuole risparmiare tempo, non sono previsti alleati".

Mi chiedo: che rapporto avrà in famiglia con i suoi figli? Li considererà degli idioti? (altri filgi di top manager li ho definito pressochè in questo modo)
E sua moglie? E di amici, ne avrà mai quest’uomo? Chissà che vita conduce. E come diavolo fa ad essere oggi direttore di una Università? Non è un controsenso? (tanto per lui nella vita gli altri non contano nulla…)

Da comprare questo libro? Sì, perchè di pazzi fuoriosi sul lavoro, non sempre, ma ogni tanto si incontrano.

Per non smentire la sua fama da "stronzo" (scusate l’inglesismo), Pier Luigi Celli, nei Ringraziamenti del libro, arriva a sfottere tutti quelli con cui ha lavorato in questo modo: "Se c’è un ringraziamento da fare è a quanti hanno esemplificato, prendendosi sul serio, un mondo che poi li avrebbe travolti o, più passivamente, ricondotti ad una normalità senza gloria. E’ loro il merito per le riflessioni che si sono accumulate nel tempo e, qui, hanno poi preso forma di manuale, nell’aspirazione a sublimare un’esperienza che, come noto, non ha quasi mai nulla da insegnare."

Il libro lo trovi ovunque e, ovviamente, anche online. Eccoti alcuni siti (i prezzi sono sempre gli stessi, guarda solo alle differenze nelle spese e tempi di spedizione):

pierluigi celliNote sull’autore: Pier Luigi Celli, classe 1942, è sposato con due figli. Nella sua vita professionale ha maturato importanti esperienze come
responsabile della gestione, organizzazione e formazione delle risorse umane in grandi gruppi, quali Eni, Rai, Omnitel, Olivetti ed Enel. Attualmente è amministratore delegato e direttore generale dell’Università Luiss di Roma.