Ho comperato questo libro perchè l’ho visto pubblicizzato in modo innovativo e…mi sono fatto fregare. 17 euro per un romanzo così sono decisamente soldi sprecati.

Mi rendo conto che sia difficile reggere il confronto con un autore come Michael Ende (prima di questo avevo letto Momo) ma…Alessandro Militi (l’autore) ha ancora tanta strada da fare.

E dire che la trama mi era sembrata promettente: “Massimo ha ventiquattro anni, è ancora vergine e lavora in un bar per pagarsi l’università. Sta per laurearsi in architettura quando incontra Martina, una ragazza bellissima e di buona famiglia che gli viene presentata da Leonardo, il suo unico amico, conosciuto sui banchi della facoltà, che lo ha introdotto negli ambienti che contano. Innamoratosi perdutamente, scopre ben presto quanto sia doloroso essere lasciati per un rampollo dell’alta società. Pieno di rancore e di voglia di rivincita, dopo la laurea decide di partire per un viaggio in Alaska, con la speranza di dimenticare le delusioni e trovare la propria strada. E la svolta. Al ritorno in Italia realizza l’idea imprenditoriale partorita nelle fredde terre del Nord e diventa uno dei più giovani milionari del paese. Per questo, durante un derby, viene avvicinato da un onorevole che vuole convincerlo a entrare in politica. Massimo fa così il suo ingresso nelle stanze del potere, ma una volta diventato parte del sistema inizia a tessere la tela della sua folle rivoluzione…

Lo stile però non ha nulla di particolare, mi sembra sia scopiazzato da altri. Per alcuni versi Baricco e per quelli più estremi e volgari Irvine Welsh.

Per un bel po’ mi è sembrato poi di leggere la storia del marchio “Guru” e il finale è un filo troppo corto e scontato. Le scene di sesso mi sembrano buttate lì per aumentare il ritmo ma…non mi hanno convinto. Tutto sembra studiato a tavolino, come la trama di certi film.

Boh, non mi ha regalato nulla. E se qualcuno me lo chiedesse…non lo consiglierei.

Titolo: Massimo della Vita
Autore: Alessandro Militi
Pagine: 160
Editore: Baldini Castoldi Dalai
Anno: 2010
Prezzo indicativo: 10€

Lo trovi online in vendita qui.

Per farti un’idea, qui trovi un estratto del libro.

Visto poi che l’autore è giovane e sgamato, poteva mancare un profilo su Facebook per Massimo della Vita? No, e di fatti… http://www.facebook.com/massimodellavita

Premio l’autore per il book-trailer, una soluzione per promuovere i libri in voga in questo periodo: