Che bello riscoprire il vero e sano piacere di leggere. Tristemente ammetto di avere letto tanti libri spazzatura. Il confronto con Momo, di Michael Ende non regge. Verso nessuno.

E dire che ho tirato fuori il libro dalla nafatalina. Era su una mensola. Lo devo aver letto quando ero piccolino. E mi son chiesto: “mi piacerà ancora?”

Non mi ricordavo nulla. Ed è stato spettacolare. Un romanzo fatto come si deve. Raccontato con una classe unica, inimitabile dai “giovani” di oggi.

L’autore è quello della Storia Infinita e, Momo, fu il suo primo romanzo.

Racconta di una bambina, Momo, che vive tra le rovine di un vecchio anfiteatro. Ha tanti amici e tutti le vogliono bene. Un bel giorno però arrivano dei “cattivi” che “rubano” il tempo a tutti quelli che la circondano, costringendoli, con astuzia, a lavorare sempre e di più, senza lasciar più spazio ai rapporti umani e senza che possano più ascoltare cosa dice loro il cuore.
Momo riuscirà a liberarli da questa “stregoneria”.

E’ una storiella, è vero, ma è narrata con classe. La magia di avere per le mani un libro con le pagine ingiallite ( la mia è una edizione del 1981) ha di certo fatto la sua parte.

Lo consiglierei? Al volo. Tutti i genitori dovrebbero leggerlo. Tanto per volare con la fantasia, quanto per prendere spunto per qualche favola o per riflettere sul come impieghiamo il tempo durante le nostre giornate stressate.

Titolo: Momo
Autore: Michael Ende
Edizioni: Longanesi
Pagine: 245
Costo indicativo: 15€

Lo trovi online qui e qui e qui.

Michael EndeNote sull’autore:
Michael Ende, figlio del pittore surrealista Edgar, è nato in Germania nel 1929 ed è morto nel 1995.
Ha lavorato nel mondo dello spettacolo e curato regie per il teatro di Monaco.
Il suo primo romanzo, Momo, e La Storia Infinita sono diventati dei bestseller internazionali e da entrambi sono stati tratti dei film.
In italiano Longanesi ha pubblicato Lo specchio nello specchio e La favola dei saltimbanchi, e Salani Le avventure di Jim Bottone, La notte dei desideri, La scuola di magia e La terribile banda dei Tredici» Pirati.

Ora due tributi (li ho scoperti solo ora) di Gianna Nannini e Angelo Branduarti a Momo di Michael Ende:

Gianna Nannini:

Angelo Branduardi