Il liceo sportivo San Benedetto di Piacenza sarà la prima scuola cellulari free in Italia. L’istituto ha inviato una lettera alle famiglie per avvertire che a partire da oggi i loro figli non potranno usare lo smartphone a scuola.

La dirigenza, pur consapevole della grande utilità dei telefoni cellulari, è convinta che il loro utilizzo sia una fonte di distrazione, di comportamenti asociali e di conflitto sia a scuola che a casa.

L’istituto, sull’esempio di altre scuole americane, si è dotato di una speciale tasca (Yondr), che scherma i dispositivi. Una volta chiusa dall’insegnante alla prima ora potrà essere sbloccata solo dagli stessi docenti al termine dell’ultima lezioni. Gli studenti potranno anche tenere con sé lo smartphone, ma sempre in una taschina speciale, che lo rende inutilizzabile.

Come ha spiegato l’istituto: “Dobbiamo ricordarci che l’obiettivo di questi spazi è di incoraggiare le persone a relazionarsi l’una all’altra e al contesto. Crediamo fermamente che ciò permetterà ai nostri studenti di essere maggiormente coinvolti nelle attività di classe e nei compiti, meno dipendenti dalla tecnologia nello svolgimento dei compiti in classe, meno coinvolti in atti di cyberbullismo, meno distratti e meno portati a procrastinare i compiti assegnati”.

Personalmente sono d’accordo, una bella iniziativa. E voi, cosa ne pensate?