dovrebbe esagerare. Tempo fa però uno studio instillava un piccolo dubbio dicendo che un bicchierino però non fa male (leggi: Adesso ci dicono che si può bere in gravidanza)

Una recentissima ricerca però calca ancora la mano sugli effetti nocivi dell’alcol in gravidanza. Non solo sulla salute della donna e del nascituro ma ipottiza effetti di tipo psichico e caratteriale:  bere alcol in gravidanza è stato collegato a una maggiore probabilità di avere ragazzi indisciplinati.

Gli adolescenti le cui mamme bevevano quotidianamente una bevanda alcolica durante le prime settimane della gestazione, hanno tre volte di più la probabilità di avere un “disturbo di condotta/comportamentale”:  aggressività, non rispetto delle regole e della proprietà altrui.

Circa 600 bambini sono stati seguiti dalla nascita fino all’età di 16 anni; coloro che sono stati esposti all’alcol hanno avuto maggiori probabilità di sviluppare problemi comportamentali.
Questo vincolo è stato trovato solo se l’esposizione all’alcol era nei primi tre mesi di gravidanza.

Nel rapporto pubblicato nel Journal of American Academy of Child and Adolescent Psychiatry è stato scritto: “Dal punto di vista clinico, l’esposizione prenatale deve essere considerata come un rischio per il disturbo della condotta”.

Ora, al di là di studi di questo tipo che possono lasciare il tempo che trovano… l’alcol fa male. Non abusarne. Leggi bene il primo post linkato in questo articolo.