bisogna quindi fare per cambiarlo! (vedi: “Cambio pannolino…nel baule!“).

Forse però qualcosa sta per cambiare: l’ASL di Milano e UNICEF Italia stanno provando a “mappare”, sul territorio, quelle aree di sosta dove  la mamma che allatta sarà la benvenuta e dove saranno garantiti accoglienza, riserbo e discrezione.

I Baby Pit Stop UNICEF saranno identificabili e inseriti nello spazio che li ospita, perché allattare al seno è un diritto di madri e bambini e deve tornare ad essere una pratica naturale e pubblica.
È un servizio gratuito, non obbliga all’utilizzo commerciale della struttura e la sua organizzazione e idoneità sono garantite da ASL di Milano e UNICEF con una verifica periodica da parte di BabyConsumers, associazione di tutela dei baby-consumatori, con la collaborazione di IBFAN Italia.

Speriamo che questa iniziativa si allarghi a tutta Italia e che le famiglie abbiano sempre più punti di riferimento in città per poter allattare o cambiare i propri figli.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale: http://www.babypitstop.it