Bravi Bimbi > News bimbi > Baby Pit Stop: un gran bel progetto

Baby Pit Stop: un gran bel progetto

Scritto da barbapapa il 25 Maggio 2011

babypitstopChi ha la fortuna di viaggiare e andare nel resto d’Europa, avrà notato come vi siano spesso molte “facilities” o comodità per le famiglie: zone all’interno di grandi magazzini a loro dedicate, dove stare un po’ in tranquillità, per giocare, allattare o cambiare il bambino.

In Italia purtroppo non abbiamo questa sensibilità. Pochi i bagni pubblici o di esercizi privati (bar, ristoranti) che hanno, ad esempio, un fasciatoio dove appoggiare il bebè per il cambio pannolino. E che acrobazie bisogna quindi fare per cambiarlo! (vedi: “Cambio pannolino…nel baule!“).

Forse però qualcosa sta per cambiare: l’ASL di Milano e UNICEF Italia stanno provando a “mappare”, sul territorio, quelle aree di sosta dove  la mamma che allatta sarà la benvenuta e dove saranno garantiti accoglienza, riserbo e discrezione.

I Baby Pit Stop UNICEF saranno identificabili e inseriti nello spazio che li ospita, perché allattare al seno è un diritto di madri e bambini e deve tornare ad essere una pratica naturale e pubblica.
È un servizio gratuito, non obbliga all’utilizzo commerciale della struttura e la sua organizzazione e idoneità sono garantite da ASL di Milano e UNICEF con una verifica periodica da parte di BabyConsumers, associazione di tutela dei baby-consumatori, con la collaborazione di IBFAN Italia.

Speriamo che questa iniziativa si allarghi a tutta Italia e che le famiglie abbiano sempre più punti di riferimento in città per poter allattare o cambiare i propri figli.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale: http://www.babypitstop.it





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «News bimbi» e tag «, , ».

Commenti

5 commenti a “Baby Pit Stop: un gran bel progetto

  1. Noi facciamo spesa sempre in un grande centro commerciale a 20 minuti da casa, e dentro c’è anche una grande Ikea superattrezzatissima per i baby, sia per farli mangiare (nn da un orco, anche se ogni tanto un mozzichetto al volo lo farei dare volentieri alla nana paraventa!!) che per cambiarli e lavarli. Anche all’interno dello stesso centro commerciale sono dislocati svariati bagni tutti attrezzatissimi con fasciatoi ed assistenza baby.
    Assistenza “all’aperto” ne ho trovata solo a San Marino la scorsa estate: era proprio una casetta di legno, tipo quelle da giardino, nel bel mezzo della passeggiata nel borgo di San Marino, attrezzatissima con poltrone, giochi, fasciatoi dotati di pannolini, creme e tovaglioli umidificati……. bello.

  2. ecco una mamma che cambiava il proprio bimbo sulle ginocchia del papà! qui da noi i centri commerciali sono 2(woowwww) e solo in uno c’è un bagno solo per bambini e una bella area dove poter portare i bambini mentre tu fai la spesa,certo è a pagamento ma il costo è proprio esiguo. impensabile un area attrezzata per le mamme che allattano ma sarebbe proprio una bella idea.speriamo che possa svilupparsi non solo a milano

  3. Premesso che Giorgio è abituato a farsi cambiare ovunque, dal sedile di guida con tanto di cambio al pseudo-fasciatoio volante in autogrill con tanto di lavaggio con acqua fredda passando per il passeggino in mezzo al bagno pubblico…..
    Ho scoperto con piacere che in un centro commerciale tra Prato e Firenze c’è una bellissima ed attrezzatissima nursery. L’ambiente è bello e rilassante (le parete sono dipinte come il cielo), è provvista di 2 fasciatoi, scaldabiberon, microonde, bilancia pesaneonati, seggiolone, distributore di pannolini e altro(unica cosa a pagamento), distributore di acqua fredda e a temperatura ambiente, due bagni per i bambini (uno con sanitari mini, da zero a sei anni), sedie e puff, casetta gioco e comodo divano nel rispetto della privacy perchè è posizionato in modo che sia poco visibile da chi entra e esce. E’ sicuramente la nursery più bella che abbia mai trovato!
    Al secondo posto c’è l’area relax dell’ikea, con fasciatoio, pannolini, salviette, scaldabiberon, luci soffuse, divano e poltrona per allattamento. Ma è utilizzabile da massimo due mamme per volta(sempre che ci vogliano stare in due!
    E poi ci sono i negozi Prenatal, soprattutto i megastore!
    Però… devo dire che mi è capitato di arrivare in un negozio all’orario di chiusura e la commessa si è preoccupata di me, pensando che avevo bisogno di allattare o cambiare Giorgio ed offrendomi di farmi entrare a negozio chiuso! 🙂
    Comunque…….. era ora che qualcuno ci pensasse alle aree bebè!!!!

  4. Che idea meravigliosa. Noi, se non troviamo aree nursery nei centri commerciali, ci appoggiamo ai negozi per bambini, Brums, Chicco, Prenatal, … hanno quasi sempre l’area attrezzata e sono molto gentili (anche se non compri niente!) oppure in Feltrinelli, sembra strano ma hanno sia il fasciatoio nel bagno che di solito e’ grande e pulito e ti scaldano il biberon/pappa con piacere.
    D’altro canto mi e’ capitato un autogrill dove per entrare nel bagno con il fasciatoio ci voleva la chiave e per farti dare la chiave dovevi lasciargli le chiavi della macchina… mah, chissa’ cosa c’era dentro, un fasciatoio in oro?! ovviamente non lo so perche’ a quel punto abbiamo cambiato il pupo in auto (per fortuna aveva ancora la carrozzina!)

  5. Finalmente, io a parte Ikea non ho mai trovato niente di davvero a portata di bambino…………
    L’igiene nei centri commerciali lascia sempre a desiderare……..ma speriamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi