Meno ore trascorse davanti allo schermo di tv e smartphone o seduti sul passeggino, oltre alle giuste ore di sonno, aiuta i bambini a crescere in modo più salutare e a prevenire l’obesità. È quanto consigliato dall’OMS in una direttiva sulla salute dei bambini al di sotto dei 5 anni.

La prima infanzia è un periodo di sviluppo molto rapido, nel corso del quale i modelli di vita familiare vanno adattati alle esigenze dei più piccoli per garantirne il benessere. Tuttavia sempre più spesso si vedono bambini costretti nei passeggini, che giocano con tablet o smartphone perché non disturbino.

Secondo gli esperti è assolutamente vietato posizionare un bimbo di meno di due anni davanti al Pc o alla Tv. Anche quando i bimbi di meno di un anno non stanno ancora in piedi è bene sollecitarli più volte al giorno, ad esempio con mezz’ora di attività fisica sul ventre. Il sonno deve variare tra le 14 e le 17 ore al giorno fino a tre mesi, e tra le 12 e le 16 ore tra i 4 mesi e l’anno di età.

Dal primo anno in poi all’attività fisica non possono essere dedicate meno di tre ore al giorno mentre il sonno passa tra le 11 e le 14 ore. Dai due anni in poi il bambino non dovrebbe comunque mai rimanere esposto passivamente davanti ad uno schermo più di un’ora al giorno. Tra i 3 e i 4 anni l’attività fisica passa a tre ore al giorno delle quali almeno un’ora di movimento moderatamente vigoroso, le giuste ore di sonno diventano tra le 10 e le 13.

Il segreto, quindi, è meno sedentarietà, giuste ore di riposo e giocare in modo sano.