Purtroppo sempre più neomamme sottovalutano i segnali della depressione post parto e non cercano aiuto.

Che cos’è la depressione post parto?

La depressione post partum è molto diversa dal baby blues.
Non è una condizione, spesso passeggera, dettata da uno sbalzo ormonale.
Possiamo considerare e chiamare a depressione post-partum “la sorella maggiore del baby blues”.
La depressione post-partum è molto reale e non è una cosa di cui vergognarsi. Può colpire anche molti uomini ma colpisce tipicamente almeno il 20% delle partorienti.

E’ un disturbo clinico che si può curare con successo. E si deve curare.

In un recente studio della Royal College of Psychiatrists risulta invece che oltre 1/3 delle donne non è nemmeno a conoscenza della depressione post partum e, quando vi si trova coinvolta, non è in grado nè di riconoscerla nè di chiedere aiuto.

Un’altra organizzazione, la The charity 4Children, ha però messo in evidenza come la depressione post partum venga troppo spesso curata esclusivamente con farmaci anti depressivi.

“Quello di cui una donna ha realmente bisogno – hanno detto – è di supporto e attenzioni, non isolamento e mancanza di sostegno”.

Dal momento che questa condizione è davvero pericolo perchè può sia minare il rapporto di coppia sia viziare il rapporto con il bambino, ti invitiamo anche a dare una lettura ai seguenti post: