La cantante Adele ha confessato per la prima volta in un’intervista a Vanity Fair di aver sofferto di una brutta depressione post partum dopo il primo figlio Angelo. Era letteralmente tormentata dal pensiero che la maternità fosse stata la scelta peggiore della sua vita, di essere inadeguata al ruolo di madre.

Uscire da questa condizione non è stato facile per la cantante. Ad aiutarla è stata l’attuale compagno e padre del bambino, Simon Konecki, che le ha consigliato di confrontarsi con altre madri. Inizialmente era dubbiosa e intimorita dal fatto di dover confessare a qualcun altro i suoi timori, ma quando ha trovato il coraggio di aprirsi si è resa conto di non essere l’unica ad avere paura e si è sentita meno sola.

Adele ha capito anche che era necessario prendersi del tempo per se stessa. Come ha dichiarato a Vanity Fair: “Mi regalavo un pomeriggio a settimana per fare quello che volevo, senza il mio bambino. Una mia amica mi ha detto «Davvero? Non ti senti male?» le ho risposto «Non così male come mi sentirei se non lo facessi»”.

Angelo adesso a 4 anni ed è figlio unico. Per il momento, infatti, la cantante non sembra intenzionata a dargli un fratellino.