Bravi Bimbi > News bimbi > I bambini nati con il cesareo sarebbero meno intelligenti dei bambini nati naturalmente?

I bambini nati con il cesareo sarebbero meno intelligenti dei bambini nati naturalmente?

Scritto da News Bimbi il 11 Agosto 2012

Questo week end sono in vena di riportarvi studi americani. Uno recente, effettuato prendendo a modello dei topolini di laboratorio, rivelerebbe che i bimbi nati da parti normali potrebbero essere più intelligenti di quelli venuti al mondo con parti cesarei.

Al momento del parto, viene rilasciata una proteina chiamata UCP2 che si assimila diciamo in maniera tradizionale non con il cesareo.

Lo studio, a mio avviso un po di parte, pone inoltre l’accento sul fatto che le nascite “artificiali” sono aumentate e sono pericolose perché possono portare a sterilità ed emorragie interne e che il parto naturale è comunque da preferire.

Ovviamente è così per tante ragioni, una delle quali, la più banale forse è che si tratta di un’esperienza unica e imperdibile e farsela rovinare da un intervento chirurgico può snaturare la nascita.

In molti casi di madri apparentemente sane ed in grado di dare alla luce bimbi in maniera naturale però il cesareo non è possibile evitarlo.

Quindi, mi domando perché si continui ad insistere sull’importanza del parto naturale terrorizzando spesso quelle donne che sono costrette per cause di forza maggiore a ricorrere all’intervento.

Nel pezzo da me considerato venivano criticate alcune donne dello star system per aver intrapreso questa strada per paura e per comodità.

Addirittura se ricordate, Jessica Simpson era stata additata per aver scelto il cesareo ed una modella compagna di Orlando Bloom aveva fatto la figura della perfida maleducata per aver detto che non voleva “drogare” suo figlio con antidolorifici e che quindi, preferiva partorirlo in totale naturalezza senza nemmeno un aiutino per mitigare il dolore.

Insomma, in questo periodo mi sento un po’ polemica. Si tende troppo a spaventare le future madri dicendogli cosa può far male o bene ai loro figli ed indirizzandole verso scelte di un determinato tipo.

É scontato ed ovvio che se siamo fatte in un modo se la natura ci ha dato certe possibilità, seguirla è sempre la soluzione migliore, ma quando non è possibile farlo perché la medicina o altri intoppi si mettono di mezzo? Cosa dovremmo fare care mamme, vivere male o con la coscienza non pulita per aver preso la strada, forse più semplice ma più sicura?

Fatemi sapere un po cosa ne pensate! E sopratutto quali sono i vostri sentimenti a riguardo!





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «News bimbi» e tag «, ».

Commenti

8 commenti a “I bambini nati con il cesareo sarebbero meno intelligenti dei bambini nati naturalmente?

  1. Io non so cosa pensare…
    Sinceramente sono molto confusa….
    Io ho dovuto fare un parto cesareo programmato verso la fine della 38° settimana, perché mia figlia era podalica, non avevo ancora sentito una contrazione, e quando mia figlia è nata, mi è stato detto che era circa una settimana che non mangiava, perché la placenta era invecchiata e aveva già cominciato a calcificare…ma dall’ecografia, quest’ultima cosa, non si era visto…

  2. Anch’io son di quelle che hanno dovuto ricorrere al cesareo programmato per presentazione podalica, ma se non avessi avuto questo problema , non avrei fatto nemmeno l’epidurale:volevo vivere l’esperienza così come veniva, e vi dirò che tra tutte le mamme che conosco sono più quelle che non hanno avuto problemi al momento del parto che quelle che hanno sofferto o subito danni…Son d’accordo quindi sul fatto che si tende a terrorizzare un pò troppo, mentre sul discorso relativo alla notizia , la mia personale esperienza dice che Alessio non è meno intelligente di altri, anzi…

  3. ragazze sono d accordo con voi….io ho dovuto fare un cesareo d urgenza alla 35e mezza settimana perchè il mio amore aveva rotto la sacca e rischiava di rimanere senza liquido altrimenti avrei fatto senza dubbi il naturale nn avendo nessun problema….e nn direi proprio che questa notizia è vera anzi!!!per me notizie,studi e medicisbagliano troppe volte….meno intellig.i nostri figli?nn direi proprio!!
    Ciao

  4. a mio parere, sti americano fanno troppi studi idioti…non credo sia affatto cosi personalmente. poi…non so

  5. Più che ad essere idiota lo studio in sè (del resto, esistono centinaia di ricerche di questo genere), credo sia sbagliato il presupposto di partenza: com’è possibile pensare che una sola variabile possa condizionare la crescita di un individuo complesso come l’uomo ? Per una variabile comune (il parto cesareo come l’allattamento artificiale o l’uso dei pannolini o lo svezzamento tardivo o che altro ne so io…)ce ne sono migliaia che possono condizionare il risultato finale, fattori a cui gli studiosi probabilmente non potrebbero avere nessuna possibilità di accesso. Per questo motivo, immagino, studi simili danno risultati, ad essere buoni, molto parziali…

  6. Mamme precisiamo, io non do manforte a questo studio! a voler ben vedere come dico all’inizio l’analisi è stata fatta su dei TOPI non degli esseri umani! il modo in cui un bambino viene al mondo non è importante. Ma lo è come il bimbo viene stimolato ed il tipo di famiglia in cui cresce! sono d’accordo con mamma Laura cmq, entrano in gioco troppe variabili!

  7. Tranquilla, è evidente che lo hai proposto come argomento per stimolare la discussione, peraltro interessante! Sul cesareo posso solo aggiungere che rimane, da parte della mamma, una specie di rimpianto per non aver vissuto insieme al nascituro un’esperienza iniziatica potente come quella della nascita naturale, e di aver dovuto invece vivere le attese e i preparativi e le conseguenze di un intervento chirurgico qualsiasi.

  8. io ho fatto tutti e due i parti…..sono due esperienze diverse con quello naturale soffri molto nell immediatezza con il cesareo impieghi un pò di tempo a riprenderti ma niente di sconvolgente se si può naturalmente il cesareo va evitato ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi