Jamie-Lynne Knighten, una giovane mamma di due bambini, era alla cassa di un supermercato, quando uno dei suoi figlia è scoppiata a piangere e non c’era verso di calmarla. Alle grida della piccola, si è aggiunto che non aveva soldi contanti e la sua carta di credito canadese era stata bloccata per una questione di sicurezza perché la stava usando in California senza aver avvertito preventivamente l’istituto di credito.

La situazione era veramente critica, ma il ragazzo che si trovava dietro di lei, anziché spazientirsi, con un sorriso si è offerto di pagare il conto. Jamie ha subito rifiutato, ma lui ha insistito con tanto garbo che alla fine gli ha permesso di saldare il conto, con l’intenzione di restituirgli la somma. Come ha dichiarato la donna: “Non siamo abituati a vedere un gesto generoso e gratuito e spesso non è così facile neppure riconoscerlo a primo acchito quando ci si presenta davanti in modo così spontaneo. È stato come sentire un enorme abbraccio”.

Matthew, così si chiamava il ragazzo, le ha detto di non volere nulla in cambio, le chiedeva solo di fare altrettanto quando si fosse trovata a vedere qualcuno in difficoltà. Ma Jamie, non contenta, ha voluto sapere dove lavorasse per fargli almeno un regalo di ringraziamento. quando ha chiamato nella palestra dove lavorava, però, ha scoperto che il ragazzo era morto in un incidente d’auto.

La donna ha scritto di getto sulla sua pagina Facebook per raccontare la sua storia ed è stata contattata dalla famiglia di Matthew, che l’ha ringraziata per aver condiviso quella storia a conferma del fatto di aver avuto un figlio generoso e buono. Lasciatemelo dire, forse era un angelo.