La preside di una scuola media di Roma (il Viscontino), ha fatto una richiesta molto particolare ai docenti di prima media: non mettere voti sotto al 5. La decisione riguarda però solo il primo quadrimestre. La decisione della preside nasce dalla preoccupazione per il i ragazzi, che scoraggiati da un brutto voto, decidono di abbandonare gli studi.

La decisione della preside, tuttavia, ha lasciato molti insegnanti perplessi. Livellare tutte le insufficienze al 5 politico, infatti, sarebbe ingiusto verso chi ha insufficienze meno gravi. Non tutti però la pensano così, come il il presidente dell’Associazione nazionale presidi, che ha dichiarato: “È una legittima e ragionevole scelta, parliamo di ragazzini di prima media”.

Il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti ha etichettato come strana la scelta della preside, invitando gli studenti a capire che il voto non è un giudizio sulla loro persona. Insomma, a 11 anni forse non si ha tutta questa maturità. E voi, cosa ne pensate?