del 2,69% l’anno  per i padri.
Ma i tassi durante il primo anno subito dopo la nascita di un bambino sono stati  per mamma e papà, rispettivamente, dello 13,93% e 3,56%.

“Questi elevati tassi di depressione nel periodo post-partum non stupiscono perchè sono soprattutto legati a tutte le “novità” che porta in casa un primogenito/neonato: mancanza di sonno per i neogenitori, il nuovo impegno richiesto, le maggiori responsabilità, e la pressione che tutto questo potrebbe esercitare sul rapporto di coppia “, hano detto Shreya Dave e colleghi, del Medical Research Council di Londra.

“C’è inoltre un legame consolidato tra la depressione e l’ambiente sociale e lo stutus dei genitori. Povertà, disoccupazione, la mancancaza di ammortizzatori sociali potrebbero aggravare la situazione”.

Infine, “Più il genitore è giovane, meno  può essere in grado di affrontare lo stress della paternità rispetto ai genitori “più anziani”.