Purtroppo per i bambini si sta indebolendo l’offerta sui palinsesti “generalisti”: la programmazione specifica scompare negli ultimi anni su Canale 5, Rai 1 e La 7, e si ridimensiona su Rai 2 e Italia 1. Unica eccezione Rai 3, con un significativo 9% giornaliero di programmazione dedicata ai bimbi nel weekend.

A fronte e anche in ragione di questa tendenza, le tv digitali hanno invece saputo cogliere l’occasione di riempire un vuoto. Nelle famiglie in cui c’è l’abbonamento a SKY, i bambini passano più della metà della loro giornata proprio guardando i canali satellitari (che offrono diversi contenuti ideonei).

Per come la vedo io che, ad oggi, non ho ancora un figlio (vediamo se tra 2 mesi cambierò idea): il fatto che la TV generalista e di Stato non presti attenzione ai più piccoli è davvero un brutto segnale. Sono cresciuto guardando tutti i cartoni animati su Mediaset, sulle tv nazionali e i telefilm per bambini sulla RAI. Che tutto questo vada in mano delle TV satellitari… non lo so, ho paura che possano, da una parte, offrire davvero “troppi” contenuti (così i bambini non si staccheranno mai) e dall’altra, che li rimbambiscano con troppa pubblicità studiata ad hoc.

E tu, cosa ne pensi?

(Scarica qui lo zip con la ricerca completa di Starcom sulla TV dei bambini)