Se non ti bastassero la tonnellata di ricerche scientifiche che invitano le future mamme a smettere di fumare il prima possibile, sappi che altri ricercatori, in uno studio pubblicato sulla rivista Pediatric Allergy, Immunology, and Pulmonology, ha riscontrato che la nicotina puà influenzare alcune zone del cervello del feto deputate a regolarne la respirazione.

Questo cosa significa? Che se fumi il tuo neonato potrebbe sperimentare pericolosi episodi di apnea più lunghi della media (l’apnea, nei neonati, è comunque un fenomeno normale e frequente)

Tutti i neogenitori vengono sempre messi in guardia dalla SIDS (Leggi: come va messo il neonato nella culla) che è la  causa principale di morte durante il primo anno di vita e il collegamento tra fumo materno e la SIDS è più che certo.

L’esposizione prenatale al fumo di sigaretta mette a rischio i bambini aumentando di 2-5 voltei rischi di  SIDS e di nascite nascite premature.

I ricercatori del Cincinnati Children’s Hospital Medical Center in Ohio, hanno scoperto che l’esposizione (indiretta) alla nicotina compromette il buon funzionamento delle vie respiratarie nel feto.

I neonati di madri che hanno fumato durante la gravidanza sofforno di più pause nella respirazione (apnea infantile) e hanno minori capacità di risvegliarsi dal sonno qualora gli manchi l’ossigeno.

Questo tipo di informazioni deve essere sempre più diffuso e il fumo non deve essere preso con leggerezza.

P.S.
Anche i mariti/compagni non dovrebbero fumare.