I Nas hanno scoperto quasi 100 falsi certificati o autocertificazioni di vaccinazioni mai effettuate sui bambini. È quanto emerso dal monitoraggio nazionale svolto dai carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità in 1.493 scuole in Italia. I genitori responsabili sono stati tutti denunciati per aver tentato di sfuggire alla riforma sui vaccini obbligatori in età scolastica.

Il monitoraggio è stato effettuato dai carabinieri del Nas a settembre 2018 per verificare la veridicità delle certificazioni e autocertificazioni per l’adempimento degli obblighi vaccinali dei minori presentate dai genitori presso le segreterie degli istituti scolastici al momento dell’iscrizione dei figli a scuola.

Nel corso dei riscontri sono stati rilevati 96 episodi di acclarato falso documentale di autocertificazioni attestati la copertura vaccinale obbligatoria ai sensi della Legge 119/2017, sottoscritte dai genitori, delle quali non è stato trovato riscontro documentale presso le Asl competenti. Ora i genitori dovranno rispondere per il reato di falso ideologico commesso in atto pubblico.