L’importanza del massaggio al neonato è comprovata da tantissimi studi e ricerche. Il contatto fisico, sotto forma di carezze e massaggi, riduce il livello di cortisolo, l’ormone dello stress, e quindi abbassa il tasso di ansia, oltre a regolarizzare il ritmo cardiaco e la pressione arteriosa. Ma non solo, un tocco dolce e amorevole stimola la produzione di ossitocina, un ormone e neurotrasmettitore che induce uno stato di calma, benessere e rilassamento.

In questo post non parliamo di tecniche di massaggio. Vogliamo semplicemente ricordare quanto sia bello e importante farlo. Ci sono anche diversi corsi che le neomamme possono seguire una volta tornate a casa dell’ospedale. Non si mai in ritardo o in anticipo nel massaggiare il proprio bambino 🙂

Uno studio effettuato dal Touch Research Institute di Miami su un gruppo di neonati prematuri,  ha messo in evidenza come 45 minuti di massaggio al giorno, suddivisi in tre sedute di 15 minuti ciascuna, facesse aumentare il peso dei bebè più del 50% rispetto a quello dei loro colleghi del gruppo di controllo, a parità di latte somministrato.*

Il tocco ha un effetto calmante sui bambini: uno studio di Triplett e Arneson su bambini di età prescolare ricoverati in pediatria ha messo in evidenza come, in caso di dolore e sofferenza su 40 episodi di conforto verbale solo 7 sono stati efficaci mentre il conforto tattile ha funzionato in 53 casi su 60.**

“Il tocco è dieci volte più potente del contatto verbale o emozionale e riguarda praticamente tutto ciò che facciamo. Nessun altro senso può eccitarci tanto quanto il tocco… Il tocco non è fondamentale solo per la nostra specie ma ne è il fondamento stesso” (S.Schanberg)

E’ fondamentale che chi massaggia sia centrato e percepisca l’energia di chi si fa massaggiare.
Il massaggio è un’arte, non basta imparare una tecnica e applicarla, occorre andare molto più in là: “Il massaggio è soprattutto una questione d’amore” (Osho).

*Field T. et al., “Tactile-Kinesthetic stimulation effects on preterm neonates”
** Triplett J., Arneson S., “Te use of verbal and tactil control to alleviate distress in young hospitalized children”.

Fonte: “Sono qui con te

Questo invece il racconto di una delle nostre mamme, che ha seguito un corso di massaggi neonatali: “Massaggio neonatale – Il corso