Un nuovo studio ha confermato che i bambini che più piangono a due settimane sono quelli più tenuti in braccio a 5 settimane. In altre parole, sembra che nascano già sapendo ciò che vogliono e come ottenerlo. "Tutti i neonati amano essere tenuti in braccio, perché così si stimolano i ricettori di pressione che li aiutano a rilassarsi," dice Tiffany Field, Ph.D., direttrice del Touch Research Institute della University of Miami Medical School. Ma coccolarlo ogni volta che piange non è per niente realistico (insomma, devi anche poter farti la doccia!).

Segui i consigli qui sotto per dargli ciò che gli serve senza impazzire.

Tienilo nel marsupio.
Ti manca il riuscire a fare le cose con due mani come aprire la posta? Riottieni l’uso di entrambe le braccia con un marsupio.

Prova una culla o un dondolo 
"Il movimento ricorda molto le braccia della mamma" dice la Field.

Accetta l’aiuto.
Pochi sanno dire di no a un bambino da tenere in braccio.

Non sentirti in colpa. 
Dì, "La mamma torna sempre" poi mettilo giù e finisci ciò che devi fare. Chissà, potrebbe anche imparare a calmarsi da solo. 🙂