Cosa cambia a quell’età?
E’ il momento in cui il sistema digerente è quasi del tutto sviluppato e può gestire senza grossi problemi gli acidi contenuti in questi frutti.

Come per tutti i succhi di frutta, i dietisti raccomandano di diluirli in modo da avere una parte di acqua e tre parti di succo. Questo li rende meno aggressivi per il suo stomaco e riduce la quantità totale di succo assunta. Considerato che bere troppo succo di frutta è collegato sia a obesità che a malnutrizione, l’Accademia americana di pediatria raccomanda quanto segue:

  • Niente succo prima dei sei mesi. Niente succo di agrumi prima dei 12 mesi.
  • Quando gli dai del succo, versalo in un bicchiere, non nel biberon, per scoraggiar sorsi prolungati… Il succo rimane troppo intorno ai denti e lo zucchero inevitabilmente contenuto provoca le carie.
  • I bambini da 1 a 6 anni non dovrebbero bere più di 100 – 150 grammi al giorno.
  • Quando lo compri, assicurati che sia succo al 100%. Molte bevande a base di frutta contengono solo piccole quantità di frutta.
  • "Prima di fargli mangiare uno spicchio d’arancia, togli con cura i semi, la buccia e la membrana, perché sono difficili da masticare e possono farlo soffocare," dice Susan Moores, esperta nutrizionista di St.Paul nel Minnesota e portavoce dell’Associazione Dietetica Americana. E fino a che non avrà due anni e non sarà in grado di masticare bene, taglia sempre la frutta in piccoli pezzettini. Pezzi troppo grossi potrebbero sembrare morbidi e facili da masticare, ma possono essere un po’ viscidi e inavvertitamente scivolargli in gola facendolo soffocare.