Bravi Bimbi > In cucina: ricette > Gli alimenti BIO sono più salutari?

Gli alimenti BIO sono più salutari?

Scritto da barbamamma il 07 Marzo 2019

prodotti-BIO

Da mamma magari te lo sarai chiesto: se compro i prodotti BIO, faranno meglio alla salute del mio bambino?

Gli alimenti biologici seguono processi produttivi come coltivazione, raccolta, conservazione, allevamento, trasformazione, confezionamento ed etichettatura secondo le indicazioni del metodo di produzione biologica dei regolamenti (CE) n°834/07 e 889/08.

Consultando la banca dati BIO, del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MIPAAF), che fornisce informazioni sui prodotti fitosanitari nella gestione delle colture in agricoltura biologica, è possibile verificare l’esistenza di prodotti fitosanitari ammessi, potenziatori delle difese delle piante, che includono sostanze naturali che agiscono per via fisica o meccanica, in grado di migliorare la resistenza delle piante, chiamati pesticidi di origine naturale.

Dal punto di vista nutrizionale, una recente revisione di più di 300 studi scientifici ha messo in luce una reale differenza tra i vegetali biologici e quelli coltivati con agricoltura convenzionale; in particolare nei prodotti BIO sono stati rilevati maggiori concentrazioni di antiossidanti e una quantità di pesticidi circa 4 volte inferiore.

Tuttavia, nonostante questi dati siano stati accolti dalla comunità scientifica con grande interesse, è un’area di ricerca ancora molto giovane. Deve quindi esserci un certo rigore scientifico e devono essere fatti ulteriori approfondimenti con futuri studi per provare che esista una reale collegamento tra questi risultati e una ricaduta positiva sulla salute.

I pochi dati che oggi abbiamo disponibili non sono infatti sufficienti a dimostrare un forte beneficio derivante dal consumo di questi prodotti per i consumatori.

Oltre ai prodotti di origine vegetale, esistono diverse categorie di alimenti che derivano da animali allevati seguendo le normative di produzione biologica. Si possono trovare infatti al supermercato uova, latte e derivati, carni bianche, rosse e carni lavorate. Per quanto riguarda questi prodotti, gli studi effettuati sono ancora limitati. Per esempio, una recente review ha mostrato che effettivamente questi prodotti contengono una quantità minore di pesticidi. Esiste però una posizione scientifica alquanto condivisa che cerca di spostare l’attenzione verso la diminuzione del consumo di prodotti di origine animale indipendentemente dalla produzione biologica.

Infine, negli scaffali dei supermercati è sempre più frequente vedere su molte confezioni un’etichetta con la scritta BIO o “da agricoltura biologica“; per avere questa dicitura l‘alimento deve contenere almeno il 95% degli ingredienti di cui è composto coltivati con metodo biologico.

La dicitura “biologico” che si trova sulle confezioni non deve però trarre in inganno i consumatori, in quanto per ottenere il marchio BIO è sufficiente che si garantisca che gli alimenti derivino da coltivazioni a norma, senza per questo dover assicurare un profilo nutrizionale migliore dei prodotti non biologici.

 





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «In cucina: ricette» e tag «, ».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi