Gli Zoobles sono la risposta femminile a Bakugan.
Ora, che tu abbia un maschietto o una femminuccia, non posso credere che non abbia mai visto quelle sfere di plastica che, se gettate per terra o colpite, si aprono di scatto rivelando un personaggio al loro interno.
E’ un gioco molto diffuso e il seguito che il cartone animato ha in televisione lo testimonia.

Gli Zoobles sono degli animaletti tutti colorati e non potevamo sottrarci a questa moda che invaderà anche la nostra penisola (in America e nel resto d’Europa sono già vendutissimi).

Preferiamo questi giochi a quelli “elettronici” perchè sviluppano la fantasia dei bambini.

Li abbiamo messi in mano alla barbabimba per capire se, al di là di tutta la pubblicità che verrà, sono giochini da “una botta e via” oppure se possono “durare” e diventare di buoni compagni.

“Ma che belli i miei Bakugan”!
Ma, no, si chiamano Zoobles!
Ti piacciono?
“Sììììì… tu quale sei?”

E via, abbiamo cominciato a giocare insieme. Ognuno di loro viene venduto con una “casetta” dove può riposare. Ha una base magnetica e quando le palline tutte colorate vengono posate sopra, si aprono automaticamente.
Poi, siccome la mia pazienza talvolta è limitata, me ne sono andato e l’ho lasciata da sola.
L’ho ritrovata che li faceva parlare tra di loro, li lanciava e inventava storie mirabolanti. Perfetto, adoro vedere mia figlia che si perde via con la testa.

Qualche giorno dopo siamo andati al supermercato e ne ha voluto portare uno con sè. Sembrerebbe che non siano dei giochini da una botta e via! 🙂

Il costo varia da 7 euro a 25 euro per le confezioni più complesse.

Il problema è che ci sono in giro circa 150 animaletti diversi. E sono tutti così particolari che spero che nostra figlia non li voglia tutti!
Vabbè, vedremo come andrà a finire.

Questo è il sito ufficiale: www.zoobles.it mentre su FB trovi la pagina che conta già più di 16.000 like: www.facebook.com/ZooblesItalia

E’ tanto che non facevamo delle foto e… ci siamo lasciati prendere la mano 🙂
Ecco la Barbabimba in azione!

Shortcode message

Gallery error

la matrice immagini è vuota

Qui invece ho trovato dei disegni da colorare sugli Zoobles.
Questo invece un video commerciale che rende bene l’idea del prodotto (non in italiano) e, soprattutto, ti farà intuire quando questi giochini potrebbero diventare “addicted”: