Ciao Gloria e grazie per il tuo tempo, quello delle mamme è sempre limitato! 😉

Sei in rete con un blog dal nome “Buongiornomamma” e tutti i social annessi e connessi.

Non ti manca niente, soprattutto il sorriso che è un’arma potentissima ai giorni nostri.

 

Mi sbaglio o sei una persona estremamente solare e positiva? E’ “colpa” della Romagna?

Ciao Riccardo! Questa domanda è bellissima perché hai associato alla mia terra delle caratteristiche che credo siano davvero di molti romagnoli. E ne vado fiera.

L’essere sorridente comunque fa parte del mio carattere e, nel corso degli anni, è qualcosa che mi son sentita riconoscere più volte. Pensa: fin dai tempi antichi, addirittura dai prof. del liceo!

Ovviamente mi fa molto piacere sentire che anche nello spazio che mi sono ritagliata online riesco a trasmettere un po’ di positività…che di notizie cupe, ahimè, è pieno il mondo.

Il blog è online dal 9 aprile 2016, come è nato? Che cosa ti ha fatto scattare la molla?

Mia figlia. Lei è stata la mia più grande motivazione.

Prima che nascesse la mia vita era parecchio diversa: lavoravo fuori casa e tornavo tardi la sera. La giornata di molti.

I suoi occhioni mi hanno dato la spinta necessaria per mettermi in gioco ed iniziare questa nuova avventura nel web da zero. Sono davvero felice di averlo fatto ma sono anche consapevole di essere stata nella condizione di poterlo fare. Mi ritengo molto fortunata.

Quello che voglio aggiungere, però, è che avere chiaro il proprio obiettivo aiuta tantissimo. La costanza e la passione le devi portar tu da casa.

gloria-buongiornomamma

Sei una smanettona? Ti intendi di grafica e tutte quelle cose un po’ nerd oppure ti sei fatta aiutare?

Il blog l’ho disegnato su un foglio di carta e mi sono affidata ad un webmaster per vederlo realizzato. Meme, immagini, video e quant’altro, invece, sono farina del mio sacco e mi diverto quotidianamente a creare qualcosa di ironico per chi mi segue.

Quindi direi che sì, sono un po’ nerd…dentro ma anche fuori. Porto gli occhiali, tengo i capelli praticamente sempre legati, vorrei truccarmi bene ma la mattina mi limito a spalmare sul viso un fondotinta buonissimo…invocando il miracolo. Insomma, vivo sperando che mio marito non incontri mai l’oculista.

Quanto tempo ti occupa la gestione del blog e dei social?

Dipende dalle giornate e dalle scadenze. In ogni caso, in linea di massima, il tempo in cui mia figlia è all’asilo lo dedico a questa attività (tra una lavatrice e una pentola di brodo).

Ovviamente l’ispirazione per i miei contenuti non arriva a comando e quando mi capita di avere una buona idea cerco di appuntarla subito da qualche parte.

I social sono fantastici perché permettono di avere un contatto ed un feedback immediato con chi ti segue ma, d’altro canto, richiedono tanto tempo e costanza. Credo sia importante imparare ad alzare la testa dallo smartphone e godersi la maggior parte della giornata aldilà di uno schermo.

C’è qualcosa che “tira” di più? Meglio Facebook o Instagram? Youtube o Pinterest? E di Tik Tok, ne vogliamo parlare?

Allora, Tik Tok non l’ho scaricato e non voglio manco farlo perché so già che mi metterei ad imitare Alvaro Vitali o Fantozzi e credo che il mondo non sia ancora pronto a queste performance.

Rispetto agli altri social posso dirti che, da quando ho “aperto bottega”, mi sono concentrata soprattutto su Facebook e spero di arrivare a breve a festeggiare i 100k. Non cambierà nulla nella mia vita ma è, senza dubbio, una bella soddisfazione personale.

Con Instagram sto iniziando a prenderci le misure ma proprio non ce la faccio a fare la vita da perfetta instagrammer: sarà perché la mia quotidianità è molto semplice, odio autocelebrarmi e non amo le cose artefatte ma le foto che posto non sono in armonia cromatica fra loro, non faccio scatti delle mie chiappe che guardano l’orizzonte infarcendole di una caption di Pablo Neruda e se cucino qualcosa di buono, l’ultima cosa che mi viene in mente è di fotografarla. Insomma, sono un disastro.

Le stories, invece, mi divertono.

Youtube è un universo parallelo e mi piacerebbe dedicarci più tempo. Ho 1 video, proprio 1, che ha superato le 6 milioni di visualizzazioni e ancora non me ne capacito.

Pinterest è un’altra piattaforma interessante ma non la sto sfruttando come potrei.

Insomma, gli stimoli sono tanti ma il tempo troppo limitato. Ne sono consapevole e faccio del mio meglio.

Ho visto che parli di vaccini sul tuo blog: ma sei matta? Sarai stata circondata dai no vax! Scherzi a parte, hai mai ricevuto dei commenti sul tuo blog o sui social che ti hanno fatto diventare di cattivo umore? (di gente cattiva là fuori ce né davvero tanta) Come li gestisci?

Se parlo di qualcosa, sia online che nella vita reale, è perché ci credo. È perché tengo a far passare dei contenuti. Grazie al blog ho avuto l’opportunità di incontrare diverse categorie di esperti, di realtà, e di confrontarmi con loro. È una delle cose più belle di questo lavoro.

Chi dissente è il benvenuto. Chi commenta usando parole inappropriate viene sempre bannato. Non tollero che a casa mia qualcuno venga ad insultare me o chi mi segue. Fortuna vuole che sia successo pochissime volte nel corso di questi 3 anni.

Sei anche mamma della splendida Anna che è super presente e ti faccio quella domanda che le blogger odiano: che rapporto hai con le foto di tua figlia? Le metti tranquillamente online? Ti fai qualche scrupolo?

È una domanda intelligente, invece. Difficile ma intelligente perché mia figlia è ciò che io e mio marito abbiamo di più prezioso e la sua esposizione non è qualcosa di irrilevante.

Non pubblico continuamente sue foto ma è presente perché parlo della mia vita da mamma, di prodotti che usiamo e di posti che visitiamo. E una foto di lei sorridente vicino a Gufetta o che abbraccia Babbo Natale mi sembra solo qualcosa di bello, che non la può danneggiare o mettere in difficoltà in futuro.

I dettagli della sua vita privata restano in famiglia, come è giusto che sia.

Che cosa è radicalmente cambiato nella tua vita dopo la sua nascita? Che cosa non è più come prima?

Cosa è cambiato dopo la nascita di Anna? Vorrai dire cosa è rimasto uguale!

Al di là del fatto che mi manca tantissimo l’efficienza del mio vecchio pavimento pelvico, posso dirti che della vita che facevo prima sono rimaste le cose più importanti: mio marito, i nostri progetti e le persone che ci vogliono bene.

Quando è nata Anna ho avuto la sensazione di essere “sbocciata” davvero anche io. Un po’ come se tutti gli anni trascorsi (nel mio caso almeno 3 decenni) fossero stati un lungo apprendistato per arrivare lì, con lei fra le braccia. È difficile da spiegare.

Diventare genitori è come ritrovarsi seduti su un sedile delle montagne russe. Cosa è cambiato nella mia vita dopo esser diventata mamma? Che io su quel sedile prima avevo una paura fottuta di salirci. Ora mi lascio andare e mi godo l’adrenalina.

Ad oggi, qual è stato il periodo più difficile che hai affrontato nella sua crescita?

La tortura più grande è stata quella di dover imparare a convivere con il sonno. Fortunatamente le cose migliorano con il passare del tempo ma all’inizio, nel mio caso per almeno 2 anni e mezzo abbondanti, dormire 6/7 ore di fila è stata la cosa che mi è mancata di più.

Poi, in preda al masochismo più estremo, di notte ho iniziato anche a scrivere per il blog. Ovviamente mentre la piccola dormiva. Solo per farti capire quanto fosse diventata un’urgenza, per me, crearmi questo spazio.

Hai fatto anche qualche amicizia “reale” tra le mamme che passano tra le tue pagine?

Sì! Soprattutto con altre blogger con cui ho avuto il piacere di condividere progetti di lavoro. Ci sono un sacco di belle storie là fuori, sai?

In compagnia, sei una di quelle mamme che parla per ore e ore solo dei figli e di pannolini?

Aha aha aha…direi di no…e non solo perché è già da un po’ che ho superato la tragicomica fase dello “spannolinamento” ma perché amo chiacchierare, ridere e scherzare su un po’ di tutto e, al tempo stesso, non amo sbandierare troppo le cose di mia figlia in giro.

Poi sono, da sempre, una buona ascoltatrice.

gloria di buongiornomamma

Che cosa pensa tuo marito del tuo blog e della tua presenza sui social?

Lui è il mio fan numero 1 ed è felice se mi vede felice. Si dice anche un po’ stupito dei risultati che ho avuto, così, partendo dal nulla. La realtà è che sta aspettando che diventi la Ferragni delle mamme blogger così può farsi mantenere.

Come vedi il futuro di buongiornomamma?

A colori ed ironico. Mi auguro possa darmi ancora tante soddisfazioni…a me sembra di aver appena iniziato!

Ci racconti una tua giornata tipo?

La giornata più routinaria è questa: mio marito mi sveglia prima di uscire per il lavoro. Io mi preparo e dopo sveglio la piccola. Colazione con calma e poi via all’asilo.

Torno a casa a scrivere, mi nutro di quello che generalmente impedisco di mangiare a mia figlia, poi è già pomeriggio e la vado a prendere. Giochiamo e prepariamo la cena.

Infine arriva papà ed è tutto in discesa: ceniamo, guardiamo i cartoni, leggiamo un libro, giochiamo. Esaurite le pile di Anna, la mettiamo in ricarica, a nanna.

Noi due così abbiamo tutto il tempo per…addormentarci insieme sul divano. Due anziani.

La tua colonna sonora del momento?

Se piovesse il tuo nome di Elisa. Poesia.

So di fare una domanda sconvenientissima ma… ci consigli un’altra mamma blogger da intervistare? ( o più di una!)

Sconveniente per te che poi ti ritroverai con una lunga lista di ragazze super in gamba, vorrai dire…pronto?

  • Giorgia di Stato di grazia a chi?
  • Linda di Mamma dolomitica
  • Chiara di La vita di una mamma
  • Elena di Elinoe11
  • Daniela di Mammarketing
  • Diana di Piccole mamme crescono
  • Francesca di La Frack Magazine
  • Ed infine l’instagrammer Ambra di carlaandsara e Federica che ha il suo spazio nel magazine della mitica Alessia Foglia. Su instagram trovi l’adorabile profilo dei suoi twins: matteo_e_martina_mm

Se trovassi una lampada di Aladino, che cosa chiederesti al genio?

Non sei ancora stanco di farmi delle domande così difficili?

Allora, se il genio è quello della lampada di Aladdin, come Disney insegna (che poi sia una storia de “Le mille e una notte” lo so ma, nella mia testa, il genio è quello blu), posso esprimere ben 3 desideri.

Se la ricchezza e la salute fossero out of stock chiederei il teletrasporto, la fine della violenza sulle donne e un mondo senza plastica. Comprese le Lol surprise (che ho il terrore mia figlia possa scoprire, prima o poi).

E’ vero che hai sorpreso più di una volta Anna in spiaggia a Riccione a scrivere “bravibimbi” nella sabbia? 😉

…mentre mangiava un crescione squacquerone e rucola. A tal deg!

Le coordinate astrali per incontrare Buongiornomamma:

★Il sito: https://buongiornomamma.it/

★ Tutti i social di Buongiornomamma (clicca sulle icone):