Ciao Carmen e Valentina, ops, Magne e Furby! Grazie per il vostro tempo: possiamo rubarvi qualche minuto?

Certo!

Mammapoppins è un blog, ricco di idee e spunti per tutta la famiglia. Quando è nato e perché?

Magne: L’idea di aprire un blog è nata quando, dopo essere diventata mamma, ho iniziato a sentire l’esigenza di raccontare la mia esperienza di mamma e far sentire meno sole le donne che, sopratutto con i primi figli, hanno tante difficoltà. Ovviamente volevo fosse qualcosa di serio e sapevo che per poterlo portare avanti bene avevo bisogno di una valida socia. Così ho chiamato Valentina e le ho detto “Hey, ho una proposta bomba”, lei mi ha detto subito di Sì e da lì abbiamo iniziato a lavorarci su. Il Blog è stato messo online l’8 Maggio del 2016, ma ci sono voluti ben 9 mesi di studio per idearlo, organizzarlo e nutrirlo. Insomma il giusto tempo per dare vita ad un altro “figlio”.

Quanto tempo ci dedicate?

Magne: Tanto, TANTISSIMO. Il Blog è nato come un hobby ma presto è diventato anche un lavoro e forse questo dipende dal fatto che amiamo così tanto il nostro mondo-Poppins che le persone si sono appasionate.

Furby: Il blog ormai è diventato uno “stile di vita” nel senso che è talmente intrecciato con la nostra quotidianità che è difficile fare un calcolo, ma quello che posso dirvi è che è praticamente diventato quasi un secondo lavoro (in termini di impegno): talvolta usiamo la pausa pranzo per portarci avanti, alle volte ci dedichiamo intere serate…ma comunque, avendo anche la gestione dei social collegati, siamo impegnate durante tutta la giornata. Il difficile è cercare di farlo senza che questo pesi sulle nostre famiglie o sul nostro (primo) lavoro.

Il blog non è l’unica traccia che lasciate in rete: facebook e instagram non sono da meno. Come gestite i diversi strumenti?

Magne: Instagram è il racconto delle nostre vite quotidiane e quindi delle nostre difficoltà o gioie dell’essere mamme, è il posto in cui ci raccontiamo live, tramite stories o post.
Facebook è invece la vetrina dei contenuti del nostro blog. Ciò che scriviamo sul sito viene quindi sempre ricondiviso su Facebook.
Inutile negare che amiamo molto di più Instagram, social decisamente di punta. Seppur numericamente siamo più forti su fb. Ah i numeri… contano anche quelli haimè.

Furby: Per affinità e per competenze, a grandi linee ci siamo suddivise i lavori e quindi io seguo maggiormente il blog nonché la parte di relazione con i clienti e con il team di collaboratori che scrivono per noi. Ciò non toglie che io ovviamente sia molto presa anche dai social per i rilanci di ogni articolo anche lì e perché anche la mia vita e le mie esperienze vengono condivise in “diretta”. A livello pratico, accediamo entrambe alle app con la stessa profilazione e ogni tanto ci incartiamo con la lettura contemporanea delle stesse cose…ma fa parte del rischio del mestiere “gemellato” 😀

mammapoppins-magne-furby

Quando si aspetta un figlio si sa che la vita sta per cambiare. Non si può non immaginare. Raccontateci: quali sono gli aspetti delle vostre vite che sono cambiati con la nascita di Gioele, Carlotta e Leonardo ai quali non avevate pensato?

Magne: “Un figlio ti cambia la vita”, tutto lo sanno, eppure lo si capisce realmente solo quando lo si prova. La nostra vita è cambiata totalmente da quando siamo diventati genitori, sono cambiati i ritmi, lo stile di vita più attento al risparmio, abbiamo dovuto fare rinunce e perso ore infinire di sonno. Ma abbiamo guadagnato amore e l’amore vince ogni cosa.

Furby: Gli aspetti che potrei dire essere maggiormente cambiati sono: il proprio tempo libero e la vita di coppia. Praticamente con queste due cose ho detto tutto: un figlio ti stravolge la vita. Non si può mai essere pronti, ma se ci si aspetta che non lo sia…può essere un grande problema!

Il consiglio più stupido che vi abbiano mai dato su come comportarvi con i vostri figli:

Magne: Di consigli ogni mamma ne riceve a migliaia, i più non richiesti; personalmente ho imparato ad ascoltarli ma a fare comunque di testa mia, scegliendo sempre autonomamente. Non ho ricordi di consigli stupidi, ma di tanti certamente non validi.

Furby: Il consiglio più stupido è stato questo: “voi fate le cose che i bambini si adeguano sempre”. Egggrazieeeee, e come potrebbero non farlo? 🙂
Sono del parere che sia giusto farlo, ma fino ad un certo punto: molto dipende dal carattere e dalle necessità del proprio figlio… e anche dalle nostre pretese in funzione del momento in cui ci si trova. Parlo da mamma che ha avuto due esperienze totalmente diverse con i suoi due figli e posso certamente dire che ogni figlio è a sé e non si può mai generalizzare.

Ci raccontate una vostra giornata tipo?

Magne: Mi alzo la mattina verso le 6.30, sotto le costanti minacce di mio marito (ho un problema col sonno mattutino!) Lo aiuto a preparare i piccoli e poi vado a lavoro. Grazie ad una miracolosa concessione, ho un contratto part-time quindi alle 14 finisco e torno a casa da Giacomo. Inizia così il mio tram tram, prendi uno, vai a prendere l’altro. Alterna Gioco – coccola – lavatrice – cena – lego – ecc… Mio marito arriva a casa alle 18.30 che la tavola è apparecchiata e la cena pronta. Ditemi o no se non ero da sposare? Ceniamo tutti insieme e alle 19.30 abbiamo già finito (siamo proprio una famiglia del nord), io riassetto e il papà gioca con i piccoli. Poi alle 20.30 nanna e noi ci dedichiamo ad altre attività, spesso riguardanti la nostra chiesa o al blog.

Furby: Odio correre, ma corro tutto il giorno! Mi alzo alle 06.30, esco da sola e vado al lavoro (abito fuori Milano e lavoro in pieno centro città); ci metto circa 1 ora (che mi sembra proprio buttata via da quando ho dei figli) tra mezzi propri e trasporto pubblico. Lavoro le mie 8 ore per una società in ambito finanziario. Quando finisco, corro a recuperare i miei figli (che nel frattempo –grazie a Dio- sono gestiti dai nonni) e arrivo a casa intorno alle 18.30. Sembra che finora sia stato tutto uno stare in apnea, in realtà inizia proprio ora la parte più difficile: cercare di gestire la casa, la cucina, i figli…in un tempo utile per metterli a nanna in un orario decente è un’impresa da super eroina! Finita la corsa, iniziano le mille cose di “ritaglio” e forse…intorno alle 23…mi siedo e crollo!

Magne Poppins

Magne Poppins

Furby Poppins

Furby Poppins

I vostri mariti sono dei compagni presenti? Fanno i papà?

Magne: Mio marito è un papà eccezionale, presente e preciso. L’unico papà che nella nursery dell’ospedale cambiava i pannolini ai suoi figli appena nati.

Furby: Mio marito è molto presente. Da libero professionista ahimè deve giocarsi bene il suo tempo perché non sempre riesce ad arrivare a casa ad un’ora tale da poter cenare tutti insieme, ma quando c’è…è con loro, attento ad ogni minima sfumatura. Diciamo che non pensava di essere capace di fare il papà, ma si è riscoperto un ottimo papà.

Che cosa ne pensano delle vostre anime digitali? Vi appoggiano?

Magne: Sì, loro sono parte del Team di MammaPoppins. Mio marito è il tecnico web, lui ha realizzato il sito e ci sostiene nei problemi di natura tecnica, Alessandro invece gestisce la “crescita” e quindi le strategie promozionali.

Furby: E’ stato assolutamente lui a spingermi in questa impresa, anzi…proprio forse –agli albori- lui l’idea me l’aveva data quando ancora non c’era nemmeno Magne…Ma ogni cosa ha un suo tempo! Per contro lui è un orso digitale e non ama farsi riprendere quindi cerca sempre di sgattaiolare via e –se può- cerca di riportarmi sulla terra quando sto per prendere il volo….rapita dalla navicella dei social…

Internet, la rete, può aiutare secondo te le mamme in qualche modo? Se sì, quale?

Magne: Assolutamente sì, innanzitutto a sentirsi meno sole, a trovare validi consigli e soluzioni e perchè no, anche a trovare un lavoro.

Furby: E’ una risorsa che, se ben utilizzata, ha un enorme potenziale. Le mamme trovano risposte e conforto. Le mamme si identificano. Le mamme scoprono di non essere sole. Insomma, tutto questo può essere fatto anche tra le mura di casa quando –in un momento di “solitudine” come spesso può essere la maternità (soprattutto la prima)- ne hai un estremo bisogno.

Grazie a Mammapoppins siete riuscite a trasformare qualche amicizia da “virtuale” a “reale”?

Magne: Sì, abbiamo follower che ci seguono da quando siamo nate e che ci scrivono continuamente, ormai sono delle amiche. Alcune le abbiamo anche incontrare ed è bello sapere di essere il sostengo gli uni per gli altri.

Furby: Abbiamo fatto delle piacevolissime scoperte, ma tutto dipende anche da cosa si intende per reale. Abbiamo certamente trasformato dei contatti da “social” a contatto diretto, ma nessuna si è realmente trasformata in una frequenza fisica e costante. Almeno non finora. Ma non neghiamo che possa mai succedere.In fin dei conti anche la nostra amicizia è un po’ “virtuale” visti i chilometri che ci separano e che non ci permettono di vederci spesso. Non immaginate quanti messaggi vocali ci scambiamo… Ma se serve questo per sopravvivere…Così sia!

Avete ancora degli spazi “vostri”? (palestra, hobbies fuori casa, uscite con le amiche)

Magne: Assolutamente sì e sono la prima a dire che questi spazi sono necessari, sia per le mamme che per i papà. Quindi vado dall’estetista, a volte vado con la mia migliore amica a fare shopping, ma sopratutto periodicamente io e mio marito ci dedichiamo del tempo come coppia, lasciando i bimbi ai santi nonni.

Furby: Questa è una cosa che mi manca. Diciamo che il “MIO SPAZIO” è, come dicevo nella mia prima risposta, Mammapoppins. Avendo i bimbi ancora piccoli e un marito molto impegnato con il lavoro…diciamo che sono spesso con i bambini. C’è da dire che, appena si può, lui è il primo a spronarmi a farlo…e se abbiamo tempo entrambi, amiamo fare qualcosa tutti insieme. Ci sarà tempo anche per il resto. E comunque…nel mio tempo libero io sono anche insegnante in una “chiesa junior”, cioè tra i bimbi della chiesa che frequento. Al momento sono con i bambini di 10 anni…e che fatica ragazzi!

Vi capita mai di pensare: non ce la faccio più! Ora mollo tutto e scappo!

Magne: A chi non è capitato? Quando è nato il mio primo bimbo spessissimo mi sono ritrvata a pensare a questa cosa e credevo fossi una mamma – degenere. Ma del resto lo sconvolgimento del primo figlio ha un impatto altissimo, molto di più dei successivi. Infatti con Giacomo, nonostante i numerossimi malanni e quindi notti in bianco, non l’ho pensato quasi mai, ma forse dipende dal fatto che l’esperienza mi ha insegnato che i momenti di stress alto, passano.

Furby: Assolutamente sì, siamo umane! Social, ma non cyborg!

Sbaglio o siete molto credenti? Su un post abbiamo letto che leggete la bibbia ai vostri figli.

Magne: Sì, Dio è tutto. Il suo amore mi ha cambiato la vita. Non è sempre stato così, sono diventata credente verso i 19 anni e dico sempre che Gesù ha dato sapore, colore e profumo alla mia vita. Io e mio marito, serviamo in una chiesa evangelica in un paese vicino e aiutiamo i pastori nella direzione esecutiva della chiesa. I nostri bimbi vivono la realtà della chiesa e vedono il nostro esempio, quando saranno grandi però sceglieranno da soli del loro futuro.

Furby: Sì, siamo molto credenti e il fulcro della nostra vita, della nostra famiglia e della nostra amicizia è proprio Gesù. Tendiamo a non etichettare Mammapoppins con tutto questo perché sappiamo i pregiudizi che ci sono nei confronti della cristianità, ma non nascondiamo quello che viviamo e crediamo quando ce n’è l’occasione.

L’attività preferita che fate quando piove?

Magne: Guardare un film tutti insieme sul divano mangiando pop corn!

Furby: Prima o dopo essere diventata mamma? Prima sarei rimasta sul divano con una copertina a guardarmi un film. Ora cerco di sopravvivere con due figli tra 4 mura quindi la mia attività preferita è “trovare la cosa più sensata da fare per evitare di ammattire” 😀 😀

Ci consigliate un posto dove andare con tutta la famiglia? (un viaggio, un parco divertimenti, qualsiasi cosa vi venga in mente)

Magne: Vi consiglio di visitare Torino, ci siamo stati a maggio dello scorso anno e ce ne siamo innamorati. Fantastica città a misura di famiglia!

Furby: Di posti ve ne consiglierei un sacco, anche perché a noi piace un sacco girare come famiglia. Ultimamente ci siamo messi in testa, visto che i bimbi sono ancora “piccoli, di visitare le più belle città d’Italia ed è stupendo… Però, visto che si parla di posti dove andare con tutta la famiglia, non posso che consigliare il posto dove ho sempre detto “NON CI ANDRò MAI” e dove invece ora vado tutti gli anni: la Romagna. Per chi ha dei figli questo, al momento, è l’unico posto dove mi hanno fatta sentire a mio agio anche quando mio figlio era in predo a una crisi di capricci infinita. Lì si mangia bene, ci si diverte (ma si può anche stare da soli se si è degli orsi come mio marito eh!), si hanno servizi di ogni sorta a disposizione. Insomma, tutto quello che si può desiderare…Anche i parchi divertimento! (Consigliati: Fiabilandia per i più piccoli, Mirabilandia per i più grandi e anche Oltremare per chi ama gli animali).

So di fare una domanda sconvenientissima ma… ci consigliate un’altra mamma blogger da intervistare?

Magne: Perchè sconveniente? ecco i primi tre nomi che mi vengono in mente
Giada di MammacheVita. Ragazza molto semplice, senza peli sulla lingue ma per questo vera ed estremamente autoironica.
Martina Rodini, una mamma molto dolce ma anche una professionista del mondo beauty.
Ilaria Di Vaio, mamma di due bimbe dolcissime, con cui abbiamo in comune la fede.

Furby: Avremmo immenso piacere se sapessimo che qualcuno ci nominasse, quindi perché non farlo!? Non è mica una guerra!
Di Vaio Ilaria. Mamma blogger, “Barbie” stupenda e con i nostri stessi valori.
Martina Rodini. Esperta di bio-beauty e ricette di prodotti fai da te.
Gaia The Green Pantry. Mamma & Food Blogger

Uscite di casa e inciampate maldestramente in un oggetto. Perbacco! E’ la lampada di Aladino. Un solo desiderio (a testa!): cosa chiedereste?

Magne: Wow che fantastica opportunità. Io desidero che il Blog cresca talmente bene, in contenuti e qualità da diventare il nostro unico e appassionante lavoro.

Furby: Ma i desideri non erano quelli che non si raccontavano perché se no non si esaudivano!? 😛

Le coordinate astrali per incontrare Mammapoppins:

★Il sito: https://www.mammapoppins.it/

★ FB: https://www.facebook.com/www.mammapoppins.it/

★ IG: https://www.instagram.com/mammapoppins.it/