Wonderland è una mamma blogger che è passata velocemente dal pampero ai pampers. Si racconta quotidianamente su “Ma che davvero”? e si i post si leggono mentalmente in romano…sono ancora più divertenti 🙂

Conosciamola meglio!

Da quanto tempo sei diventata mamma?
Da quindici mesi.

Il tuo blog e’ nato prima o dopo la gravidanza?
Ho iniziato a scriverlo incinta al quarto mese, quindi assolutamente prima. Sul blog ho raccontato quasi tutta l’attesa, il parto e ora… Viola!

Le tre cose davvero difficili di essere un genitore
Il senso di responsabilità per una come me che ha un po’ la sindrome di Peter Pan è piuttosto pesante. Poi nel mio caso, essendo rimasta incinta per caso nella fase della mia vita più indipendente e sregolata, è stata dura dover rinunciare ad alcune cose che con un bambino piccolo son ingestibili. Che so, lunghi viaggi, nottate fuori, stile di vita da coppia. E, last but not least, proiettandomi nel futuro, credo sia molto difficile essere un BUON genitore, che sa dosare presenza e indipendenza, regole e libertà.

Come chiami amorevolmente tua figlia? Che soprannomi le dai?
POLPETTA! per abbreviare, la Porpi.

Il tuo motto?
Non ne ho uno, ogni momento merita un motto a sè.

Quanto e’ presente il tuo uomo come padre?
Abbastanza. Ama molto la Porpi ma, come quasi tutti gli uomini, è fuori per lavoro tutto il giorno. Recupera nei weekend!

E’ una nostra impressione o i papa’ blogger latitano dalla rete?

Assolutamente vero, ma credo che il genere maschile sia più restìo a parlare di paternità. E’ ancora considerato un argomento poco virile.

Avete un aiuto dai nonni o vi arrangiate da soli? Com’è, nel caso, il rapporto suoceri/nipotina?

Mia mamma è fantastica, adora Viola e mi aiuta spesso. Altrimenti chiediamo l’aiuto di una tata. Fin ora siamo stati sfortunati, a casa nostra sono passate una megalomane ucraina (Olga) e una catatonica peruviana (Mariela). Ma ce la faremo.

Ci racconti la tua peggiore giornata tipo?
Beh, Viola non ha dormito dai 6 ai 14 mesi, quindi di pessime giornate ne abbiamo avute parecchie. Direi che la peggiore giornata tipo è quella che inizia con meno di 6 ore di sonno!

Qual’è stato il miglior consiglio che ti è stato dato su come gestire tua figlia?
“Dalle fiducia”. Spesso si pensa che i bambini, specie se piccoli, siano totalmente incapaci e anche un po’ scemi. Niente di più sbagliato!

Quali aiuti credi che il nostro Paese potrebbe mettere in strada per venire incontro alle mamme/donne in gravidanza?
Forme di flessibilità maggiore per quanto riguarda il lavoro e una più facile concessione del part time.

Posso farti una domanda assurda? Credi che tra 10 anni il tuo blog esistera’ ancora?
Sai che non me lo sono mai chiesta? Continuerò a non chiedermelo…

E’ vero che la prima cosa che fai tutte le mattine, cascasse il mondo, è quella di guardare se bravibimbi.it è stato aggiornato? 🙂
Uhm… ehm… CERTO! 🙂

Il sito: http://machedavvero.it/