fortunatamente molto apprezzato. Sono tante le persone che ci scrivono per sostenerci. E tante le persone che ci aiutano a scovare nuove iniziative in città. C’è molta attenzione da parte delle famiglie, e molta voglia di trovare attività e luoghi a misura di bambino.

Pensi che il comune di Milano stia facendo abbastanza per le famiglie e i bambini?
Bisognerebbe rivolgere la domanda a chi ha davvero ha il polso della situazione. A chi da anni, in maniera molto attenta e scrupolosa, organizza eventi per bambini… Noi siamo soltanto degli spettatori. Possiamo solo dire che tutto sommato Milano è una città vitale, lo si capisce dall’agenda eventi del sito, sempre ricca di appuntamenti. Milano non è certamente una città a misura di bambino, ma un genitore attento ha oggi la possibilità di scegliere tra tante opportunità. Sicuramente bisognerebbe rendere questa offerta davvero accessibile a tutti. Anche perché se hai più di un figlio e devi metter mano al portafoglio…

Sei anche tu mamma giusto?
Mamma di due bambini, di 5 e otto anni

Raccontaci allora le tre cose davvero difficili di essere un genitore:

  1. Tornare dall’ospedale, con un pargolo appena nato, e scoprire che non ti hanno dato il libretto di istruzioni.
  2. Riuscire ad essere autorevoli senza diventare autoritari
  3. Rispondere alla domanda: ma è vero che Babbo Natale non esiste? (accettiamo consigli).

Il tuo motto?
Senza entusiasmo non si è mai compiuto niente di grande.

Quanto e’ presente il tuo uomo come padre?
Molto, fortunatamente. I papà di oggi sono molto più presenti nella vita dei figli, nulla a che vedere col passato. E’ vero però che se ne vedono ancora pochi di papà ai giardinetti…

E’ una nostra impressione o i papa’ latitano dalla rete?
Ahimè, latitano anche qui, e’ vero. Tra gli iscritti alla nostra newsletter e tra i fans della nostra pagina su facebook, solo il 10% è composto da uomini.

Avete un aiuto dai nonni o vi arrangiate da soli? Com’è, nel caso, il rapporto suoceri/nipotina?
Noi siamo tra i fortunati che possono contare sul loro aiuto, ma non “a tempo pieno” (i nipoti sono tanti). I guai arriveranno col passaggio dalla scuola dell’infanzia alle medie. Non so come faremo a gestire i pomeriggi… senza sacrificare il lavoro, il mio, ovviamente.

Ci racconti la tua peggiore giornata tipo?
Il giorno della consegna di un lavoro al cliente (dimenticavo, sono web designer!) può fatalmente coincidere con la febbre improvvisa del primo figlio e con la recita del secondo… E con il marito in trasferta. E babysitter in vacanza.

Qual è stato il miglior consiglio che ti è stato dato su come gestire i tuoi figli?
Mi madre mi ha insegnato a dare il buon esempio. Fatti e non parole!

Ci consigli un paio di libri da leggere, magari utili per i genitori?

Mi ha aiutato molto IL MIO BAMBINO NON MI MANGIA di Carlos Gonzales utile per tutti quelli che come me hanno figli inappetenti. E poi Federico, di Leo Lionni, una splendida favola da leggere e rileggere, con e senza figli.

Posso farti una domanda assurda? Credi che tra 10 anni il vostro blog  esistera’ ancora?
Non credo, ma probabilmente tra dieci anni darò vita a Milanoperinonni.it.

E’ vero che spesso ricevete mail in redazione di mamme e papà che vi  chiedono in quale parchetto milanese sia possibile incontrare quelli  di bravibimbi.it? 🙂
Eh, ma ormai sanno tutti dove cercarvi… 😉

Il sito ufficiale: www.milanoperibambini.it