almeno una delle 2 sarebbe stata un maschietto per poterla portare a giocare a pallone, portarla allo stadio, ecc…
Magari un giorno mi chiederanno loro di iscriverle ad una scuola calcio, chi può dirlo?

A che età credi sia giusto diventare papà?

Non credo esista l’età ideale per diventare padre anche se credo che una responsabilità grande come quella di mettere al mondo un figlio o una figlia non sia banale.
Non mi esprimo in termini numerici anche se mi vien da pensare che diventare padre prima dei 20 anni è davvero troppo presto, per lo meno se penso a com’ero io a 20 anni.
Il momento giusto è quando entrambi i genitori desiderano un figlio non come un capriccio ma come desiderio di “completare” la propria famiglia.

Raccontaci le tue emozioni:

–          La prima volta che tua moglie ti ha detto che era incinta

–          La volta che tua moglie ti ha detto di aspettare 2 gemelli

Ricordo soprattutto con piacere e divertimento il momento in cui sapemmo che aspettavamo 2 gemelli: siamo entrati nello studio della ginecologa di mia moglie per la prima visita di routine dopo che seppe di essere incinta e il discorso partì dal desiderio di mia moglie di affrontare un parto naturale, poichè la primogenita era stata fatta nascere con un cesareo per evitare complicanze.
Ricordo che la ginecologa ci disse che non era possibile perchè avevano già deciso “loro”.
“Loro?” – chiedemmo noi quasi in coro, e la ginecologa ci confermò il “loro” mostrandoci il monitor sul quale si notavano 2 minuscole palline bianche.
Io scoppiai a ridere, mia moglie a piangere!

La più grande come ha preso l’arrivo delle gemelline?

Bene, molto bene.
I primi 3-4 mesi non ha mai mostrato segni di gelosia, anzi chiedeva di poterci aiutare nella gestione delle 2 gemelline.
Poi dopo questo periodo iniziale ha cominciato a mostrare un pò di gelosia ma sempre in modo molto contenuto, e sia io che mia moglie da questo punto di vista ci riteniamo molto fortunati

Se posso…che macchina avete? Quando dovete andare in vacanza…come fate? Te lo chiedo perché noi, che siamo solo in tre, abbiamo già piccole difficoltà logistiche…

Abbiamo comprato una Zafira per ovvi motivi, prima avevamo una Peugeot 206… non potevamo più farcela!
Per ora la Zafira si è dimostrata una scelta azzeccata, siamo stati sia al mare che in montagna senza particolari problemi di mancanza di spazi per i bagagli, anche se tra passeggino, vestiti e quant’altro lo spazio è sempre ridotto all’osso!

Che rapporto avete con i suoceri? Vi danno una mano?

Un’ottimo rapporto, tutti e 4 i nonni sono molto disponibili ad aiutarci e non aspettano altro che di tenere le 3 pupette con loro, per lasciarci liberi di andare a far spese o sbrigare altre faccende.
Non abitiamo vicini ai nostri genitori, ma nonostante questo ci sono di grandissimo aiuto, ed io e mia moglie naturalmente apprezziamo tantissimo la loro disponibilità e l’affetto col quale si prendono cura delle nostre figlie.

E’ molto costosa la vita con 3 figli? In questi giorni ci stiamo guardando in giro per cercare di organizzare le ferie ad Agosto e, di nuovo, in 3 è già un salasso…in 5?

La vita in generale è troppo costosa, a prescindere dai figli che si hanno.
Viaggiando all’estero per lavoro constato con rammarico come il nostro paese sia arretrato nei confronti delle famiglie: paesi come Francia, Germania, Olanda stanno molto più avanti nella tutela delle famiglie, da noi purtroppo si sprecano le parole durante le campagne elettorali e poi non si conclude mai nulla.
Avere dei figli e conciliare vita personale e lavorativa è sempre più un impresa da saltimbanchi, i nostri governanti dovrebbero vergognarsi di come gestiscono le politiche famigliari.

La città dove vivete è a misura di famiglia/bambino? Se fossi sindaco, che modifiche apporteresti?

Non lo è per niente e mi ricollego a quanto scritto pocanzi.
Noi abitiamo in un paese quasi confinante con Bergamo e la situazione tutto sommato non è disastrosa, certo mancano alcuni servizi post-scuola ma non possiamo farne una colpa al sindaco: che c’entra lui se da Roma gli tagliano i fondi per buttare poi questi soldi dalla finestra in spese inutili?
A Bergamo poi mancava un portale che raccogliesse informazioni riguardanti i bambini e le loro famiglie, un  sito dove trovare informazioni, eventi, iniziative dedicate ai bambini.
Allora sai cosa ho fatto? Ho creato io il portale Bambini a Bergamo – www.bambiniabergamo.it per colmare questo gap, e devo dire che questo “progetto” mi sta dando diverse informazioni, ho conosciuto alcune persone che mi aiutano a rendere il portale sempre più ricco di informazioni utili ed aggiornate, anche se il tempo che ho da dedicare a questo “secondo lavoro” non è molto, come puoi immaginare.

Non ti senti, sul web, un po’ come una mosca bianca? Come mai ci sono così pochi papà che si raccontano?

Pochissimi papà raccontano della propria vita famigliare e a mio parere dipende dal fatto che si ha meno tempo di quanto ne abbiamo invece le nostri dolcimetà.
Spero che le donne non se la prendano ma la mia impressione è proprio questa.
Mettiamoci poi anche il fatto che le donne sono generalmente più brava ad esprimere le proprie emozioni “famigliari”, questo secondo me spiega il grosso divario attuale tra madri e padri bloggers.

Tuo moglie cosa ne pensa del tuo blog?

Prima di cominciare ho chiesto il suo parere e mi sono confrontato con lei su cosa scrivere e cosa omettere.
Non volevo mettere in piazza la nostra vita privata, alcuni aspetti devono rimanere assolutamente privati, e devo dire che ci siamo trovati sulla stessa frequenza immediatamente.
Non mi ha mai ostacolato ed è anzi stato per lei un modo per conoscere altre mamme blogger, con le quali ci scambiano a volte consigli e pareri.

Cosa non ha prezzo nell’essere papà?

Il sentirsi chiamare “papà” dalle proprie figlie, i loro sorrisi, i loro baci ed i loro abbracci.
Se torno a casa la sera stanco per il lavoro, basta un loro sorriso e tutta la stanchezza della giornata rimane fuori dalla porta di casa, con loro entro in una dimensione diversa, con loro vivo la vita vera.

Ci consigli un libro da leggere?

Uhhh… io sono un divoratore di libri, soprattutto adoro i romanzi di ambientazione medioevale.
Non posso non consigliare I Pilastri della Terra di Ken Follett, poi ci metto anche La Cattedrale del Mare di Idelfonso Falcones e, perchè no, un libro che ogni tanto amo rileggere per l’ennesima volta: Il Piccolo Principe.

E’ vero che le tue figlie, dopo la prestazione della Juve con i nerazzurri ti hanno detto che vogliono tifare inter come la bambina di bravibimbi.it? 😛

Preferisco sorvolare sulle disgrazie bianconere, spero tanto che il prossimo anno sia migliore calcisticamente parlando di quello che sta per chiudersi.
E che magari il Bayern Monaco… 🙂 🙂 🙂

Il sito: 2gemelle.blogspot.com