Bravi Bimbi > In Gravidanza > Rilassamento durante il travaglio

Rilassamento durante il travaglio

Scritto da barbamamma il 25 Ottobre 2009

travaglio gravidanza

Essere rilassata durante il travaglio ha molti benefici. Il tuo corpo lavorerà meglio se sei rilassata e avrai molte più energie per il bambino. I tuoi muscoli si irrigidiscono ogni volta che ti senti stressata e ansiosa. Se questa tensione dura troppo a lungo, ti esaurisce e sprechi molte risorse preziose.

 

Stress e ansia spingono il tuo corpo a produrre ormoni del tipo combatti o fuggi, come l’adrenalina. Questi ormoni possono ridurre l’afflusso di sangue all’utero (grembo), il quale ne ha bisogno di molto per contrarsi con energia.

Tenere sotto controllo gli ormoni dello stress aiuta il corpo a produrre più ossitocina, un ormone che ti aiuta con il travaglio e agisce come un antidolorifico naturale.
Se sei rilassata, i muscoli sono sciolti e diventa più facile per te respirare in modo ritmico. Ciò permette a te e al bambino di avere più ossigeno e ti fa gestire in modo più facile il travaglio.

E’ davvero possibile rilassarsi durante il travaglio?

Non è sempre facile, ma ci sono delle tecniche che possono aiutarti, soprattutto se c’è qualcuno con te durante il parto. Se ricevi un buon supporto sin dall’inizio del travaglio, ti aiuta a rendere positiva l’esperienza del parto.

Se ricevi un buon supporto:

  • È più probabile che il travaglio sia più corto
  • l rischio di un parto assistito è più basso
  • Il rischio di un cesareo è più basso
  • Sarà più facile sentirti soddisfatta dopo la nascita del bambino

Potrebbe essere molto difficile rilassarti durante le contrazioni, ma ricorda che molte donne non sentono dolore fra una contrazione e l’altra. Quello è il momento ideale per riprendere il controllo del tuo corpo, specialmente nelle parti in cui sai che si irrigidisce, e cercare di rilassarlo.
La persona che è con te può aiutarti massaggiandoti, rassicurandoti e incoraggiandoti. Ti sarà d’aiuto concentrarti sulla respirazione durante e fra le contrazioni. Alcune donne trovano rilassante il parto in acqua, magari potresti parlarne con il tuo medico.

Come posso fare in modo che l’ambiente intorno a me sia rilassante?

Il primo passo per rilassarsi è creare un ambiente che ti sostenga e ti dia energia. E questo significa pensare attentamente a dove vuoi avere il bambino. Se la gravidanza procede bene, puoi scegliere tranquillamente dove partorire, a casa o in ospedale.

E’ molto più facile avere un parto rapido naturale se l’ambiente in cui ha il travaglio è povero di tecnologia. In altre parole, pochissimo intervento da parte del medico e molto supporto da chi ti sta accanto possono facilitare il travaglio. E ovviamente, in queste condizioni, l’esperienza del parto diventa molto più positiva per una donna.
Se scegli o devi scegliere l’ospedale, l’ostetrica dovrebbe aiutarti a rendere la sala parto il più confortevole possibile. Dovrebbero permetterti di stare nella posizione che preferisci durante il travaglio, e:

  • Appoggiare il letto contro il muro, lasciando spazio per materassini, sedie basse e il pallone per il travaglio
  • Indossare i tuoi vestiti il più a lungo possibile (una tuta da ginnastica sarà l’ideale)
  • Abbassare le luci
  • Portarti dei cuscini in più da casa.

Potresti personalizzare lo spazio mettendo vestitini per bambini e giocattoli dove riesci a vederli, per motivarti durante le fasi del travaglio. L’ostetrica dovrebbe assicurarsi che nessuno entri senza bussare, per permetterti un po’ di privacy.
L’ideale, anche se a volte è una utopia, sarebbe uno spazio intimo, con luci soffuse, accogliente.

Cosa posso fare per prepararmi al travaglio?

Impara a conoscere il tuo corpo e impara a rilassarti durante la gravidanza. Una volta iniziato il travaglio, potrai usare le tecniche di rilassamento su cui ti sei esercitata magari in un corso pre parto. In gravidanza, ogni volta che sei stressata, fermati e pensa alle parti del corpo che senti in tensione:

  • Aggrotti le ciglia come fossi preoccupata?
  • Digrigni i denti?
  • Collo e spalle sono tesi e doloranti?

Questi sono i segnali che i tuoi muscoli sono tesi, e diventeranno doloranti e stanchi.

Fai un bel respiro e, mentre espiri, rilassa i muscoli cercando di renderli sciolti e morbidi anziché rigidi. Allenati a farlo regolarmente, non solo quando senti la tensione, ma anche prima di situazioni che sai ti provocheranno stress.

Al momento del travaglio, sarai in grado di identificare le aree di tensione e rilassarle.

Nel travaglio, fai un respiro profondo all’inizio di ogni contrazione e, quando espiri, prova a rilassarti. Poi concentrati su una parola o una frase come tecnica. Mormora “be-bè” a ritmo con il respiro, o ripeti “re-lax” in continuazione.

Prova a immaginarti il bambino che scende lungo il bacino. Mandagli pensieri positivi, dicendogli che è amato e che sei lì per aiutarlo.

Come può aiutarmi il mio partner durante il travaglio?

La persona che sarà con te al parto dovrà darti le attenzioni di cui hai bisogno. Dovrà poter parlare per te e dirti cosa sta succedendo. Assicurati che capisca che uno dei suoi ruoli principali è tenerti informata.

Sarà molto più facile rilassarti durante il parto se:

  • Capisci cosa stanno facendo medici e ostetriche
  • Ti senti parte della discussione su di te e il tuo bambino
  • Sei sicura di ciò che sta succedendo durante il travaglio
  • Sai che sia tu che il bambino siete al sicuro

La persona che è con te può fare le domande giuste al posto tuo, come ad esempio “il mio bambino sta bene?”. Non appena sentirai l’ostetrica dire che va tutto bene, ti sarà più facile rilassarti.

Butta giù un piano e mostralo all’ostetrica quando entri in travaglio. Dovrebbe discuterlo con te per aiutarti ad aver il miglior travaglio possibile. Se l’ostetrica sarà diversa da quella che conosci, il tuo partner ti potrà aiutare ad assicurarsi che l’ostetrica “nuova” capisca e conosca questo piano.





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «In Gravidanza» e tag «, , ».

Commenti

3 commenti a “Rilassamento durante il travaglio

  1. bell’articolo, proverò a ricordarmene in fase di travaglio, nella speranza di essere circondata da persone che non mi trasmettano ansia ma solo fiducia!!!

  2. ho già partorito tre volte e tra 20 giorni mi scade il termine di questa quarta gravidanza.
    So solo che la terza bimba anche se mi hanno indotto il parto alla 41esima sett. è durato solo due ore sono andata in panico la bimba era 3700 e non mi hanno aiutato neanche con l’episiotomia…ho sofferto da matti e questa volta ho una paura enorme di riprovare quei dolori atroci anche se solo per l’espulsione che in tutto sarà durata circa trenta minuti…..spero di riuscire a rilassarmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi