Bravi Bimbi > Primi mesi > I 5 sensi del neonato

I 5 sensi del neonato

Scritto da barbamamma il 05 novembre 2018

neonato

La vista, il tatto, il gusto, l’udito e l’olfatto: “i suoi sensi”, hanno cominciato a svilupparsi fin da quando era dentro di te. Ecco che cosa accadrà nei primi sei mesi di vita del tuo neonato.

LA VISTA

Ormai possiamo affermare con assoluta certezza che il bambino riesce a vedere sin dalla nascita. Semplicemente guardando il movimento dei suoi occhi, si riesce a capire che fin dal primo momento il bambino p in grado di reagire a ciò che vede. Riesce a distinguere volti familiari da quelli che non ha mai visto e può focalizzare il suo sguardo su oggi distanti circa 30cm. Una delle ragioni per le quali l0allattamento al seno ti aiuta ad avere un legame più stretto con il bambino, è proprio il fatto che il tuo viso è alla giusta distanza dal suo per permettergli di focalizzarlo. Numerosi studi indicano che, nelle prime settimane di vita, il bambino vede le immagini in bianco e nero e, solo successivamente, comincia a distinguere colori accesi come il rosso e il giallo che attraggono maggiormente la sua attenzione. Verso il terzo o il quarto mese comincia ad apprezzare i colori e le forme rotonde, imparando a distinguere e a escludere tutto il resto.

IL TATTO

Il contatto di pelle tra te il tuo bambino è il primo vero approccio che lui ha con il mondo esterno ed è un incredibile strumento di comunicazione. Una carezza gli fa capire che ti prendi cura di lui e un po’ di solletico lo stimola a muoversi. Tenerlo in braccio gli dà conforto quando è agitato. Verso il secondo terzo mese sarà lui a rivolgersi verso di te con un abbraccio e proverà ad afferrare i suoi giocattoli. Dagli un giocattolo di diversi materiali come un sonagli e ne rimarrà affascinato.

L’UDITO

L’udito di un bambino è molto buono. Mentre era ancora dentro di te, riusciva a sentire i suoni che provenivano dal mondo esterno e riconosceva perfino la tua voce. Se gli parli, il bambino si ferma e prova ad ascoltare e se sei fortunata smette anche di piangere! A sei mesi riconosce i comuni rumori della casa e borbotta tra sé come se ti stesse imitando, imparando così a comunicare verbalmente. Più parole sente e più in fretta le apprenderà e le elaborerà. Per questo è bene parlare sempre al bambino e, anche se potrà sembrarti strano, questo lo aiuterà ad evolversi.

IL GUSTO

Il senso del gusto di un neonato non è sviluppato come il resto dei sensi e questo anche perchè i prossimi mesi, tutto quello che assaggia è esclusivamente latte! Crescendo, tuttavia, comincerà a sviluppare delle preferenze e utilizzerà il senso del gusto per esplorare sapori e consistenze sempre nuove. Questa è la ragione principale per la quale i bambini amano mettersi in bocca ciò che gli capita fra le mani. Verso il sesto mese, la maggior parte dei bambini è pronta per assumere cibi solidi. Il gusto si svilupperà rapidamente e non c’è modo di migliore per aiutarlo che fargli provare cibi sempre nuovi. Ben presto, basterà guardare l’espressione del suo viso per sapere ciò che gli piace e ciò che non gradisce.

L’OLFATTO

Lo sapevi che circa tre mesi prima di nascere il bambino è in grado di sentire l’odore del liquido amniotico?
Una volta nato, si dovrà confrontare con un quantità enorme di odori nuovi e diversi tra loro e userà questo senso per compensare la vista ancora troppo debole. Questo è il modo in cui il tuo bambino ti riconosce e preferisce il tuo odore a quello di qualsiasi altra persona. In soli cinque giorni è capace di riconoscere l’odore del latte materno.





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Primi mesi» e tag «, , , , , ».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2018 Bravi Bimbi