Profilassi oculare e vitamina K sono le prime medicine con cui il tuo bambino appena nato verrà a contatto. Vediamo insieme di che cosa si tratta.

La profilassi oculare consiste nella somministrazione di gocce negli occhi del neonato, per prevenire eventuali infezioni che può contrarre al momento del passaggio attraverso il canale del parto.

Veniva un tempo eseguita instillando una sostanza, il nitrato d’argento, particolarmente attiva nei confronti di un germe che, se presente nella madre, era responsabile di una congiuntivite particolarmente grave: la congiuntivite gonococcica, appunto causata dal Gonococco, germe che determina infezioni a trasmissione sessuale. Si è però visto che il nitrato d’argento poteva essere responsabile a sua volta di una congiuntivite chimica, con arrossamento delle rime palpebrali e secrezione da irritazione.

Per tale motivo oggi si preferisce somministrare gocce o pomate oftalmiche contenenti antibiotici, ugualmente attivi contro il gonococco, ma anche contro altri germi che possono albergare nel tratto genitale della madre e che possono essere responsabili di congiuntiviti batteriche, a comparsa più tardiva.

La profilassi oculare viene generalmente eseguita subito alla nascita, dopo avere lavato il neonato.

Sempre alla nascita viene somministrata la vitamina K, per potenziare l’attività di coagulazione del neonato.

La somministrazione è per via intramuscolare, nel gluteo, e non richiede dosi successive, a meno che la madre allatti esclusivamente al seno. In tal caso può essere opportuno proseguire con la somministrazione di vitamina K per bocca, per tutto il periodo dell’allattamento al seno. La vitamina K viene somministrata per evitare la comparsa tardiva di malattia emorragica, abbastanza rara nella popolazione italiana.

In alcuni casi, se la madre è portatrice di un germe del tratto genitale, lo Streptococco di gruppo B, e se non viene effettuata adeguata terapia appena prima del parto, è opportuno che al il neonato vengano somministrati antibiotici per la profilassi di una grave forma di polmonite neonatale da Streptococco.