Bravi Bimbi > Primi mesi > Soluzioni per far dormire il bambino

Soluzioni per far dormire il bambino

Scritto da barbamamma il 17 Ottobre 2010

dormire neonato

Il fatto che i figli non dormano è uno dei principali timori delle mamme, ma cerca di non preoccuparti, abbiamo parecchie soluzioni per te di diversi esperti del settore.

Personalmente crediamo che i bambini piccoli abbiano i loro tempi e non bisogna pretendere che dormano per forza di cose da soli o ignorarli se piangono. Sono cuccioli d’uomo, ricordatelo sempre. Non pensare che a 5 mesi non piangano e dormano tutta la notte fino al mattino dopo. Hanno bisogno d’amore e d’affetto. Dagli questo e raggiungerai facilmente tutti i traguardi. 🙂

Se però hai problemi con le poppate notturne, con le crisi di pianto quando lasci la stanza, col fatto che si alza appena lo metti a letto, o si sveglia troppo presto o gli si sono scombussolati gli orari o chissà cos’altro, leggi i consigli degli esperti e mediali secondo la tua esperienza e quello che credi sia meglio per il tuo bambino.

PROBLEMA SONNO 1: Troppe poppate notturne

Il problema

“Il mio bambino di 6 mesi si sveglia in continuazione la notte perché ha fame.”

La risposta dell’esperto

Gina Ford, esperta neonatale, infermiera in maternità e autrice de The New Contented Little Baby Book, dice:

“Se un bambino non mangia a sufficienza durante il giorno, si sveglierà di notte perché ha fame, quindi è molto importante stabilire una buona routine di alimentazione durante il giorno”

“Un bambino con più di 6 mesi che si sveglia tre volte a notte per mangiare di solito mangia poco e spesso, quindi la prima cosa da fare è stabilire un tempo più lungo fra una poppata e l’altra. Se la notte ha ancora fame, per prima cosa eliminerei una poppata giornaliera, per evitare che urli tutta la notte.”

“Se ha mangiato alle 5 del mattino, per esempio, potresti considerarla come la sua colazione, poi quando si risveglia passa direttamente ai solidi. Aumentando i solidi durante il giorno si dovrebbe automaticamente ridurre il bisogno di latte la notte.”

“Quando ti sembra che la quantità di cibi solidi sia buona, puoi cercare di eliminare la prima poppata notturna, chiedendo al papà di provare a farlo star buono. Ma quando si sveglia la seconda volta, è importante dargli tutto il latte che vuole.”

“Quando sei arrivata a due poppate a notte, continua a incoraggiarlo ad assumere più solidi durante il giorno. E una volta aumentati di nuovo i solidi, puoi provare a eliminare ancora la prima poppata notturna.”

“Ma riduci la quantità di latte per poppata solo quando hai raggiunto un’unica poppata notturna e il bambino dorme ininterrottamente fino alle 7. Inoltre, riducilo molto gradualmente, con 2-3 minuti in meno ogni 2-3 giorni o con 15 grammi in meno nel biberon.”

“Una volta raggiunto il corretto equilibrio fra latte e solidi, dovrebbe smettere da solo l’ultima poppata notturna.”

PROBLEMA SONNO 2: Piange quando esci dalla stanza

Il problema

“Il mio bambino non mi lascia andare via la sera.”

La risposta dell’esperto

Penelope Leach, autrice di Your Baby and Child, consiglia:

“Il segreto è fare le cose gradualmente. Inizia da ciò che fai di solito (abbraccio, cullata) e mettilo giù quando è molto, molto appisolato, non quando già dorme.”

“Nel giro di un paio di notti, mettilo giù sempre più sveglio, e allontanati gradualmente. Ciò può significare stare vicino alla culla, anche carezzargli la mano per qualche notte, e sedersi vicino ma senza toccarlo, e poi piano piano sempre più lontano.”

“Dopo una o due settimane probabilmente si addormenterà mentre tu leggi il giornale o un libro sulla porta, e poi con te addirittura fuori dalla stanza. Questo metodo richiede un po’ di tempo, ma è sicuramente meglio per entrambi che non lasciarlo piangere.”

PROBLEMA SONNO 3: Non vuole stare a letto

Il problema

“Il mio piccolo di 10 mesi continua ad alzarsi quando lo metto a letto!”

La risposta dell’esperto

Mandy Gurney, dalla Millpond Sleep Clinic di Londra dice:

“Di solito succede verso la fine del primo anno di vita, quando il bambino aumenta la sua mobilità. Il problema è quando non riesce a rimettersi sdraiato e deve aspettare qualcuno che lo aiuti. Una volta sistemato, è probabile che torni ad alzarsi di nuovo, perché vuole esercitare la sua nuova abilità.”

“Durante il giorno, insegnali a riabbassarsi, sempre in forma di gioco. Fino a che non ha imparato, dovrai tornare e metterlo a sedere o a sdraiare, ma cerca di ridurre al minimo l’interazione perché troppe attenzioni potrebbero indurlo a ripetere il comportamento.”

“Quando vedi che può riabbassarsi da solo in sicurezza, trattalo come se fosse sdraiato, con una rapida occhiata, e lascialo pure da solo se sta bene.”

“Se piange, aspetta qualche istante prima di tornare da lui, poi dagli la buonanotte ed esci. Ben presto si metterà a dormire. Ritorna più tardi, quando sei sicura che dorma profondamente, e coprilo.”

PROBLEMA SONNO 4: Sveglia troppo presto

Il problema:

“Il mio piccolo di 5 mesi improvvisamente si sveglia prestissimo – aiuto!”

La risposta dell’esperto

Linda Russell, consulente genitoriale e fondatrice del Parent Coaching Studio a Edimburgo, dice:

“Se ha iniziato a svegliarsi prima, è perché dorme troppo durante il giorno e così ha meno bisogno di dormire la notte.”

“O forse hai eliminato la poppata dei sogni – quella intorno alle 22.30 – troppo presto? Forse non è ancora pronto per 12 ore di fila senza cibo.”

“Mangia a sufficienza durante il giorno? Se ha più di 6 mesi e non hai iniziato lo svezzamento, forse non ha sufficiente energia per resistere 12 ore.”

“O forse la sua cameretta è troppo fredda? Le case di solito sono più fredde verso le 4 di mattina, forse potrebbe essere utile un termosifone portatile che si accenda automaticamente quando la temperatura scende sotto il 16 gradi.”

PROBLEMA SONNO 5: Routine spezzata

Il problema

“Ho appena ripreso il lavoro, e la routine del mio piccolo di 7 mesi si spezza quando rientro tardi.”

La risposta dell’esperto

Chireal Shallow, psicologa infantile e fondatrice della clinica per aiutare naturale sonno dei bambini consiglia:

“Le routine sono una sequenza di eventi fra cui quelli principali (il bagnetto, mettersi il pigiama) e quelli minori (abbassare la luce, parlare paino). Non è necessario che avvengano sempre nello stesso ambiente e alla stessa ora, ma è fondamentale che però seguano sempre la stessa sequenza.”

“Se la tua routine è davvero sballata, puoi ridurre il tutto a un’istantanea, con solo un evento principale e un paio di eventi minori, ma comunque creando una specie di routine che lo tranquillizzi.”

“Se andate in vacanza, porta delle cose che lui associ a un ambiente sicuro – un giocattolo preferito da guardare e tenere in mano, la sua copertina da annusare. Poi, se i nuovi elementi vengono aggiunti un po’ alla volta, dovrebbe comunque tranquillizzarsi.”

PROBLEMA SONNO 6: Fatica a mettersi buono

Il problema

“Il mio piccolo di 8 mesi improvvisamente non si calma. Era sempre bravo. Che cosa succede?”

La risposta dell’esperto

Georgie Bateman, dell’Organizzazione per la cura dell’infanzia Night-Nannies dice:

“Prova a fare un passo indietro, cercando la causa del problema, dei piccoli cambiamenti nell’ambiente, come ad esempio la stanza troppo calda in inverno, o il ritorno a una routine di sonno normale dopo un’influenza o la dentizione.”

“Se ancora non sta buono, prova a seguire questo programma per 5 notti: sdraialo sulla schiena nella culla e fagli incrociare le mani sul petto. Usa l’altra tua mano per unire le caviglie, sfregando la pianta dei piedi – si tratta di punti della riflessologia. Quando è calmo, lasciagli le mani, sfregandogli le braccia e le mani. Lentamente, smetti di carezzargli i piedi. Dagli la buona notte e esci dalla stanza.”

“Se poi si alza di nuovo, ricomincia ciò che hai fatto. Il tuo obiettivo è che resti sveglio, ma sufficientemente calmo per rimanere da solo.”





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Primi mesi» e tag «, , , ».

Commenti

34 commenti a “Soluzioni per far dormire il bambino

  1. Non riesco a trattenermi dal commentare:
    io ho un figlio di 2 anni e una di 4, la più grande si è sempre svegliata la notte in modo direi fisiologico, cioè finchè era allattata almeno ogni 2 ore, poi un massimo di 2-3 risvegli, facilmente gestibili che non mi hanno creato mai molti problemi (eccetto durante le malattie ma anche questo è normale). Probabilmente molte delle soluzioni proposte in questo articolo avrebbero migliorato leggermente le cose ma senza cambiarle sostanzialmente.
    Con il secondo le cose sono andate molto diversamente, i suoi risvegli erano continui e ingestibili, ho provato molte soluzioni “pronte all’uso” come queste che non hanno fatto altro che accrescere il problema, la sfiducia e guastare il rapporto tra me e lui.
    Io credo che il problema del sonno debba essere approciato in modo globale, non serve a nulla togliere una poppata di giorno aspettandosi che mangi di più e dorma meglio.
    La notte è il momento in cui i bambini tirano fuori tutte le problematiche vissute durante il giorno, le cause possono essere talmente tante e talmente profonde che non ha nessun senso cercare soluzioni facili e veloci, che siano comportamentali o farmacologiche.
    Bisogna farsi un’esame di coscienza davvero consapevole su se stessi e sul rapporto che si ha con i propri figli, cercare le cause profonde, che possono essere emotive o fisiche, impostare TUTTA la propria quotidinaeità in modo diverso, accogliere il proprio bambino anche se si risveglia ogni 30 minuti, urla nel cuore della notte e sta sveglio dalle 3 alle 5 di notte.
    Io credo che quando un bambino si sveglia in questa maniera stia chiedendo aiuto nell’unico modo che ha e nell’unico momento in cui i genitori son davvero lì per lui.
    Per noi il problema principale era la sua incapacità di gestire la stanchezza, questo lo portava a essere sempre più stanco e a dormire sempre meno e a essere sempre più stanco e via dicendo.
    Quando la mia attenzione si è spostata dal “problema sonno” e si è focalizzata su mio figlio, ho capito che il suo non chiedere attenzioni durante il giorno aveva un contrappeso enorme nella notte.
    Abbiamo intrapreso un percorso grazie anche all’aiuto di un libro molto competo sull’argomento sonno (lo posso citare?) durato circa 6 mesi in cui lui è passato da 15 risvegli a notte a 1-2, ma anche ora io so che se facciamo certe giornate sballate come orari e ricche di stimoli, la notte i risvegli saranno 6-7 e talvolta ha incubi e pavor nocturnis.
    Scusate la lunghezza ma volevo dirlo per quelle mamme che sono nello stato in cui ero io l’anno scorso, senza speranza di soluzione e provano questi metodi facendo solo peggiorare le cose.
    barbara

  2. Ciao Barbara,
    condivido quello che scrivi che non trovo però in distonia con questo post.

    Prima di pubblicare i commenti “degli esperti” spero di avere centrato infatti la mia breve introduzione.

    I consigli li ritengo sensati nella misura in cui ciascuna mamma riesca ad interpretarli secondo le proprie esigenze e, soprattutto, nel caso facciano sorgere dei dubbi leciti riguardo alla crescita del neonato.

    A questo credo possano servire i post e i blog in generale. A far riflettere. Mai prendere per oro colato quello che si trova online. Mai. Serve sempre un po’ di testa e, come hai scritto fra le righe, di autocritica.

    Facci sapere del libro!

  3. Il libro è quello di Sara Letardi:
    Il mio bambino non mi dorme
    Casa editrice Bonomi

    Altri libri belli ma meno “pratici” sono quello del Leone Verde “facciamo la nanna” e quello di Sears “Genitori di giorno e di notte”

  4. ho mio figlio di 11 mesi ,che da circa 3/4 mesi si sveglia ripetutamente di notte….si alza..aggrappato alle sponde e piange disperato…vuole essere preso in braccio,,a volte si riaddormenta subito a volte ci vuole un po di tempo…poi appena si rimette giu nel letto……e vai di nuovo si piange..per tutta la notte. Di giorno dorme pochissimo…abbiamo provato anche con delle gocce naturali….senza benificio….
    non so piu come devo fare…io inizio ad essere molto stanca…grazie

  5. Ciao Karin, hai provato a vedere se ha fame? si quieta con un biberon di latte? magari è fame! Comunque ti consiglio di chiamare il pediatra, giusto per escludere mal di pancia, dentini o altro.

  6. Ho già parlato con il pediatra…la quale mi ha dato uno sciroppo a base di erbe..
    per quanto riguarda il nido..no non me lo hanno preso.
    Tra lìaltro ho anche un altro figlio di quasi 5 aa che nella notte si sveglia e viene nel lettone..dicendo che mi vuole….puoi immaginare!!!!! speriamo che prima o poi tutti riusciamo a dormire…
    grazie

  7. Mammine non preoccupatevi a tutto c’è una soluzione ho aiutatato tante mamme seguendo il METODO Tracy Hogg e le testimonianze delle mamme parlano di come è cambiata la loro vita familiare. Se avete bisogno anche solo per un consiglio chiamatemi 3480358744 o consultate http://www.ilclubdellemamme.it

  8. @gabriella: come barbara anche io sono convinta che le soluzioni “pronte all’uso” non fanno altro che accrescere il problema, la sfiducia e guastare il rapporto tra genitori e bambini e che ogni famiglia dovrebbe avere la possibiltà di sperimentare a suo modo le soluzioni più efficaci, questo rende il rapporto più forte e crea fiducia nelle competenze genitoriali. Rivolgersi invece all’esperto di turno innesca invece un meccanismo di delega che diventa un circolo vizioso in cui la mamma smette di ascoltare i segnali del proprio figlio per mettere in pratica METODI creati da sedicenti esperti per le masse. Ma ogni figlio è un individuo e ogni persona è unica e irripetibile e trattare le persone (perché i bambini sono persone)con dei METODI (per farli dormire, per farli mangiare, per farli abituare a non chiedere ciò di cui hanno bisogno) anziché con amore e comprensione è un approccio molto sterile se non dannoso. Tracy Hogg tra l’altro non sembra così esperta come si dichiara nel capire il linguaggio segreto dei neonati, parla di “cerchio di rispetto” attorno al bambino, ma di fatto non rispetta le naturali biologiche e innate esigenze del neonato: contatto fisico, presenza materna e ritmi sonno veglia diversi da quelli adulti. Se questi metodi fossero scritti per “insegnare” a dormire ad un adulto, tutti inorridiremmo, ma invece ai bambini bisogna praticare violenza perfino per costringerli a dormire quando e dove non vogliono, anzi se non si applicano questi metodi si viene tacciati dall’esperto di turno come genitori che non vogliono il bene dei propri figli.

    Quanto al resto, il post di barbamamma in sé è centrato benissimo sulla questione, è giusto informare i genitori dei possibili consigli per agevolare il sonno dei propri bambini, ma poi ogni famiglia, come ribadito nel post, sceglierà in base alle proprie esigenze…perché in fondo non esiste un modo giusto e uno sbagliato e “metodi” che funzionano per una persona possono non funzionare per un’altra.

  9. Aiuto! Il mio bambino di 21 mesi non vuole più dormire nel lettino ma vuole solo dormire con me e mio marito. Non sappiamo più come fare. Fino a quest’estate ci dormiva, poi siamo andati nella casa al mare dove non abbiamo il lettino e lì ha dormito per 1 mee con noi. Da lì il danno. Ed ora???? Quali soluzioni????

    Grazie barbara

  10. Cara Barbara, purtroppo il tuo bimbo ha recepito un messaggio divrso:” Da oggi si dorme nel lettone” per un mese avete involontariamente consolidato questo comportamento e rinforzato il messaggio. Ora l’unica soluzione è insegnargli nuovamente a dormire nel lettino mi chiami e ne parliamo così mi dice esattamente i comportamenti del suo bimbo. Un abbraccio e a tutto c’è una soluzione. Gabriella 3480358744

  11. ciao il mio piccolo a 5 mesi ma non dorme mai di giorno riposa dalle 13 alle
    15 può capitare che schiacci un pisolino ma non più di 20 min dopo alle 22 si
    addormenta riesce a fare nella sua culla solo un’ora ora e mezza dopo si
    sveglia ogni ora e così fino alle 7 dopo mangia e tira sino le 9.30 ho provato
    con camomilla latte artificiale come ultima poppata ma niente non so più che
    fare e quando sta sveglio devo stare sempre con lui in braccio o seduto ma con
    me e deve giocare sempre e solo con me o con il papà insomma solo niente ci
    vuole sempre qualcuno non riesco a fare nulla neanche a recuperare il min
    indispensarabile per dagli retta aiutoooo beati voi che i bimbi dormono

  12. scusate per l’errore ho senza h ma questa come ho detto è l’assenza di sonno cmq dimenticavo non si addormenta mai da solo lo dobbiamo addormentare noi

  13. Ce ne sono tanti e molto controversi. Probabilmente in ciasscuno di loro c’è del vero. Leggere non fa male, possono dare degli spunti di riflessione. Usa però il buon senso e, soprattutto quello che ti dice il cuore.
    Esempi:
    https://www.bravibimbi.it/leggere/libri-per-genitori/libro-tutti-i-bambini-fanno-la-nanna/
    oppure
    https://www.bravibimbi.it/leggere/libri-per-genitori/fate-la-nanna/
    o
    https://www.bravibimbi.it/shopping/libro-besame-mucho/#more-399

    Ti consiglio anche di leggere i vari commenti sotto ai libri…

  14. cari barbamamma e barbapapà ho conosciuto una famiglia che ho supportato con l’arrivo dei due gemelli, che mi ha parlato tantissimo di voi. Secondo me quello che state facendo è grandioso!!!!
    Rinnovo la mia disponibilità nel poter aiutare altre mamme con i loro bambini per il sonno. Sarebbe bello pubblicare le testimonianze di chi ora dorme tutta la notte. Questo va visto caso per caso ogni bambino è diverso e unico e quindi è giusto osservare e poi fare un vestito su misura che spesso si risolve con una chiaccherata.
    Grazie a tutti Gabriella vi lascio nuovamente il mio contatto 3480358744 tataga@hotmail.it

  15. la mia bimba di quasi 11 mesi fin dal primo giorno, dove in ospedale mi dissero “allattamento selvaggio” si sveglia in continuazione anche ogni mezzora!!! al sesto mese gli ho tolto la tetta del pranzo e della cena dandogli le pappe ora gli do la tetta solo per dormire (intorno alle 21.30c.a.) e per colazione ma, nonostante tutto si continua a svegliare ogni mezzora a volte tira un’ora max un’ora e mezza!!!
    cosa posso fare??
    grazie mille!
    Roberta

  16. allora mio figlio ha 5 mesi, fin dal primo giorno di vita ha dormito nella sua culletta (prima in quella di vimini in camera da letto da qualche settimana nel suo lettino in camera sua), prende il latte artificiale e da una 15ina di giorni alle 13:00 circa mangia la crema di riso, è da circa 2 mesi ke la notte (ma anche di giorno) si sveglia ogni 45/60 min, il problema è ke nn apre ji okki ma piange, avvolte basta dargli il ciuccio x calmarlo altre non basta quindi lo prendo in braccio e provo a mettergli il ciuccio se nn lo vuole ji do un po di camomilla e così tutta la notte (lui fa 2 poppate quasi sempre una a mezzanotte e una alle 4 o 5 e poi mangia dirett alle 13:00) non so + ke fare il mio pediatra m ha dato delle goccine ke si kiamano metamil ma niente anke cn quelle è lo stesso, m ha detto tranquilla un giorno si abituerà. Beh è facile a dirsi lui nn è qui cn me e nn vede, nn so + cm fare sn disperata anke perkè poi la mattina non riesco a fare nulla!Ho provato anke cn il bagnetto prima di metterlo a letto (premetto ke lui max alle 21:00 vuole già dormire) e così da quando si addormenta a quando si risveglia alle 8:30 circa ogni oretta il suo piantino 🙂 help meeeeeeeeeeeeeeeee

  17. Mamma jessica prova a fare uno sforzo impostando il ritmo dal mattino tipo 7/8 così aggiungendo una poppata di giorno la situazione si modifica inoltre meglio non toccare la mezzanotte per una questione di ritmi circadiani anticipa alle 23:30 e cerca…se riesci di non dare cibo durrante la notte questo alimenta i risvegli. Per la sera è normale i bimbi crollano tra le 20 e le 21. Per il resto se hai bisogno contattami ma ho bisogno di avere più informazioni, dal parto in avanti per poterti aiutare. Un abbraccio Gabriella (tataga@hotmail.it)

  18. Ciao,ho un bimbo di 8 mesi,vivace e curioso. È nato grosso,non ha avuto nessun problema con lo svezzamento (io l’ho allattato con allattamento misto fino al sesto mese,adesso mangia pappa a pranzo e cena). Ha sempre dormito molte ore,ma con molti risvegli. Anche adesso,si addormenta da solo alle 20.30/21 (gli canto qualche ninna nanna e lo metto sveglio a letto,questo dal terzo mese) e si sveglia tra le 6 e le 7 per mangiare; dopo il biberon dorme ancora fino alle 8/9 (dopo il biberon semprenel lettone). Il problema è che si è sempre svegliato spesso durante la notte,ma bastava dargli il ciuccio per riaddormentarsi. Ora invece piange disperato,vuole essere preso in braccio: io dopo un paio di volte cedo e lo porto nel lettone…prima di partorire ero una fervida sostenitrice di Estivill,ma ora che c’è lui non sono capace! A volte poi ci sorprende facendo diverse notti di fila senza svegliarsi. Mio marito dice che è il momento di spostarlo nella sua cameretta,ma io ho paura ad allontanarlo da me (paura di notti insonni,di pianti disperati…). Però così,sempre nel lettone,non può continuare,ho paura di averlo ancora lì tra di noi tra un anno o due (ne ho già sentite!). Grazie,Alessia

  19. Per fare chiarezza e diffondere le evidenze scientifiche di associazioni di pediatri su questo dannoso metodo ESTIVILL che vorrebbe insegnare ai bambini a dormire e che in realtà prescrive assenza di relazione fra genitore e bambino..

    Suggerisco altri libri sul sonno (nei primi due c’è un’ampia analisi critica del perchè il metodo Estivill sia discutibile):

    -Gonzales C., Besame mucho, Coleman Editore
    -Honegger Fresco G, Facciamo la nanna, Il Leone verde edizioni
    -Letardi S., Il mio bambino non mi dorme, Bonomi Editore
    -Sears W. Genitori di giorno e di notte La Leche legue Italia
    -Liedloff J., Il concetto del continuum,Edizioni la Meridiana

  20. Ciao!
    Anche io vorrei tanto che il mio cucciolo dormisse tutta la notte… cosa che aveva imparato da solo sin da subito. Dopo 10 gg dal parto dormiva già 7 ore a notte. Una favola. Poi dopo un viaggio in aereo e un cambio casa per una settimana intorno ai 2 mesi e mezzo hanno interrotto l’idillio.
    Ora si sveglia ogni 3 ore. Lo tiro su dalla culla. Lo porto nel letto. Mangia dormendo. Dopo 10 min lo riporto nella culla. E così fino al mattino.
    Ho letto un po’ di libri tra quelli menzionati… ma non credo che le loro teorie/tecniche siano applicabili sempre e comunque con tutti i bambini.
    Spero che l’autosvezzamento porti un lungo sonno… 😉
    O che di nuovo magicamente, come a 10 gg, ricominci a dormire beato.

  21. @luna direi che davvero tipico. La nostra bimba scambiò il giorno con la notte fin dagli inizi. I nostri amici, quando ebbero anche loro dei figli, ci dissero tutti: “eh, a noi è andata bene, tornati dall’ospedal dorme come un ghiro”.
    Non gli abbiamo spesso mai detto nulla ma pensavamo: “Aspetta a dire certe cose…aspetta…”. E di fatti è così. L’evoluzione del sonno del bambino è davvero difficilmente prevedibile…bisogna portare davvero tanta pazienza e mettersi il cuore in pace 🙂

  22. Cari Barbamamma e Papà sono contenta della spontaneità dei commenti ma senza offese.
    Io sono libera professionista nel settore educativo all’infanzia ed ho una preparazione di circa 10 anni (teorica e pratica) o lavorato in diverse strutture pubbliche e continuo a studiare per cercare di essere sempre aggiornata.
    Io non lavoro sui bambini direttamente perchè non sono una tata ma aiuto i genitori a superare le problematiche con se stessi prima di tutto e poi con i bambini. Mi avvalgo anche dell’aiuto di un associazione che mi supporta in tutto questo. La mia esperienza è stata anche pubblicata su un libro.
    In sostanza esistono delle soluzioni ma ognuno decide se farsi aiutare e come avvalendosi dell’aiuto di una guida per le situaioni difficil, complicate e a volte ingestibili.
    Mi piacerebbe farvi vedere con i Vostri occhi cosa succede e la felicità della famiglia quando i risvegli sono difficili e i cambiamenti positivi dei bambini.
    Un saluto a tutti e sono sicura che tutti possono crescer Bravi Bimbi.
    A presto Gabriella

  23. io ho un bimbo di 28 giorni , lo sto allattando io anche se visto che mi faceva un sacco di storie e oltretutto ho un po di problemi ai denti e vorrei curarli.. ora gli sto dando l’aggiunta…il mio problema è che di giorno se si attacca al seno o si addormenta da solo dopo 10 minuti un quarto d’ora si sveglia e vorrebbe riattaccarsi ancora ma x usarmi come ciuccio…non appena lo stacco da me e lo metto nel suo letto si svegliaaaaa..!!!!!!!!!! che devo fare????

  24. ciao silvia
    intanto auguri, io adesso ho un bimbo di quasi un anno, da un mese ai tre di notte dormiva nel suo lettino ma di giorno non voleva saperne nè del lettino nè del passeggino nè del divano nè del lettone insomma se lo tenevo in braccio dormiva anche tutto il giorno si svegliava solo per le poppate appena provavo ad appoggiarlo si svegliava tipo scossa immediatamente dopo sotto consiglio dei parenti ho provato a cambiargli posizione ebbene si la posizione che dicono i medici a pancia in su non gli andava più bene voleva stare o su un fianco o addirittura pancia in giu so che è sconsigliata ma era l’unico modo per riposare lemie braccia certo dovevo stare più attenta controllarlo sempre ma almeno mi riposavo non dormiva più di 15 min ma era gia un passo avanti stai attenta e prova magari non sta più comodo in quella posizione non so se anche a te sarà utile ma puoi provare

  25. ah dimenticavo il fatto che si attacca e si addormenta potrebbe anche essere una conseguenza all’aggiunta ovvero furbi come sono dopo aver provato il biberon dove il latte gli esce immediato e non fa fatica quando adesso lo attacchi al seno si stanca di più quindi tira si stanca e si addormenta ma in realtà non si è saziato quindi tieni duro e non mollare e vedrai che magierà in un modo e nell’altro ricorda che sono piccoli ma sono più furbi di noi sa già che poi tu gli darai il biberon quindi non mollare e proponigli sempre il seno io per colpa di una racade ho dovuto dargli per breve tempo il mio latte nel biberon ebbene finiva che il mio seno non lo voleva più ma ho insistito certo ti stanchi da matti è sempre unostress però dopo un pò ha ricominciato ad attaccarsi

    insomma tieni duro tieni duro il tuo latte è davvero importante

  26. buongiorno

    il mio bimbo di quasi 13 mesi, da un paio di mesi a qsta parte, ha preso a svegliarsi più vv durante la notte e a finire nel nostro letto. A vv ha fame, e infatti, prima di metterlo a letto, ultimamente, gli sto dando il biberon, ma altre vv è proprio capriccio, pianto disperato che si placa solo mettendolo nel nostro letto e in pochi secondi si addormenta. Mi rendo conto che ormai sia diventata un’abitudine nata in realtà durante quegli episodi notturni in cui non stava bene, aveva la febbre, etc..e nel periodo in cui aveva iniziato ad andare al nido (ora non ci va più xchè era perennemente malato) ma ora sta benone e la vince sempre lui. Potete darmi qhce consiglio per cercare di togliergli qsta abitudine?help…

  27. Salve, sono una mamma esasperata! Mio figlio 22 mesi si sveglia 3/4 volte la notte! Mi chiama e vuole la mia mano finché non si riaddormenta! A volte ci mette due minuti e altre volte anche due ore! Alla fine, verso le 4/5 di notte mollo e lo mettiamo nel lettone!! È da quando è nato che fa così … Sono due anni che non dormo… Ed ora anche io ci metto 2 ore per riaddormentarmi! Tra l altro sono all’ ottavo mese di gravidanza e sono proprio cotta!!! Che devo fare?
    Grazie per la risposta!
    Mara

  28. Cara Mara, purtroppo questo e un momento mi rendo conto molto delicato per riuscire ad aiutare il bimbo di 22
    Mesi essendo in attesa ma si può creare una soluzione che consenta a tutti di riposare bene. Nei post precedenti ho dato alcune indicazioni e per aiutarla avrei bisogno di qualche elemento in più per comprendere i motivi dei risvegli. I bimbi sono tutti diversi e c’è bisogno di più elementi. Le faccio in augurio speciale e attendo per poter parlare del sonno nostro e dei nostri bimbi.
    Gabriella

  29. Ciao a tutte.. ho letto questi commenti e allora ho capito che il mio caso non è unico.. ho un bimbo di 10 mesi molto vivace.. iperattivo direi.. sta tutto il giorno sveglio dalle 8.30 del mattino fino alle 00.
    30.. può capitare che al massimo dorma un’ora al giorno… o faccia riposino di mezz’ora verso le 15.. lui gioca tutto il giorno .. giochiamo insieme.. vuole stare un braccio quando si stanca del box.. e fino alle 00.30 non crolla neanche dopo la poppata delle 22.30.. da quando prende sonno ogni ora ( batte il secondo) si sveglia fino alle 8.30 del mattino.. con gli occhi chiusi sta seduto nel suo lettino gioca.. piange .. etc.. per tutta la notte.. mi sento una pezza.. anche perché nn so dove sbaglio!!!! Ho provato con i bagnetto serali.. camomilla.. goccine.. ma nulla.. dimenticavo ha appena messo il 5 dentino .. ma nn penso siano i denti..aiutatemiii

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi