I neonati sono come turisti stranieri: non parlano la nostra lingua né capiscono pienamente quello che diciamo loro. Ma imparano in fretta. Secondo alcune ricette i bambini iniziano ad ascoltare la voce dei genitori già dalla pancia della mamma. Dopo la nascita, iniziano ad abituarsi alle tue parole e alle tue frasi per capire cosa stai dicendo. Usano anche la loro capacità di osservazione per capire cose più complicate legate al mondo fisico ed emotivo, come l’amore, la fiducia, il tempo, il rapporto causa – effetto.

Quando si sviluppa?

Imparare a capire cosa gli altri dicono e fanno inizia prima che tuo figlio nasca. All’inizio, non saprà il significato delle parole che usi, ma comprenderà le tue emozioni (come amore, preoccupazione, ansia e rabbia). Quando avrà quattro mesi, riconoscerà il proprio nome e a 8 – 12 mesi capirà semplici richieste quali “No” e “Non toccare”. Intorno ai 27 mesi sarà in grado di eseguire ordini doppi, come “Vai in camera e prenditi le scarpe”. A tre anni, avrà un vocabolario di alcune centinaia di parole e una discreta comprensione di aspetti più complicati legati alla vita quotidiana, come fare la spesa, dire l’ora o pulire la casa.

Come si sviluppa?

  • Fino a un mese
    Quando sono svegli, i neonati assorbono nuove informazioni sul mondo in cui si trovano, usando i propri sensi per capire cosa succede intorno a loro. Non hanno le informazioni che hanno gli adulti o i bambini più grandi per dare un senso a ciò che assorbono – stanno costruendosi un magazzino di informazioni giorno per giorno. Molti esperti affermano che i neonati capiscono molto di più di quanto possano pensare i genitori.
    I neonati sono emotivamente sintonizzati con chi sta intorno a loro come arma di sopravvivenza e riescono a capire come ti senti e cosa stai pensando dal tono della tua voce, l’inclinazione della tua bocca, il ritrmo del tuo respiro, il tocco della tua pelle e la luce dei tuoi occhi. Tuo figliò costruirà la sua versione della realtà dal modo in cui tu reagisci a lui – capendo che conta qualcosa perché lo prendi in braccio quando piange, perché lo guardi con amore e lo nutri quando ha fame. Quando si sviluppano le sue abilità motorie, aumenta la sua memoria, si allunga la sua capacità di attenzione, migliora il linguaggio, le sue abilità sociali si affinano e capirà molte più cose.
  • Dai due ai tre mesi
    Continua ad assorbire qualsiasi cosa lo circondi. La sua attività preferita è guardare cosa succede intorno a lui, comprendendo ora che tu lo consolerai, lo nutrurai e giocherai con lui quando avrà bisogno di te. Il suo primo vero sorriso arriverà in questo periodo, riempiendoti di gioia. Capisce che è un modo per farti sapere che è contento. Si divertirà anche a vedere la reazione che provoca sorridendo. A tre mesi, aggiungerà qualche suono gorgogliante, iniziando una primitiva forma di conversazione con te.
  • Dai quattro ai sette mesi
    Conosce il proprio nome e capisce che lo stai chiamando quando lo pronunci. Reagirà voltandosi verso di te. Si sta sintonizzando sempre di più al tono della tua voce. Quando sembri amichevole, reagirà con gioia, mentre se gli parli in modo freddo, forse piangerà. Inizia anche a capire la differenza fra le facce familiari e quelle estranee, e potrebbe piangere se lo metti in braccio a qualcuno che non riconosce.
  • Dagli otto ai 12 mesi
    Inizia a capire delle richieste semplici. Prova a dire “No” quando cerca di toccare le prese della corrente, si fermerà e guarderà la tua faccia – magari dicendo “No” a sua volta e scuotendo la testa. In questo momento sta anche testando le tue reazioni al suo comportamento. Butterà il cibo sul pavimento solo per vedere cosa fai, e registrerà la tua reazione nella sua memoria. Poi lo rifarà per vedere se reagisci allo stesso modo.
  • Dai 12 ai 18 mesi
    A 18 mesi, dovrebbe essere in grado di capire e usare almeno 50 parole. E sarà in grado di seguire le tue indicazioni anche se implicano due azioni diverse – per esempio “Raccogli quei giochi e mettili nella scatola.”
  • Dai 19 ai 23 mesi
    Inizia a capire che ciò che lui vuole potrebbe non coincidere con ciò che vuoi tu. Proverà ad affermarsi – incrociando le braccia in modo risoluto quando vuoi che ti dia la mano, ad esempio. Comincia anche a capire semplici concetti, come spazio e dimensione. Probabilmente riesce a fare qualche puzzle molto semplice, e sa la differenza fra un triangolo e un quadrato, e sa mettere ogni formina al posto giusto.Sta anche scoprendo causa ed effetto – sa che quando schiacchia la pancia della bambola ne esce un suono.
    Questa nuova abilità gli verrà utile quando sarà pronto per farla nel vasino (ci vorranno un altro paio di mesi per questo).
  • Dai 24 ai 36 mesi
    Ora ha una buona comprensione del linguaggio. Secondo gli esperti dello sviluppo, i bambini di due anni capiscono almeno 150 parole e ne aggiungono 10 nuove quasi ogni giorno. Poiché l’acquisizione del linguaggio è diventata quasi una seconda natura, ora può rivolgere la propria attenzione a concetti più complicati che coinvolgono le emozioni.
  • Fra i due e i tre anni, comprenderà le principali basi di ogni relazione: l’amore e la fiducia. Saprà che tu e il resto della famiglia vi prendete cura di lui e siete dalla sua parte. Ha imparato questi concetti fondamentali dal modo in cui l’hai trattato nei primi anni di vita. Lavarlo con affetto, rispondere ai suoi bisogno e tenerlo al sicuro lo hanno aiutato a diventare un bambino sicuro e tendenzialmente ottimista.Comincia a comprendere aspetti più complicati della vita quotidina come fare la spesa, il passare del tempo o pulire la casa guardando te nelle attività di ogni giorno. Sta acquisendo una comprensione più profonda di come dovrebbe trattare gli altri (anche guardando come fai tu). Il modo più facile per essere sicura che cresca gentile e disponibile è quello di trattare tu, per prima, gli altri e lui in quel modo.

E poi?

Il numero di parole che capisce e usa continuerà a crescere molto rapidamente. A sei anni, i bambini hanno un vocabolario di circa 13.000 parole. Fra qualche anno comincerà a comprendere idee e situazioni più complesse, come la matematica di base, ciò che è giusto e ciò che è sbagliato e cosa succederà in un prossimo futuro.

Il tuo ruolo

Parlargli e leggere lo aiuterà a sviluppare delle buone abilità di comunicazione. In generale, capirà una parola molto prima di saperla pronunciare.

Giocare con lui lo aiuterà a capire meglio come funziona il mondo. Sfidalo con giochi adatti alla sua età per incoraggiare lo sviluppo fisico e mentale.
Sii affettuosa, e mostragli quanto gli vuoi bene e ti preoccupi per lui. E’ il modo migliore per insegnargli dei concetti emotivi importanti quali l’empatia.
Quando preoccuparsi

Se all’età di tre anni sembra avere problemi a comprendere semplici indicazioni e suggerimenti, parlane con il medico. Fallo anche nel caso in cui ti sembri sinceramente perplesso quando gli chiedi di fare qualcosa di semplice. Per esempio, se gli hai mostrato un’infinità di volte come aprire una scatola e ancora sembra non capire come si fa, potrebbe avere un ritardo nell’apprendimento.