Una squadra di calcio di dilettanti in Irlanda (la Ballybrack FC) si è macchiata di un gesto che tutto è fuorché sportivo: ha finto la morte di un suo giocatore per poter posticipare la partita… quando i funzionari della lega hanno scoperto la cosa la squadra è stata costretta a fare le sue scuse e il segretario del club ha rassegnato le dimissioni. Non è chiaro di chi fosse l’idea, ma sembra che il motivo fosse soprattutto logistico. Gli altri giocatori, non essendo professionisti, avevano problemi a giocare quel giorno per motivi di lavoro. Ma c’era bisogno di spararla così grande?!