In Gravidanza

Conto alla rovescia

piedinoIl libro “Il Bambino l’attesa e la nascita” ed.Mondadori, mi ha accompagnato per tutta la gravidanza. E’ un libro pratico, pieno di nozioni e consigli, e la sua lettura è molto scorrevole e chiara.

Ora che mancano solo poche settimane, sto leggendo le ultime pagine di cui, ti riporto uno stralcio che ho trovato di particolare interesse:

“…la data che viene calcolata all’inizio della gravidanza non è che altro che un dato statistico, solo il 5% di bambini nasce a questa data, tutto dipende dalle mestruazioni che non sono uguali per tutte le donne. Nove donne su dieci partoriscono entro i 10 giorni dalla data presunta.

Dopo la 36a settimana, il bambino si impegna, cioè scende nel bacino e lo percepirete molto in basso, come se aveste una noce di cocco tra le gambe. In questa fase, il bebè lo sentirete meno, perchè è strettamente compresso. ma un bambino vigoroso, continuerà a muoversi, pur limitandosi a muovere le ginocchia e i piedi.”

Questa cosa della “noce di cocco” mi incuriosice, è capitato anche a te? Per ora questa sensazione non ce l’ho.