TU DURANTE LA TRENTOTTESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA:

Non dovresti ingrassare ulteriormente. Forse provi emozioni ambivalenti riguardo al gran momento: desiderio che tutto finisca e timore su come si svolgerà il parto. Potresti notare che il bambino ora si muove meno e, invece di avvertire che tutto il suo corpo si sposta, sentirai pugni e calci e una strana sensazione alla vagina provocata dalla testa che si muove contro i muscoli del pavimento pelvico. Se puoi, cerca di restare in movimento, facendo delle camminate giornaliere di trenta minuti.

 

IL TUO BEBE’ DURANTE LA TRENTOTTTESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA:

Pesa circa 3 kg, è lungo circa 50 centimetri: peso e dimensioni sono simili a quelle di un nascituro al termine. Aumenta di circa 28 grammi al giorno. E’ bello rosa, la lanugine protettiva che lo ricopriva per impedire che la pelle si macerassa in seguito al prolungato contatto con il liquido amniotico sta scomparendo. A partire da questo momento il suo organismo è pronto per affrontare nelle migliori condizioni la nascita e la vita extrauterina.

Idee per il futuro papà:

Lanci un’occhiata al suo profilo e vedi quel pancione enorme… e ti senti subito in colpa. Lei è stanca, nervosa, non ne può più della gravidanza, non dorme perché si deve alzare ogni mezz’ora per andare in bagno, soffre di gonfiore e indigestione cronici, e il suo umore riflette tutti i suoi disagi. Ti senti responsabile, e sai perché? Perché tu SEI responsabile!
Pensiamoci bene per un minuto. Una donna non può concepire senza un uomo, e viceversa. Questo rende la gravidanza uno sforzo di squadra. Certo, tu non devi subire i disagi fisici della gravidanza, ma anche tu hai la tua parte di preoccupazioni e una miriade di pensieri contrastanti – e devi guardare la persona che ami cambiare sotto i tuoi occhi.
Cosa deve fare un uomo? Lo sai benissimo, ed è per questo che stai leggendo qui. Devi esserci per lei. E’ un lavoro duro, e solo tu puoi farlo! Non puoi portare fisicamente il peso della pancia, ma puoi aiutarla ad alleggerire il proprio. E cosa fai quando lei ti urla che “questa cosa” è tutta colpa tua? Con calma le ricordi che non avresti potuto farlo senza il suo contributo… e poi corri a nasconderti! 😀  (stiamo scherzando perchè ormai… ci siamo!)

▶ VAI ALLA TRENTANOVESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA

◄ TORNA ALLA TRENTASETTESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA

Per non vedenti: ASCOLTA LE SETTIMANE DI GRAVIDANZA – Trentottesima settimana di gravidanza