L’FDA, l’agenzia americana che vigila sulla sicurezza dei farmaci, ha approvato per la prima volta un nuovo farmaco per il trattamento della depressione post partum, un disturbo che colpisce almeno 1 donna su 9 dopo la nascita di un figlio.

Le donne che soffrono di depressione post partum devono fare i conti con la perdita di appetito, l’insonnia, cambi d’umore e non di rado un disinteresse verso il proprio neonato. Nei casi più gravi questo disturbo può portare anche ad atti di autolesionismo. Il motivo per cui alcune donne ne soffrono non è ancora chiaro, probabilmente la presenza di lievi disturbi psicologici o una storia familiare con casi di depressione.

Il nuovo farmaco si chiama Zulresso e agisce entro 48 ore, quindi avrebbe un’efficacia di gran lunga superiore agli altri medicinali usati finora per trattare questa condizione, per i quali si doveva aspettare anche 2 settimane per vedere qualche effetto. Il principio attivo del farmaco è il brexanolone, che agisce sull’attività neuronale. Al momento accedere a questo farmaco non è semplice, anche per via del costo (tra i 20mila e i 35mila dollari).