Bravi Bimbi > Primi anni > 1-2 anni > Il bambino a 16 mesi

Il bambino a 16 mesi

Scritto da barbapapa il 20 Dicembre 2008

4 COSE CHE DEVI SAPERE

1. Sta sviluppando la propria personalità. Stanno per finire iI giorni in cui potevi leggergli nel pensiero o interpretare il suo pianto. Inizierà ad indicare gli oggetti che vuole e sarà in grado di prenderti per mano e portarti dove vuole andare. E’ un momento incredibile nello sviluppo di tuo figlio. Scoprirai presto cosa gli piace e cosa no, dove vuole andare e dove preferisce non andare. Divertiti a vederlo muovere!

2. Inizia a capire le regole più semplici. Per mesi hai vissuto seguendo i suoi orari. Ora che si è trasformato in un energico cucciolo, può capire delle semplici regole. E’ abbastanza grande per imparare che "dopo pranzo, è ora del riposino" e "solo due cartoni prima di cena". Sarà difficile dire di no ad una faccina così adorabile, ma ricorda che i bambini, nonostante le loro proteste, hanno bisogno di limiti. Stabilisci dei paletti ragionevoli e aiutalo a conviverci. Assicurati che vadano bene per lui, visto che la cosa più importante è che riesca a rispettarli.

3. Sta imparando a correre e ad arrampicarsi. Pochi mesi fa non credevi sarebbe successo. Eri convinta che avresti sempre dovuto portarlo in braccio ovunque volessi andare. Ora, da un giorno all’altro, vuole correre da solo. E’ anche in grado di arrampicarsi e scendere da qualsiasi superficie della casa. Arrampicarsi gli permette di sviluppare ulteriormente le sue attività motorie di base e gli offre una nuova prospettiva delle cose. Stai attenta! Controllalo attentamente e cerca di fare in modo che si arrampichi in posti sicuri.

4. Sta diventando un artista in erba! Hai notato che cerca di afferrare ogni penna, matita o pennarello che hai in mano? Scarabocchiare diventerà sicuramente uno dei suoi passatempi preferiti. Recupera molti fogli e colori atossici, e osservalo al lavoro. Prepara una speciale galleria in cui esporre le sue creazioni. (di solito il frigorifero è un ottimo espositore) Decorare la casa con le opere del tuo artista preferito porterà gioia ad ogni membro della famiglia.

LA SICUREZZA E LA SALUTE DEL TUO BAMBINO

Proteggilo contro l’avvelenamento da monossido di carbonio. Hai installato dei rilevatori di fumo in tutta la casa, ma non sai se installare anche il rilevatore di monossido di carbonio? Questo gas è inodore e incolore, ma può essere letale. Senza gli adeguati rilevatori, non c’è modo di avvertirne la presenza. Proteggi la tua famiglia installando i rilevatori ad ogni piano della casa. Puoi acquistare un singolo apparecchio che rileva insieme sia fumo che monossido di carbonio.

Rendi la TV sicura per i tuoi bambini. Vi sono sempre molti dibattiti relativi agli effetti della TV sui bambini, dall’affaticamento agli occhi all’esposizione a immagini violente. Ma la TV può essere anche un ottimo strumento educativo e può offrire qualche minuto di necessario divertimento e relax. Ecco cosa puoi fare per limitarne gli effetti negativi sui tuoi bambini:

  • Guardate la TV insieme. Mantieni un dialogo costante durante e dopo il programma. Se sei nella stanza con loro, potrai controllare le scene che non ti sembrano adatte, e i bambini potranno farti delle domande. Non permettere loro di avere la televisione in camera, l’accesso sarebbe troppo facile e senza alcun controllo.
  • Vedi in anteprima i programmi che guarderanno. Potresti registrare quelli adatti alla loro età in videocassetta.
  • Poni dei limiti. Decidi quanta televisione vuoi che guardino, e rimani ferma nelle tue decisioni.
  • Osserva le tue abitudini davanti la TV. Ti accorgerai che lasci sempre la TV accesa quando cucini o pulisci. Prova invece ad accendere la radio. Ti sorprenderà vedere a quanti immagini e suoni violenti e inappropriati sottoponi i tuoi figli se usi la TV come colonna sonora.

Limita le cose dolci. Puoi fare molte cose per ridurre l’assunzione di zuccheri soddisfacendo comunque la sua golosità. La frutta fresca è un’alternativa perfetta ai dolci: non solo avrà qualcosa di dolce, ma aggiungerà sostanze nutritive essenziali alla sua dieta. Sii creativa e goditi questi cibi insieme a lui. Non eliminare del tutto lo zucchero, ma limita la quantità di dolci che può mangiare. Tienili per le occasioni speciali. E’ la strada giusta per una dieta molto più sana.

ATTIVITA’ DIVERTENTI DA FARE ASSIEME

Sfrutta il momento del bagnetto come un modo per rilassarlo dopo una giornata impegnativa. Fai in modo che il passaggio dal gioco alla nanna sia divertente. Prepara un bagno caldo, con delle bolle, giocattoli per il bagnetto e un asciugamano morbido. Pochi minuti dopo sarà rilassato, pulito e pronto per andare a letto. (Anche tu potresti aver bisogno di asciugarti e cambiarti i vestiti.) Una volta ripulito tutto, portalo in camera per qualche coccola prima di spegnere la luce. (Ricorda: non lasciarlo mai da solo vicino a una qualsiasi quantità d’acqua.)

Crea un teatrino per lui. Realizza dei pupazzi, cattura la sua attenzione e raccontagli una storia. Usa delle storie per insegnargli delle semplici lezioni, o recita uno dei suoi libri preferiti.

SEMPLICI MODI PER PRENDERTI CURA DI TE

5 Segreti per essere una mamma single di successo

Essere un genitore single è forse una delle sfide più difficili. Prenditi un momento per conoscerti meglio e coltivare 5 aspetti importanti per farti fiorire come madre single:

  1. Saggezza. Non devi sapere tutto. Semplicemente impara a vedere le cose nella giusta prospettiva.
  2. Arguzia. Mantieni vivo il tuo senso dell’umorismo.
  3. Dignità. Sii orgogliosa di ciò che sei e dell’incredibile lavoro che stai facendo.
  4. Fiducia. Prenditi cura di te, rispettati e abbi cura della fiducia in te stessa.
  5. Coraggio. Una volta che sei sicura di chi sei e dove sei, esci e prova nuove cose.

Ma soprattutto, ricordati che la maternità è una delle carriere più importanti della vita ed è una sfida incredibilmente ripagante. Continua a lavorare bene!

Prenditi il tempo per fare l’amore. Fare l’amore è una preziosissima forma di espressione dei propri sentimenti e può offrire alla coppia degli incredibili benefici sulla salute. Oltre ad essere un potente antistress, è un modo divertente per bruciare calorie! Inoltre, una regolare attività sessuale può ridurre il rischio di problemi alla prostata nell’uomo. Con così tante buone ragioni per farlo, cosa stai aspettando? Stasera trova il tempo di riscoprire queste qualità con il tuo compagno!
 





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «1-2 anni» e tag «, , , , ».

Commenti

6 commenti a “Il bambino a 16 mesi

  1. Salve, mi chiamo Sheila ho 29 anni, ho un figlio di quase 17 mesi, adesso sto aspettando un’altro(a) che arrivera verso la fine di Maggio. Sono un po ansiosa e mi sento un po in colpa per mio filglio (ho paura di non riuscire a dare l’affetto e l’attenzione che a avuto fino adesso), inoltre mi preocuopo per il fatto che dovrò crescerli da sola, visto che i miei parenti vivono lontanto. Spero di riuscire fare tutto….
    Santo cielo, solo a immaginare mi viene il panico!!! Nonnostante la gioia della maternità.

  2. Ho un bimbo di 16 mesi, lo allatto ancora nn riesco a trovare un metodo per farlo addormentare sempre allo stesso modo.Aiutatemi.si sveglia ancora un sacco di volte durante la notte, ora per i molari ha 10 denti pesa 16 kg.
    Da 2 settimane ha cominciato ad urlare come un pazzo quando vuole qualcosa. come lo calmo?
    Mangia tutto, carne pesce, frutta , verdure dolci, tutto insomma .Quando nn vole mangiare è perke nn si sente bene.
    Nn dormo + di tanto, lui va a letto sempre ca. alle 9 ma si sveglia spesso. ho bisogno di aiuto

  3. Ciao Stefania,
    ti capisco perché anch’io ho un figlio di 16 mesi che allatto ancora e che si addormenta praticamente solo al seno (tranne quando è in macchina o a volte nel passeggino) e si sveglia spesso di notte perché cerca il contatto e quindi il seno, ma non è fame.
    Io sono copnsapevole che lui continua perché in me non è scattata la molla per dire STOP. Per ora è più difficile per me che per lui probabilmente il distacco e finché sarà cosi’ lui non si staccherà. Ma finché va bene a tutti e due non è un problema.
    Se ti pesa il fatto che si sveglia spesso, se sei molto stanca, dovrai fermamente decidere di togliere il seno, è quello che lo sveglia. Se no, accetta la cosa e vai avanti con serenità e godendoti questi momentio privilegiati mamma/piccolo.
    Anche il mio dà urla da pazzi. A parte mostrare fermamente il proprio dissenso, non puoi fare gran che perché è il loro modo di esprimersi. Ma mostra comunque che non sei contenta di queste sue urla. Un abbraccio

  4. Ciao, e’ passato un po’ di tempo dai vostri post. Ci tengo comunque a lasciare la mia esperienza.
    Oggi mia figlia ha 16 mesi. L’esperienza dell’allattamento esclusivo al seno e’ stata fantastica, e l’ho portata avanti con orgoglio a dispetto di chi, mi guardava sgranando gli occhi ” Ma come??? l’allatti ancora anche se ha superato l’anno??!!!” Ho ripreso a lavorare quando lei ha compiuto 13 mesi eppure ho continuato ad allattarla, solo la notte, fino ai suoi 15. Rendendomi conto che continuava a svegliarsi la notte, 1 o 2 volte, solo per attaccarsi al seno per una ciucciatina di pochi minuti, ho capito una cosa fondamentale ossia che dovevo lasciarla libera dal vincolo del seno, per permetterle di essere autonoma, di liberarsi, per modo di dire, di me e di crescere. D’accordo con mio marito, abbiamo trasferito il suo lettino nella sua cameretta al compimento del 15esimo mese e gradatamente, notte dopo notte, ai suoi richiami rispondevo prontamente offrendole anche il seno. Poi, una notte, mi sono limitata a cullarla, e dopo pochi tentativi di attacarsi, ha rinunciato e si e’ riaddormentata tra le mie braccia. E’ stata una cosa graduale, non facile per me, perche’ lo ammetto, era molto forte l’istinto di farla attaccare anche solo per consolarla. E” stata dura soprattutto quanto a 15 mesi 1/2 si e’ presa una brutta influenza. Pero’ mi sono sempre detta: ” Forza, e’ per il suo bene, per farla crescere, e’ inevitabile..abbiamo vissuto una bellissima esperienza, ora deve andare avanti” E” 1 mese che non si attacca, a volte mi tocca il seno e mi guarda ” Tetta?’ Le sorrido ” Ora la tetta fa la nanna” e cerco di farla ridere facendole il solletico o giocandola in qualche modo per distrarla. AL momento funziona.
    L’estate e’ arrivata per cui avremo modo di divertirci e di crescere. Un abbraccio.

  5. salve ho un bambino di 18 mesi, andrea, e devo dire che a me sembra terrribile!!! ho un solo dubbio: perché quando gli tolgo qualcosa o non facciamo quello che vuole si mette a gridare tantissimo e a volte se ha qualcosa in mano addirittura per la rabbia la tira a terra. Io lo rimprovero e si mette a piangere. E’ normale come comportamento?? ho tante insicurezze !!!

  6. La mia bimba ha 16 mesi ed e’ la mia gioia
    Ancora la allatto per farla addormentare e di notte continua a svegliarsi spesso
    In cerca del seno spero di reggere fino ai 24 mesi anche perche’ ho lasciato il lavoro x fare la mamma a tempo pieno quindi non ho scuse:la stanchezza si sopporta
    L’unica mia paura e’ solo quella di ipernutrirla lei e’ gia’ paffutella e in famiglia abbiamo la tendenza all’obesita’ la pediatra ovviamente disapprova in toto l’allattamento notturno secondo lei di notte si dovrebbe accontentare di un po’ di acqua che ridere!!!!!;)io cmq seguo il mio istinto e le necessità della mia piccoletta poi si vedrà…..ah la bimba pesa 12.5 kgs

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi