con parole ma con chiari segnali. Potrebbe persino scacciare il tuo braccio se non vuole giocare con quel giocattolo o se sospetta la tua intenzione di fare qualcosa di fastidioso, come pulirgli il naso o dargli una medicina.

E’ molto frustrante per lui provare a fare qualcosa senza riuscirci. Se riesce a rotolarsi sulla schiena, potrebbe restare bloccato e piangere per farsi “salvare”. Alcuni pronunciano una serie di consonanti. Le parole non sono ancora familiari, ma lo è di certo il tono della voce!

Sviluppo del linguaggio

Ormai emette suoni più lunghi e più vari, cambiando la forma della bocca per suoni diversi. Quando sperimenta tono e volume, resterà a guardare la tua reazione.

Il linguaggio del corpo riflette umore e bisogni. Per esempio, se si agita e inarca la schiena quando lo tieni in braccio potrebbe significare che vuole stare giù a giocare.

Sviluppo cognitivo

Inizia a capire che i giocattoli possono uscire dal suo campo visivo e poi li guarda riapparire. Se un giocattolo gli cade, guarderà per terra per cercarlo.

Sta cercando di guardare il mondo attraverso i tuoi occhi. Guarda dove guardi tu, legando ciò che vedi a ciò che dici. Aiutalo a dare un nome alle cose descrivendogli ciò che  vedi.

Capacità motorie grossolane

Gli piace fare l’aeroplano! Quando è sulla pancia, inarca la schiena, solleva le braccia e spinge con le gambe. Pensi sia sul punto di decollare? Puoi aiutarlo a spingersi in avanti premendo con la mano contro la sua pianta del piede, e guardandolo scivolare in avanti.

Collo, spalle, schiena e addominali sono forti e robusti e riesce a sollevare il busto dal pavimento. Potrebbe riuscire a rotolare da entrambe le parti. Alcuni si divertono a rotolare su un cuscino e apprezzano qualche giocattolo. Altri preferiscono muoversi fra le braccia della mamma.

Una posizione piacevole potrebbe essere seduto dritto con le mani sul pavimento davanti a sé.

Capacità motorie fini

E’ meravigliato da ciò che possono fare le sue mani. Le guarda avvicinarsi a un giocattolo, identificarne la forma e passarsi il gioco da una all’altra. Anche se deve conoscere ancora le cose per bene, comincia a sfruttare il pollice opponibile. Una volta afferrato l’oggetto, se lo porta alla bocca o lo passa da una mano all’altra.

E’ il mese giusto per iniziare con le costruzioni. Mettilo sul seggiolone, o per terra circondato da cuscini. E dagli dei blocchi colorati piuttosto grandi. Guardalo afferrarne uno come fosse un micino, studiarlo, portarselo in bocca o passarselo da una mano all’altra, girandolo e rigirandolo. Non riesce ancora a tenere un giocattolo in ogni mano. Ne farà cadere uno dei due. Nei prossimi mesi imparerà a sbatterli uno contro l’altro, farli cadere ma anche attaccarli.

Nota: Questi progressi possono comparire in questo primo mese, ma è normale anche se la fanno più avanti. Temi che il tuo bambino non si stia sviluppando normalmente?

Il quadro generale

Il tuo bimbo a cinque mesi impara a capire il mondo giocando con altre persone. Mamma e papà sono i suoi compagni di gioco preferiti. Trova il tempo per introdurlo a nuove viste, suoni, materiali ed esperienze.

NELLA FOTO:
Francesco, nato il 15/07/2009
3.450Kg per 51 cm
Di lui papà Rocky dice: “Franci a 5 mesi ormai sta seduto senza problemi e non si separa mai dal suo amico ciuccio