Le prime settimane assieme al tuo piccolino saranno tutt’altro che facili e sarai sicuramente assalita da mille dubbi. Non ti preoccupare, è normalissimo e il confronto con il tuo pediatra e meno ricerche in rete riusciranno a metterti sulla strada giusta 😉

Proviamo comunque a vedere alcune delle domande più comuni tra le neomamme.

IL BAMBINO NON VUOLE ATTACCARSI AL SENO

Niente paura. Il tuo bambino è un principiante proprio come te e devi dargli tempo. Controlla che sia ben sdraiato su un fianco lungo il tuo petto, con la testa in linea con il resto del corpo e che riesca ad aprire la bocca abbastanza per coprire l’intera areola (la zona più scura intorno al capezzolo) e il capezzolo stesso.

Chiama il medico se hai ancora problemi dopo un paio di giorni dal parto. Il bambino ha bisogno di essere nutrito.  Parlane con il pediatra e dai uno sguardo agli articoli sull’allattamento.

NON FA ALTRO CHE PIANGERE!

Niente paura. Il pianto è l’unico mezzo di comunicazione che il bebè conosce per attirare la tua attenzione e sortire un certo risultato. Ogni qualvolta che il bambino piange, prova a pensare a cose che potrebbero causare il suo pianto: ha fame, ha sonno, ha freddo o caldo o vuole un po’ di coccole?

Chiama il medico se piange per ora senza interruzione, soprattutto di sera con grida forti e acute. Potrebbe avere una colica.

DOPO LA PAPPA HA UN RIGURGITO

Niente paura tutti i bambini hanno un rigurgito dopo la poppata. Ti abituerai a portare un piccolo panno sulla tua spalla quando lo dondolerai per fargli fare il ruttino. Anche se ti sembrerà che abbia vomitato l’intera pappa è normale.

Chiama il medico se il bambino vomita più del solito e ha la diarrea o un vomito violento.

HA LA TESTA CALDA CHE PULSA

Niente paura. Riesci a sentire le pulsazioni da sopra la fontanella, la membrana provvisoria che sovrasta lo spazio tra le due ossa della testa del bambino. Questo spazio ha permesso alle ossa della sua testa di adeguarsi allo stretto passaggio attraverso il canale del parto e con il tempo, verso i 18 mesi di vita, le ossa della testa si richiuderanno gradualmente.

Chiama il medico se la fontanella appare incavata (un segno di disidratazione), o rigonfia (un segno di meningite).

HA L’ACNE

Niente paura. Circa il 20% dei bambini nasce con macchioline e puntine bianco-giallastre sul naso e sulle guance. Si tratta della Milia. E’ del tutto innocua e scompare da sola nel giro di qualche settimana e non deve essere assolutamente scambiata per un segnale di future macchie del viso.

Chiama il medico se noti piccole macchie bianche all’interno della bocca. Puàò essere un’infezione del cavo orale.

LA SUA PELLE E’ SECCA E SI SPELLA

Niente paura. Il tuo bambino è stato immerso per 9 mesi in un liquido, principale responsabile dell’aspetto squamante della sua pelle. Tra breve avrà una pelle morbida e liscia!

Chiama il medico se la pelle è rossa e presenta delle macchie e delle scaglie che sembrano dargli fastidio e prurito. Potrebbe trattarsi di eczema.