Gli esercizi di Kegel si fanno per rinforzare i muscoli del pavimento pelvico – quei muscoli che sostengono l’uretra, la vescica e il retto. Prendono il nome da Arnold Kegel, un ginecologo che li consigliava già negli anni ’40 per aiutare le donne a combattere l’incontinenza e a controllare meglio la vescica, sporattutto dopo il parto.

Se ancora non li fai, ti consigliamo di iniziarli subito. Rinforzare questi muscoli ti aiuterà a prevenire o curare l’incontinenza urinaria, un problema che colpisce il 70/ delle donne durante o dopo la gravidanza. (Molto spesso l’incontinenza urinaria colpisce anche le donne in età avanzata, quindi ti consigliamo di farli sempre, come sana abitudine per la tua vita..) Inoltre, gli esercizi di Kegel aiutano a ridurre il rischio di incontinenza anale.

Poiché migliorano la circolazione nella zona rettale e vaginale, possono aiutare a prevenire le emorroidi e a guarire dopo un’episiotomia o una lacerazione durante il parto. Infine, continuando a farli regolarmente dopo il parto ti aiuta non solo a controllare meglio la vescica, ma migliora anche il tono muscolare della vagina, rendendo il sesso più piacevole.

Come si fanno gli esercizi di Kegel?

Fingi di provare a trattenere allo stesso tempo il gas e la pipì. Devi stringere e rilasciare i passaggi anteriore e posteriore contemporaneamente.

Se non sei sicura di farlo bene, puoi controllare inserendo un dito pulito nella vagina prima di comprimere. Se senti pressione attorno al ditto, stai facendo l’esercizio in modo giusto. Oppure prova a farlo durante il rapporto sessuale, e chiedi al tuo partner se nota la differenza. Se stai facendo bene, dovrebbe sentire una maggiore pressione attorno al pene.

Ricordati di stringere e rilasciare senza tendere la pancia, stringere le gambe, i glutei o trattenere il respiro. In altre parole, devono lavorare solo I muscoli del pavimento pelvico.

Se all’inizio ti sembra difficile isolare questi muscoli, con un po’ di pratica sarà molto semplice. Mettere una mano sulla pancia potrebbe essere utile per controllare che rimanga rilassata.

Se non li hai mai fatti, inizia trattenendo ogni contrazione per qualche secondo, per poi rilasciare per qualche altro secondo. Mano a mano che I muscoli si fanno più forti, potrai arrivare a trattenere la contrazione fino a dieci secondi, rilassando poi per un tempo altrettanto lungo.

Se soffri di incontinenza urinaria, cerca di fare l’esercizio anche quando starnutisci o tossisci. Potrebbe aiutarti a eliminare le perdite.

Ogni quanto dovrei fare gli esercizi di Kegel?

Inizia facendone un paio per volta durante il giorno. Quando senti che I muscoli sono più forti, aumenta il numero delle contrazioni e il tempo in cui trattieni ogni contrazione. Fai delle serie da dieci, e cerca di farne almeno tre o Quattro per tre volte al giorno.

Fai in modo che diventino parte della tua routine quotidiana.

Per esempio, potrersti farne una serie quando ti svegli la mattina, un’altra mentre guardi la tv e poi di nuovo quando vai a letto. Ma non ha molta importanza quando e dove li fai – l’importante è che tu li faccia regolarmente.