arrivi a prenderlo all’asilo è perchè forse sta usando la memoria per ricordarsi che un altro bambino lo ha disturbato o fatto arrabbiare durante la mattina.
La memoria lo aiuta a imparare e gli fornisce alcuni degli elementi fondamentali per la costruzione della propria comprensione del mondo.

Un bambino può persino ricordare aspetti della propria vita precedente. Alcuni psicologi hanno fatto sentire a dei bambini fra 1 e 10 mesi una serie di suoni e tenere in mano alcuni oggetti. Due anni più tardi – durante i quali i bambini non hanno incontrato di nuovo questi psicologi – l’esperienza è stata ripetuta. Il comportamento dei bambini ha rivelato che essi ricordavano molto dei suoni e degli oggetti.

Come si sviluppa la memoria del tuo bambino?

1 anno

Prova a dare al tuo bambino di 1 anno una semplice istruzione “Passami la tazza, per favore”, assicurandoti che ti stia guardando mentre gli parli. Lui starà attento, ricorderà cosa gli hai chiesto e ti darà la tazza.

2 anni

Fallo giocare con un puzzle di legno – di quelli in cui due o tre pezzi si incastrano dentro una cornice. Controlla quanto tempo ci mette a completare il puzzle. Poi dagliene un altro. Vedrai che lo completerà molto più in fretta.

3 anni

Insegnagli una canzoncina nuova. All’inizio, potrebbe ricordare solo l’ultima parola di ogni strofa. Ma con un po’ di esercizio, ricorderà perfettamente tutta la canzoncina.

4 anni

Molti bambini di questa età imparano il nome di alcuni colori (rosso, giallo, blu), alcune forme (cerchio, triangolo) e possono essere in grado di contare in modo consapevole dall’1 al 10.

5 anni

Fagli sempre molte domande sulla scuola, la maestra, le attività del giorno, i compagni di classe, ecc. Alcuni bambini sono più comunicativi di altri, ma qualunque sia il livello delle loro risposte, ascoltali sempre con grande attenzione.

Tipi di memoria

  • Visiva: Ricorda ciò che vede – riconosce la tua faccia.
  • Uditiva: Ricorda i suoni – reagisce quando qualcuno chiama il suo nome.
  • Olfattiva: Ricorda odori e sapori – sa che gli piacciono alcuni cibi e altri no.
  • Cinestetica: Ricorda i movimenti – ha capito che scuotendo il pupazzo ne esce un suono.
  • Semantica: Ricorda le parole – sa che una certa parola si riferisce a un oggetto specifico.

Più tipi di memoria sono coinvolti, più è facile imparare e ricordare. Per esempio, se vuoi insegnare a un bambino di 3 anni una filastrocca, prima ripetila tu (memoria uditiva e semantica), poi mostragli delle immagini in un libro (memoria visiva) e incoraggialo a ripeterla insieme a te (memoria cinestetica). Puoi fargli anche mangiare un dolcino con la forma del personaggio principale della filastrocca (memoria olfattiva).

Cosa puoi fare per aiutare lo sviluppo della sua memoria?

  • Stabilisci sempre un contatto visivo. Guardalo negli occhi quando gli dai delle informazioni che vuoi che lui ricordi (per esempio, quando gli chiedi di seguire un’indicazione)
  • Fate molto esercizio. Quando sta imparando qualcosa di nuovo (per esempio, il nome di un colore) incoraggialo a esercitarsi ripetendolo più e più volte.
  • Usa il suo nome. E’ pi facile che si ricordi ciò che gli dici se nel discorso inserisci il suo nome. Il nome attirerà la sua attenzione.
  • Rendi la cosa divertente. Gli piaceranno molto i giochi di memoria (per esempio, con coppie di figure nascoste da trovare in mezzo alle altre).

richard woolfson*Il dott. Richard Woolfson è uno psicologo infantile e autore di molte pubblicazioni riguardanti i bambini e la famiglia.
Tiene una rubrica settimanale sul “The Herald” oltre ad essere periodicamente intervistato e presente in radio e televisione.