Dopo aver stabilito se è maschio o femmina, il colore degli occhi del bambino è forse uno dei primi argomenti di discussione. In fin dei conti, dipende tutto dalla genetica, e quindi dal colore degli occhi dei genitori, de nonni, de bisnonni e così via.

Gli occhi alla nascita

Tuttavia alla nascita gli occhi non sono ancora sviluppati completamente. Se il bambino è molto prematuro, potrebbe non riuscire nemmeno ad aprire le palpebre all’inizio. La vista è molto sfuocata e, nelle prime settimane, ad esempio riesce a mettere a fuoco un oggetto a pochi centimetri di distanza soltanto – diciamo la distanza fra il suo volto e il tuo quando lo allatti. Solo a sei mesi avrà la giusta profondità visiva de la percezione completa dei colori. Il colore finale dei suoi occhi potrebbe non rivelarsi fin oltre il nono mese di età. Quelli che vedi, insomma, non è il colore degli occhi definitivo.

Quando si sviluppa completamente il colore degli occhi di un neonato?

In fondo non c’è da sorprendersi che il colore degli occhi di un neonato non sia completamente sviluppato. In molti casi gli occhi diventano più scuri. Quindi, anche se dire a tutti che ha gli occhi del nonno farà molto piacere al nonno, poche settimane dopo potrebbe non essere più vero. Al primo compleanno il bambino ha circa metà della melanina di un adulto e dovrà arrivare ai tre anni prima che gli occhi abbiano il loro colore definitivo… di solito più scuro di quello che avevano alla nascita.

Delle speciali cellule chiamate melanociti producono più melanina man mano che il bambino cresce. Ed è la quantità di melanina presente che influisce sul colore che vediamo, proprio come la tinta marrone ci fa vedere i colori nei tessuti. Più pigmento marrone c’è negli strati superficiali dell’iride, più gli occhi rifletteranno una luce marrone. A volte il colore sul retro dell’iride si sposta sul davanti producendo un anello ancora più scuro attorno a un iride più chiaro.

Meno melanina esiste, più blu appariranno gli occhi. Una totale assenza di colore è il raro caso dell’albinismo.

Che colore di occhi avrà?

Il colore degli occhi dei neonati è spesso definito neutro, una specie di pallido grigio. Lo stesso può valere per il colore della pelle.

Gli occhi blu non hanno meno pigmento di quelli marrone, è solo che questo non si trova negli strati superficiali. Un bambino può avere occhi diversi da entrambi i genitori, perché il colore degli occhi non è legato a un solo gene ma a parecchi.

In molti casi il marrone predomina sul blu se, per esempio, un genitore ha gli occhi marroni e un blu, la maggioranza dei figli avrà gli occhi marroni.

Le ricerche sulla nostra struttura genetica sono in continua evoluzione, e il colore degli occhi è una delle cose in cui dobbiamo ancora imparare molto. Gli scienziati ritengono di aver compreso perché il colore si sviluppa nel tempo, ma stanno ancora scoprendo nuove cose sul perché il colore cambia anche più avanti nel corso della vita, e perché un occhio può avere un colore diverso dall’altro.

Il mio consiglio su questo argomento è molto semplice. Goditi i suoi occhi che ridono indipendentemente dal loro colore e vedi se noti dei cambiamenti man mano che passano i mesi.