Dei brevi dolori alla pancia sono normali in gravidanza. Ma crampi o dolori addominali non lo sono mai. Chiama immediatamente il medico quando senti dolori forti.

Le cause dei dolori lievi all’addome possono essere diverse durante le varie fasi della gravidanza:

Impianto

  • Molte donne avvertono dolori o crampi simili a quelli mestruali all’inizio della gravidanza.
  • Di solito questo avviene nel momento in cui l’embrione si sta posizionando nella membrana dell’utero.

Allungamento dei legamenti

  • Nel secondo trimestre, i muscoli e i legamenti (grosse fasce di tessuto) che sostengono l’utero si allungano.
  • Questo può provocare un lieve dolore in tutta la pancia o un dolore acuto in un punto preciso. Molte donne lo sentono molto forte alzandosi dal letto, da una sedia, dalla vasca da bagno o quando tossiscono.

Falso travaglio

  • Nel secondo e terzo trimestre potresti sentire delle contrazioni o una contrazione irregolare dei muscoli dell’utero, le cosiddette contrazioni di Braxton-Hicks o falso travaglio.
  • Il falso travaglio è solitamente indolore, ma non per tutte le donne.
  • Tende ad aumentare nelle settimane precedenti la data presunta del parto e può essere confuso con il vero e proprio travaglio.
  • Potresti avere un falso travaglio se le contrazioni:
    • Smettono quando cammini
    • Sono irregolari
    • Non si fanno più forti o più frequenti con il passare del tempo

Crampi

  • Nelle ultime settimane i crampi potrebbero essere il segno che il travaglio sta per iniziare.
  • All’inizio del travaglio, potresti avere dei crampi forti che:
    • Si presentano regolarmente ogni 5 – 10 minuti
    • Potresti sentire un forte mal di testa o crampi premestruali
  • I normali dolori addominali possono essere causati anche da:
    • Gas e gonfiore causati dagli ormoni che rallentano la digestione
    • La pressione dell’utero che cresce
    • Stitichezza
    • Bruciore di stomaco

Cosa puoi fare:

Quando senti dolori addominali, siediti, alza le gambe e rilassati.
Lo stare comoda dovrebbe alleviare in fretta i tuoi sintomi.

Altri suggerimenti:

  • Evita bruschi cambiamenti di posizione, soprattutto voltando di scatto i fianchi.
  • Quando senti dolore, piegati verso il punto dolorante per alleviarlo.
  • Camminare, fare piccoli lavori domestici o cambiare posizione può alleviare i dolori dovuti al gonfiore e al gas.
  • Avvolgi una bottiglia di acqua calda in un asciugamano e appoggiala alla parte bassa della pancia.
  • Fai una doccia o un bagno caldo.
  • Ricordati di assumere liquidi a sufficienza.

Quando chiamare il medico

Dolori forti:

Se un po’ di dolore è normale, dolori forti o crampi all’addome possono essere segno di problemi gravi, causati da diversi possibili fattori, più o meno inerenti con la gravidanza. Potrebbero essere il segno di un virus intestinale, di un’intossicazione alimentare, appendicite, infezione del tratto urinario o dei reni, di calcoli renali, problemi alla cistifellea o persino di complicazioni della gravidanza (come la preeclampsia).

Contatta il medico se hai dolori forti e continui, o se hai:

  • Crampi
  • Perdite di sangue dalla vagina
  • Febbre
  • Brividi
  • Giramenti di testa o svenimenti

Gravidanza ectopica

Nei primi 3 mesi di gestazione, il dolore addominale può essere il segno di una gravidanza ectopica, quando l’ovulo fertilizzato si impianta fuori dell’utero. Questo grave problema richiede cure mediche immediate. Chiama il medico appena noti lievi e irregolari dolori addominali una settimana dopo che ti è saltato il ciclo. Le perdite di solito sono seguite da dolori alla parte bassa dell’addome, di solito su un fianco. Se non curato, il dolore aumenta e potrebbe essere accompagnato da dolore alla spalla, svenimento o giramenti di testa, nausea e vomito.

Travaglio prematuro

Prima della 37a settimana di gravidanza, i crampi addominali possono essere segno di travaglio prematuro. Chiama il medico o vai immediatamente all’ospedale se presenti uno dei seguenti sintomi:

  • Contrazioni (l’addome si contrae come un pugno) ogni 10 minuti o più spesso
  • Perdite vaginali diverse (fluido o sangue dalla vagina)
  • Pressione pelvica – la sensazione che il bambino sta spingendo
  • Dolore alla parte bassa della schiena
  • Crampi simili a quelli mestruali
  • Crampi addominali con o senza diarrea

Travaglio

Capirai di essere in travaglio quando hai contrazioni frequenti e regolari – unico vero segnale dell’inizio. Chiama il medico quando:

  • Le contrazioni si presentano ogni 5 – 10 minuti.
  • Ti si rompono le acque e il liquido è scuro, o verde – marrone.
  • Perdi sangue dalla vagina.
  • Non riesci più a camminare o a parlare durante le contrazioni.
  • Sei preoccupata per la tua salute o per quella del tuo bambino.