Può capitare che durante l’ecografia si visualizzi una camera gestazionale vuota. Questo può essere determinato da un inzio della gravidanza successivo a quello che ritiene la donna, o in presenza di gravidanza gemellare. In questi casi bisogna avere un po’ di pazienza e ripetere l’esame. Se la paziente è in sovrappeso  o soffre di fibromi all’utero, la visualizzazione della camera gestazionale è più difficoltosa.

E’ importante però che la camera gestazionale sia visualizzata correttamente per eliminare l’ipotesi di una gravidanza extrauterina.

Si parla di gravidanza extrauterina (o ectopica) quando l’embrione non è nella cavità uterina, ma si è impiantato in altre sedi, come le tube (nella maggior parte dei casi) o l’addome (vedi immagine più sotto).

Sfortunatamente queste gravidanza non possono evolvere e sono potenzialmente letali anche per la mamma perchè possono causare gravi emorragie interne.

Se il tuo ginecologo sospetta una gravidanza extrauterina, ti informerà circa i rischi che corri e i controlli da effettuare. Dolori localizzati lateralmente, piccole perdite marroni o violacee e malessere generale possono essere i sintomi di una gravidanze extrauterina.

Per fortuna, le gravidanza extrauterine sono rare e sono individuabili tempestivamente. Tabagismo, interventi a livello delle tube, precedenti gravidanze extrauterine, salpingite (che altera la mobilità delle ciglia tubariche, rendendo difficoltosa la migrazione dell’ovulo fecondato), squilibri ormonali, dispositivi intrauterini quali la spirale costituiscono importanti fattori di rischio che devi assolutamente menzionare al tuo medico.

gravidanza extrauterina