Quarto mese di gravidanza

Benvenuta nel secondo trimestre! Questa di solito è la parte della gravidanza che le donne si godono di più, quando hanno fatto l’ecografia della 12° settimana e il periodo più critico per lo sviluppo del feto è passato – riprendono energia e molto dei disturbi più diffusi nel primo trimestre svaniscono.

All’inizio del quarto mese il tuo corpo avrà iniziato a cambiare forma, a cominciare dal giro vita (i vestiti inizieranno a starti scomodi), dai seni e dall’emergenza di una pancia ormai notevole. Per alcune donne questi cambiamenti fisici sono evidenti parecchie settimane prima, soprattutto se non è la prima gravidanza. D’ora in poi dovrai pensare a come restare alla moda anche durante la gravidanza, in cosa investire e dove comprare. Potresti già sentire il bisogno di nuovi reggiseni. Comprare tutto un “corredo” premaman può essere costoso, ma non preoccuparti, puoi trovare le cose essenziali anche a prezzi modesti un po’ dappertutto.

Mentre la pancia cresce, potresti notare macchie scure sulla pelle e persino la “linea nigra” che parte dall’ombelico e scende verso il basso. La pelle che si tira spesso diventa più sensibile e provoca prurito, e probabilmente ti chiederai cosa puoi fare per prevenire le smagliature (purtroppo non ci sono metodi sicuri per evitarle, ma un idratazione costante può aiutare.)

Comunicare la notizia
Dopo l’ecografia della 12a settimana e con la pancia che cresce, sentirai che è ora di comunicare la notizia della gravidanza. Se hai aspettato fino a questo momento per dirlo ad amici e parenti, puoi goderti il momento della condivisione, senza dover più giustificare strani comportamenti. Se hai altri figli, dovrai pensare bene al modo in cui spiegare loro del fratellino in arrivo. E’ una buona cosa dirlo ai bambini al più presto, in modo che si preparino per tempo all’evento.

Se lavori non sei obbligata a comunicare la tua gravidanza fino a quindici settimane prima della data presunta del parto, ma forse vorrai farlo prima, soprattutto se hai bisogno dei permessi – che ti spettano di diritto – per le visite prenatali e se comunque la pancia inizia a vedersi. Il tuo datore di lavoro ha altri obblighi per proteggere la tua salute, quindi se c’è qualcosa di cui ti preoccupi assicurati di conoscere bene i tuoi diritti.

Tu e il tuo compagno
Dopo che il tuo compagno avrà visto il vostro bambino nell’ecografia, la cosa si farà finalmente molto più reale anche per lui, e forse capirà perché ultimamente eri così stanca. Se non avete fatto sesso nel primo trimestre, il desiderio potrebbe tornarti ora, e molte donne trovano che il sesso in gravidanza sia molto piacevole. Questo però non vale per tutte, potrebbe semplicemente non interessarti, o potrebbe non interessare a lui – parlare sinceramente di come vi sentite è il modo migliore per comprendersi.

Il ritorno delle energie nel secondo trimestre lo rende il momento ideale per una piccola vacanza – abbiamo un sacco di consigli e informazioni per chi viaggia in gravidanza.

Attività fisica
L’attività fisica è ottima per te e il bambino ma, mano a mano che cambia la forma del corpo e aumenta il peso dovrai pensare di cambiare anche il modo in cui fai esercizio. Alcune donne trovano che andare in bicicletta o correre sia ormai scomodo nel secondo trimestre, altre invece non hanno problemi. Dipende in parte da quando metti su peso, e quanto. Se inizi a trovare disagevole il tuo allenamento abituale, puoi passare a qualcosa di più leggero, come nuotare, camminare, aerobica in acqua o yoga. Comunque tu decida di muoverti, ascolta sempre il tuo corpo più che il cronometro, e attenta ai segnali che ti avvertono quando stai esagerando.

A un certo punto, il prossimo mese, dovrai confermare l’ecografia della 20a settimana – se ancora non l’hai fissata, parlane con l’ospedale intorno alla 17° settimana di gravidanza.


Quinto mese di gravidanza

E’ un mese entusiasmante per le donne in attesa, perché le cose cambiano più in fretta. Fra la 17a e la 20esima settimana si sentono i primi movimenti nella pancia (anche se nella prima gravidanza può avvenire ben oltre la 20° settimana). Farai inoltre un’altra ecografia, e dovresti riuscire a vedere meglio il bambino e controllare che tutto si sta sviluppando come dovrebbe. Dovresti anche riuscire a scoprire il sesso del bambino, a meno che non sia in una posizione che impedisce di vederlo. In alcuni paesi potrebbero non dirti il sesso del bambino (di solito per proteggere le femmine) e per saperlo dovrai prenotare un’ecografia presso una clinica privata.

Cambiamenti del corpo
D’ora in poi prenderai peso molto più velocemente di prima. E, man mano che cresci, ci saranno giorni in cui ti sentirai più grassa che incinta. Indossare abiti carini ti aiuterà a stare meglio (sì, puoi trovare abiti premaman eleganti e a poco prezzo). Noterai inoltre piedi e gambe gonfi in questo periodo, soprattutto se stai molto in piedi, e a molte donne succede di crescere di un numero di scarpa. E’ utile stare con le gambe alte quando ti siedi, ed evitare di stare in piedi per lunghi periodi.

Inoltre, ti stancherai molto più in fretta, per il fatto che ti porti dietro molto più peso e per le continue richieste fisiche del bambino, per non parlare del fatto che stai già pompando il 20% di sangue in più nel corpo rispetto al normale. Di conseguenza, è molto comune in questo periodo soffrire di carenza di calcio, essere anemiche e ritrovarsi stanche, esauste e a volte anche con le vertigini.

D’altro canto, il maggiore apporto di sangue al clitoride renderà il sesso particolarmente piacevole in questo periodo, e infatti molte donne sperimentano per la prima volta un orgasmo multiplo. Se senti che hai voglia di farlo, è il momento giusto per approfittarne!!

Pensare al futuro

Probabilmente ti sarai abituata all’idea di diventare madre e puoi iniziare a pensare a preparare le cose per dopo la nascita e, ovviamente, a che tipo di parto vorresti, e dove. Una delle prime cose da fare è iscriverti a un corso prenatale che possa adeguarsi ai tuoi orari. Di solito non iniziano prima del terzo trimestre, ma conviene comunque iscriversi in anticipo per trovare posto. Questo è il momento giusto.

Scoprendo tutto quello che c’è da sapere sul travaglio e le opzioni per il parto, ti farai una tua opinione anche sulle opzioni di sollievo al dolore e sul parto naturale. Una volta che hai lei idee chiare, visita qualche centro maternità, parla con le ostetriche e fai tutte le domande possibili su come affrontano il parto. E’ importante che tu ti senta a tuo agio con l’ambiente che scegli e che sia sicura che il loro modo di gestire la cosa vada bene per le tue priorità e le tue preoccupazioni. Puoi iniziare a buttare giù le tue preferenze in una sorta di bozza del piano per il parto.

Se lavori ti chiederai quali sono i tuoi diritti per la maternità e quando dovresti informare il tuo datore di lavoro.


Sesto mese di gravidanza

Cambiamenti del corpo
Man mano che cresce la pancia, noterai un cambiamento nella postura, per essere più comoda, ma devi ricordarti che questo può causare o peggiorare alcuni problemi e che quindi devi cercare di evitare strane posture, sia mentre cammini che mentre dormi. Se già soffri di mal di schiena, segui i nostri consigli per trovare sollievo. D’ora in poi meglio utilizzare scarpe piatte o con tacco molto basso per evitare dolori alla schiena e per stare in piedi meglio – dai una letta alla nostra guida per gli acquisti se non sai che scarpe prendere.

Poiché l’equilibrio sarà sempre più difficile, ti preoccuperai anche del rischio di cadere e degli effetti sul bambino se ciò dovesse succedere. Stai tranquilla che il bambino è ben protetto dentro la pancia e che piccole cadute o lievi colpi non dovrebbero provocargli alcun danno, ma è comunque meglio stare attente a non cadere e, se succede, controllare che sia tutto a posto.

Se dagli esami risulti a rischio di diabete gestazionale, dovrai fare un testa per la tolleranza al glucosio proprio nel sesto mese.

Musica per le sue orecchie
Sai sicuramente che la musica può avere un effetto positivo sullo sviluppo del feto. Benché non sia ancora scientificamente provato che il QI del bambino possa aumentare con un po’ di Mozart o di Bach, è però vero che il bambino sente alcuni suoni da dentro la pancia e, dopo la nascita, potrebbe riconoscerli e trovarli confortanti, sia che si tratti del suono della tua voce e di quella dei familiari, sia che si tratti delle canzoni di Norah Jones, dei Linkin Park o qualunque cosa aiuti te a rilassarti.