Questa è la domanda preferita di chi sta cercando di restare incinta, ed è una buona domanda 🙂

I segni e i sintomi della gravidanza sono svariati. Cercheremo di vederne il più possibile.

Ciclo mancato

Il ciclo mancato è probabilmente uno dei segni di gravidanza più attendibili. Benché alcune donne abbiano delle perdite da impianto più o meno nei giorni del ciclo, di solito queste sono più leggere e più corte del ciclo normale. Ecco perché ti viene chiesta la data del primo giorno del tuo ultimo ciclo normale. Alcune donne possono avere il ciclo per tutto il periodo della gravidanza, è molto raro ma può succedere.

Se stai progettando una gravidanza, il giorno di arrivo del ciclo è probabilmente molto chiaro nella tua mente. E’ ufficialmente il giorno in cui puoi fare il test di gravidanza.

Questi test misurano il livello di hCG (l’ormone rilasciato in gravidanza) nell’urina. La quantità di urina analizzata varia a seconda del test. Anche la quantità di ormone secreto varia da donna a donna, ma non molto. I test migliori sono quelli che misurano 25-50 mIUs di hCG, che è in media la quantità riscontrata nell’urina fra la 4° e la 5° settimana di gravidanza. Il livello di hCG nell’urina è inoltre diverso da quello presente nel sangue.

La prima urina del mattino solitamente contiene una più alta concentrazione di hCG. Tuttavia, gran parte dei test non richiedono di usare per forza quell’urina. Ma per avere maggiore certezza del risultato, meglio attendere quattro ore dall’ultima urina prima di fare il test. Questo permetterà all’hCG di riformarsi nell’urina.

E’ raro che questi test diano un risultato sbagliato. Un risultato negativo che invece nascondeva una gravidanza è di solito dovuto al fatto che il test è stato eseguito troppo presto. Mentre un test positivo che non risulta in una gravidanza è quasi sempre sintomo di un aborto spontaneo molto precoce. Parla con il medico se hai domande a proposito del test di gravidanza ed eventualmente chiama anche il numero verde sulla confezione del test per avere dei consigli.

L’esame del sangue è molto più accurato e può essere fatto già 7-10 giorni dopo l’ovulazione.

Nausea mattutina

Questo fantastico disturbo colpisce molte donne incinte, ma non tutte. Si stima che solo il 50% delle donne soffra di nausee mattutine.

E il nome non è nemmeno del tutto corretto. Il disturbo può colpire in varie forme e in diversi orari. Alcune donne ne soffrono solo la sera, altre per tutto il giorno, e altre a momenti, con ritmi sempre diversi. C’è inoltre differenza fra una lieve nausea e il vero e proprio vomito.

Alcune donne soffriranno di nausea forte la mattina, detta hyperemesis gravidarum, che può portare a disidratazione e altri problemi.

Dolore al petto

Ahi! Non toccarlo! Il dolore al petto colpisce molte donne, sia durante la gravidanza che prima del ciclo. Di solito passa nel secondo trimestre, oppure si trasforma in una maggiore sensibilità. Il che per alcune donne può essere positivo. Potete fare come ho fatto io: stuzzicate i seni talmente spesso per controllare se fanno male, da non sapere più se siete state voi a provocare il dolore o meno.

Mal di testa

Il mal di testa è molto comune in gravidanza a causa dei cambiamenti ormonali. Può quindi essere un sintomo di gravidanza, ma non necessariamente. Sono molti i fattori che possono provocarlo, incluso lo stress.

Gonfiore

Alcune donne iniziano a gonfiarsi quasi subito. Anche in questo caso, può essere un segno di gravidanza, ma non necessariamente. Molte donne si gonfiano sempre prima del ciclo.

Perdite vaginali

Le perdite vaginali, senza prurito o bruciore, possono essere un segno di gravidanza. La cervice sta producendo il tappo mucoso per chiuderne l’apertura, per proteggere il bambino dalle infezioni, ecc. Potresti notare un lieve aumento nelle perdite vaginali. Non dovrebbero odorare, bruciare o prudere. Altrimenti potrebbe trattarsi di un infezione che necessita di cure mediche.

Venirne a capo

Come già detto, alcune donne non avranno alcun disturbo per tutta la gravidanza, mentre altre sembrano soffrire per qualunque cosa. Puoi fare molto per alleggerire questi sintomi iniziali (e anche quelli successivi!). Molti di questi spariranno all’inizio del secondo trimestre. Se invece spariscono di colpo prima della 10a settimana è il caso di preoccuparsi. Potrebbe non essere nulla, ma potrebbe anche esserci qualche complicazione.