Top

Il seno in gravidanza

17 novembre 2010 · scritto da

seno in gravidanzaCome cambia il seno in gravidanza? Più grandi e più belli o solo più grandi e doloranti?
Ecco come i tuoi seni – e i capezzoli – possono cambiare in gravidanza.

Il seno si fa più grosso

Non è vero che in tutte le donne il seno si ingrossa in gravidanza. Tuttavia, il corpo si prepara per l’arrivo del bambino che dovrà nutrire e, quindi, nuovi strati di grasso, un maggiore flusso sanguigno e la produzione di cellule per il latte solitamente lo fanno crescere.

Normalmente l’aumento nella taglia si nota di più se è la prima gravidanza. (nel mio caso presi tre taglie…)

Nei mesi successivi al parto, è facile che il seno torni alla sua dimensione normale, oppure dopo l’allattamento se decidi di allattare.

Dormire con un cuscino a sostegno dei seni più grossi potrebbe rendere il sonno più confortevole, così come indossare un reggiseno anche per dormire, ma facendo attenzione che non sia troppo stretto.

Il seno è più sensibile

Il tuo corpo produce più estrogeni e progesterone, quindi è normale che questo abbia lo stesso effetto sul seno dei giorni immediatamente precedenti il ciclo.

La maggiore sensibilità di solito è più forte nelle prime settimane di gravidanza. Ma può succedere anche dopo, quindi non preoccupartene.

Se il seno ti fa male, parlane con il medico.

I capezzoli sono sensibili

Potresti improvvisamente accorgerti che i capezzoli si sono fatti più duri e sensibili, fino a farti male.

Puoi provare a scaldarli o massaggiarli delicatamente per ammorbidirli, oppure a rinfrescarli per alleviare il dolore. Prova qualcosa che non sia troppo ghiacciato, come un asciugamano bagnato in acqua fredda.

Alcune donne lamentano capezzoli ghiacciati, quando con l’acqua fredda o il clima freddo i capezzoli diventano eccessivamente sensibili. Se è il tuo caso, scaldali con un bagno o una doccia, o massaggiali delicatamente per un po’ di sollievo.

Il seno ti prude

La causa più probabile del prurito al seno è dovuta alla sua crescita, per causa della quale la pelle, tirandosi, diventa più sottile e sensibile.

Una crema grassa specialmente formulata per la pelle in gravidanza renderà la tua pelle più morbida e meno irritata.

Si vedono le vene sul seno

Durante gravidanza e allattamento, l’aumento di sangue nel corpo fa in modo che le vene siano più visibili dove la pelle è più sottile. (leggi anche: Vene azzurre sul seno)

I capezzoli sono più scuri

Sia capezzoli che areola possono farsi più scuri. Alcuni pensano serva per aiutare il bambino a individuare l’obiettivo quando deve succhiare!

Sull’areola ci sono dei brufoletti

Le piccole ghiandole presenti sull’areola, dette tubercoli di Montgomery (che secernono un olio antibatterico) possono crescere somigliando più a dei brufoli.

Queste ghiandoline crescono per prepararsi a gestire eventuali infezioni e per aumentare la lubrificazione durante l’allattamento. Può succedere anche se pensi di non allattare, perché il corpo ovviamente non sa come intendi nutrire il tuo bambino una volta nato.

I capezzoli “perdono”

Prima dell’arrivo del latte, tre o quattro giorni dopo il parto, i seni producono il colostro. Si tratta di un latte all’apparenza più denso e più giallo, che i tuoi seni iniziano già a produrre verso la 16 settimana di gravidanza. Da questo momento in poi, potresti notare delle perdite di tanto in tanto.

La quantità di queste perdite è molto piccola, ma cerca di tenere il seno asciutto e confortevole. Se necessario, indossa un reggiseno più grande e prova a tenere solo il cotone a contatto con la pelle.

Se le perdite sono regolari, puoi usare le apposite copppette assorbilatte usate dalle mamme in allattamento.

Scoprirai che anche durante i rapporti sessuali puoi avere delle perdite. E’ del tutto naturale.

La presenza o assenza di perdite in gravidanza non influisce sulla qualità del tuo latte.

A volte potresti notare delle piccole perdite di sangue. Non dovrebbe essere nulla di preoccupante, ma per precauzione parlane comunque con il medico.








Leggi l'articolo precedente: « Le spese in gravidanza
Leggi l'articolo successivo: » Se fumi in gravidanza tuo...


Lascia il tuo indirizzo email - Potrai sempre disiscriverti quando vuoi!

Rimarrai sempre informata su tutti gli aggiornamenti del sito. Gravidanza, storie di mamme e famiglia, crescita dei bambini...è molto utile! Provare per credere! :-)

Commenti a questo post

3 commenti a “Il seno in gravidanza”

  1. alessandra ha scritto il 17 novembre 2010 alle ore 11:37 am

    tutto vero!!!!!anch’io ho questi segni di cambiamento!!!cmq devo ammettere che nonostante il dolore la tensione e le vene verdi che si vedono mi piace moltissimo e nn solo a me soprattutto a mio marito…………!!!!!!!!!!!!!

  2. Francy ha scritto il 17 novembre 2010 alle ore 12:06 pm

    Condivido…del resto, da una seconda a una quarta abbondante in poche settimane!! ;-)

  3. Alessandra ha scritto il 17 novembre 2010 alle ore 2:11 pm

    Infatti !!!la cosa che mi da tanto fastidio e che ci sono tante di quelle donne che si rifanno il seno !!!dico solo poverine!!!perché avranno seri problemi se nn addirittura nn potranno allattare il loro bimbo che e la cosa più bella più meravigliosa più straordinaria più naturale che una donn possa fare!!!e pensare che ho sentito donne neo mamme che nn volevano allattare il proprio bimbo perché se no il seno si scalava aveva le smagliature ecc.poverine!!!se nn ci sono serissimi problemi allora e preferibile nn allattare altrimenti altri motivi sono out.solouna considerazione accetto il rifacimento del seno solo se la donna ha subito un brutto intervento di asportazione o parziale o totale per tumore o altro allora si e giusto che si rifaccia il seno.ma solo per seri problemi di salute e di estetica.nn so come facciano le donne che si rifanno il seno che pesa una tonnellata come fanno con le spalle mi chiedo???già il seno naturale pesa di brutto figuriamo quello artificiale!!!

Hai qualcosa da dire?





Bottom